Home Page Business

E-commerce: 5 consigli per vendere col dropshipping

Hai deciso di avviare un e-commerce in dropshipping? Scopri quali sono i cinque aspetti da tenere in conto e migliorare per avere successo

Alt text

Molti e-commerce mettono in vendita dei prodotti senza averli fisicamente o senza disporre di un magazzino. In questi casi, il magazzino viene gestito da una ditta esterna. Questa modalità di vendita prende il nome di dropshipping ed è molto diffusa anche nel nostro Paese.

Chi ha e gestisce l’e-commerce fa quindi da intermediario tra il cliente e l’azienda che possiede fisicamente la merce. Questa potrebbe essere una buona soluzione per chi non ha molto spazio a disposizione, per chi muove i primi passi nel mondo del commercio elettronico oppure per chi produce un prodotto ma non vuole gestire anche la vendita online. Insomma, le possibilità sono davvero tante, ma prima di intraprendere questa avventura imprenditoriale bisogna sempre valutare i pro e i contro.

Come funziona il dropshipping

Per vendere online in dropshipping, occorre considerare tutte le fasi e i passaggi necessari. Innanzitutto, è fondamentale che il proprietario e gestore dell’e-commerce stringa un accordo con il fornitore della merce. Chi gestisce la piattaforma dovrà occuparsi di creare la strategia di vendita mirata all’aumento della visibilità online, alla costruzione di un parco clienti alla loro fidelizzazione. Sarà quindi opportuno creare un sito web facile da usare e dove arrivare all’acquisto in modo fluido e senza ostacoli.

All’interno del sito web sarà poi necessario inserire tutti i prodotti indicati dal fornitore, con relativi prezzi. Quando una persona acquista un prodotto, dall’e-commerce partirà la richiesta al fornitore che si occuperà della preparazione e della spedizione dell’ordine. La gestione del dropshipping può avvenire via e-commerce o marketplace, a seconda delle esigenze e degli accordi tra le parti coinvolte.

Può essere un’ottima soluzione per chi non ha una struttura complessa su cui contare, chi vuole muovere i primi passi nel mondo dell’e-commerce senza investire troppo nella merce, chi ha un negozio fisico o già produce prodotti di diversi tipo (per esempio abbigliamento personalizzato) ma non vuole investire in prima persona in una piattaforma online e così via. I motivi sono diversi.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Se si è deciso che il dropshipping può essere una soluzione per avviare o far crescere un business, ecco 5 consigli per gestire l’attività al meglio.

Crea un e-commerce davvero efficace per aumentare le vendite

Quando si gestisce un’attività in dropshipping i ruoli sono molto netti: da una parte c’è chi si occupa esclusivamente dell’attività online, quindi della costruzione del sito, della sua ottimizzazione per i motori di ricerca, delle campagna di advertising e di digital marketing e così via. Dall’altra c’è chi invece si occupa della logistica, del magazzino e delle spedizioni. I costi saranno in parte abbattuti per chi ha la piattaforma, ma anche i guadagni verranno suddivisi, quindi bisogna fare attenzione al minimo dettaglio per ottenere il massimo risultato.

Costruire una strategia di marketing ad hoc

Per fare crescere l’e-commerce occorre costruire e avviare una strategia di marketing studiata nei dettagli. In particolare, occorre lavorare perchè il negozio online sia sempre più visibile online e guadagni clienti. Infatti, è proprio la piattaforma il collante tra il cliente e il fornitore del prodotto, quindi bisogna concentrarsi per farla crescere giorno dopo giorno.

Oggi le opportunità offerte dalla rete sono davvero tante e ogni attività può presidiare i canali più efficaci per trovare e fidelizzare i clienti.

Mirare a una collaborazione basata su comunicazione e professionalità

Come tutte le partnership, anche quella su cui si basa il dropshipping deve essere basata su rispetto reciproco, affidabilità, comunicazione e professionalità. Prima di iniziare l’attività a livello pratico è quindi fondamentale creare una strategia curata nei minimi dettagli, dove si stabiliscono le regole da rispettare, la suddivisione dei guadagni, i ruoli e i doveri di tutte le parti interessate. La collaborazione è fondamentale per far durare il progetto per anni.

Comunicare in modo efficace

Quando due diverse ditte o liberi professionisti gestiscono l’attività, la comunicazione è fondamentale. Per esempio, se un prodotto non è più disponibile in magazzino, il dato deve essere repentinamente aggiornato nella piattaforma. Se, invece, si è spedito un articolo, occorre che il cliente abbia la notifica e il codice per tracciare il proprio pacco. Questi aspetti oggi si possono gestire in modo efficace grazie alle nuove tecnologie: le moderne piattaforme hanno sistemi che aggiornano automaticamente la piattaforma online quando ci sono cambiamenti e novità in magazzino. In questo modo, si potrà lavorare in modo automatico, senza però dimenticarsi di aggiornarsi anche a voce per essere sempre allineati e consapevoli della situazione.

Affidarsi a un servizio di spedizione economico ma affidabile

Spesso passa in secondo piano, ma la scelta del servizio di trasporto e consegna è cruciale per il successo dell’attività. Infatti, il cliente finale non divide in modo netto i diversi servizi: l’intera responsabilità viene data a chi gestisce l’e-commerce nel suo complesso. Quindi, quando si riceve un prodotto danneggiato, in ritardo o sorgono altre problematiche simili, la reputazione della piattaforma viene messa a repentaglio. Ecco perchè bisogna fare attenzione a questo punto.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...