Home Page Business

E-commerce: quali sono i siti più amati dagli italiani e perchè

Quali sono i siti e-commerce più amati dagli italiani? Scoprirlo permette ai professionisti di prendere spunto e crescere. Ecco perchè e come fare

Alt text

In rete si possono trovare milioni di siti web, tra questi ci sono tanti e-commerce, che competono quotidianamente per catturare l’attenzione dell’utente, farlo navigare più a lungo all’interno delle pagine e portarlo a una conversione, ovvero a un acquisto online o altra azione determinante per il business.

Tra i diversi siti di vendita online, ce ne sono alcuni più performanti di altri. Anche se non esiste una ricetta segreta per avere successo online, sicuramente prendendo ispirazione dai siti di maggiore successo aumentano le possibilità di ottenere i risultati sperati. Ma quali sono le piattaforme più seguite in Italia? Casaleggio Associati ha analizzato le preferenze degli italiani, stilando la classifica dei 100 migliori e-commerce del nostro Paese.

Siti e-commerce di successo: ecco cosa ci dice il report

La storica ricerca sull’e-commerce in Italia verrà presentata da Casaleggio Associati a maggio. Nel frattempo, la società ha anticipato i risultati della sua ricerca, soffermandosi in particolare sulle piattaforme di vendita preferite dagli utenti italiani. I risultati sono dati dall’incrocio di diversi dati, come la stima dei visitatori unici mensili, il tempo impiegato sul sito, la riconoscibilità del brand e la frequenza di rimbalzo: indicatori fondamentali per capire quali siti hanno successo e quali no. Quindi, sapere quali sono i dati usati nel report consente di capire a quali indicatori affidarsi per monitorare il proprio sito web. Questi si possono reperire anche all’interno di Google Analytics.

Davide Casaleggio, Presidente di Casaleggio Associati ha sintetizzato così i risultati della ricerca:

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

“Dopo un anno di pandemia i rapporti di forza tra i vari settori si sono ribaltati relegando più in basso il turismo. Il fine lockdown tuttavia tornerà a premiare tutti i settori grazie a milioni di italiani che per la prima volta hanno acquistato on line. In cima alla classifica si posizionano sempre i grandi brand che nell’ultimo anno hanno aumentato gli investimenti rendendo sempre più costoso lo scontro diretto.”

Da queste parole possiamo dedurre alcune utili indicazioni, che in parte già sapevamo. Purtroppo, tra i settori più danneggiati dal Covid-19, spicca il turismo. Tuttavia, una volta finita la crisi anche queste aziende potranno approfittare della crescita del digitale. Infatti, sono sempre di più le persone che utilizzano la rete per fare acquisti online di ogni tipo, incluso quelli alimentari, ma quando si potrà viaggiare nuovamente, le imprese più avvantaggiate saranno quelle che propongono le loro offerte online e che hanno piattaforme ben indicizzate lato SEO, facili da usare e con sistemi di acquisto e prenotazione online.

Un altro elemento che carpiamo dalle parole di Casaleggio è che i grandi brand hanno aumentato gli investimenti per poter essere competitivi. E se lo fanno loro, che già hanno una posizione forte, ancora di più lo dovrebbe fare una pmi che deve sgomitare in un mercato più competitivo. Quindi per crescere è necessario investire nel digitale. E per risparmiare si può fare domanda per ottenere un contributo per la digitalizzazione, partecipando ai tanti bandi disponibili in Italia. Ora vediamo quali sono i primi 10 siti e-commerce della classifica.

E-commerce: la top ten dei siti di maggiore successo

Ecco le prime 10 piattaforme classificate:

  1. Amazon
  2. eBay
  3. Zalando
  4. Mediaworld
  5. Ikea
  6. UniEuro
  7. Leroy Merlin
  8. ManoMano
  9. Microsoft
  10. Apple Store

Come sempre, Amazon con più di 66 milioni di visitatori è la piattaforma più importante in Italia. La frequenza di rimbalzo è del 35% mentre il tempo medio trascorso all’interno del sito è di 12 minuti circa. Segue eBay, un altro enorme hub in cui trovare davvero di tutto.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Per quanto riguarda gli e-commerce verticali abbiamo poi Zalando, che si occupa di abbigliamento e accessori. La piattaforma può quindi ispirare tutti i commercianti del settore che vogliono avviare o migliorare il proprio e-commerce. Infatti, come abbiamo detto la classifica può essere letta come uno spunto.

Hanno poi successo i siti dedicati al mondo dell’arredamento, come Ikea e Leroy Merlin, ma anche l’elettronica e l’informatica, come l’Apple Store, Microsoft, ma anche Unieuro e Mediaworld. Ma all’interno della top ten spicca un’interessante piattaforma, ManoMano, che è prettamente dedicata alla casa e al fai da te.

Infatti, con la pandemia e il lockdown, gli italiani si sono abituati a rimanere a casa e trasformarla in un luogo accogliente, curato nei dettagli. Quindi chi opera e vende nel settore del DIY potrebbe trovare particolare fortuna nel digitale e costruire un e-commerce ad hoc con tanti prodotti adatti ai diversi spazi, ispirando l’utente con un bel blog ricco di consigli e immagini.

Insomma, quanti spunti si possono trarre da una breve lista di siti! Ora non rimane che avviare l’e-commerce oppure migliorare quello esistente ispirandosi alle piattaforme più amate dagli italiani.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...