Home Page Business

Le tendenze SEO del 2020: ecco i 9 principali trend

Il 2020 porta con sé una ventata di nuove tendenze per i SEO specialist: nuovi algoritmi, attenzione al locale e focus sull’esperienza utente sono oggi tra i punti chiave di un’efficace strategia SEO

Alt text

Ogni nuovo anno porta con sé nuove tecniche SEO e nuove sfide per chi si trova a dover studiare le migliori strategie di marketing per i mesi a venire. L’universo SEO è incredibilmente dinamico ed è fondamentale restare al passo con i tempi costantemente, per conoscere in anticipo le tattiche che funzioneranno e porteranno a rilevanti vantaggi in termini di page ranking e posizionamento nella SERP.

I trend SEO del 2020 si dividono tra regole evergreen da rispettare e novità in crescita, da monitorare con attenzione per ottimizzare al meglio il proprio sito web o quello dei propri clienti.

Scopriamo insieme quali sono le nuove tendenze SEO per il 2020.

Google Bert

Una delle principali novità nel panorama SEO riguarda l’introduzione del nuovo algoritmo di Google, Bert, acronimo di Bidirectional Encoder Representations from Transformer, l’ultima rivoluzione, in grado di elaborare in modo estremamente avanzato il linguaggio naturale, analizzare le singole parole della query di ricerca nel loro contesto e fornire output incredibilmente precisi ed accurati.

In termini SEO ciò significa che funzionano sempre meno i trucchi iper tecnici volti ad un miglior posizionamento, a favore di contenuti realmente di qualità e utili per l’utente finale. Google Bert non richiede una particolare ottimizzazione SEO, bensì una sempre più spiccata capacità di rispondere con precisione alle richieste degli utenti finali, assieme ad un approfondito studio delle necessità del proprio target che permetta di proporre sempre temi coerenti e di interesse. Il focus è quindi da porre su di una comunicazione il più naturale possibile e pensata sugli intenti di ricerca degli utenti.

Featured Snippet

Uno degli obiettivi di Google è quello di fornire sempre più informazioni direttamente nella SERP. Più della metà delle ricerche sono diventate infatti zero-click searches, ovvero alla richiesta dell’utente viene sempre più di sovente data una risposta direttamente nella SERP stessa, senza necessità di cliccare su alcun link.

Un modo per distinguersi è quindi quello di lavorare molto sui Rich Snippet e sui Featured snippet. I Featured Snippet, sempre più rilevanti, consistono in un blocco di informazioni mostrato nella parte superiore di una SERP. Rappresentano ovviamente un prezioso modo per essere più visibili ed autorevoli tra gli i risultati, e la percentuale di click che avviene tramite featured snippet supera ormai il 50% delle ricerche complessive.

I Rich Snippet sono invece snippet che oltre a titolo e descrizione mostrano immagini, prezzi, stelle per recensioni: sono più facili da ottenere, ma portano a miglioramenti nel CTR inferiori che i Featured Snippet.

Il primo passo da compiere per ottenere questi tipi di risultati è accertarsi che i dati del proprio sito web siano strutturati, in modo da trasmettere ai motori di ricerca informazioni chiare e rilevanti ed aiutarli nella comprensione delle richieste e nella generazione di output coerenti. Vanno quindi strutturati i dati in modo ottimale per evidenziare non solo quali contenuti sono presenti su una pagina, ma quale relazione c’è tra di loro e quale collegamento è presente tra le differenti pagine di un sito.

Ricerche vocali

In un mondo sempre più caratterizzato da assistenti vocali come Amazon Echo, Google Assistant e Siri, le ricerche vocali sono diventate un focus imprescindibile sul quale concentrarsi. Diventate ormai un vero e proprio trend, permettono agli utenti di ottenere informazioni in modo semplice e innovativo, anche quando essi non hanno la possibilità di digitare su di una tastiera.

Gestisci la tua presenza digitale
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Le ricerche vocali non sono oggigiorno effettuate solamente tramite smartphone, ma attraverso sempre più dispositivi che accompagnano l’utente nei più diversi momenti della giornata. Un esempio sono i supporti per la ricerca vocale per uso domestico, spesso con speaker integrati e collegati alla rete wifi di casa, che semplificano notevolmente la vita di chi vuole effettuare una ricerca senza essere necessariamente di fronte al proprio PC.

Decisamente utile è poi la ricerca vocale integrata nei sistemi automobilistici, come quella dei sistemi Apple Carplay e Android Auto, che puntano a minimizzare le distrazioni durante la guida ed a massimizzare sicurezza e comodità.

SEO Locale

La local SEO entra in gioco in maniera preponderante quando gli utenti effettuano delle ricerche per prodotti o servizi riferiti a un determinato territorio. Chiunque abbia un negozio fisico, dovrà tenere in alta considerazione la local SEO, un punto fondamentale della strategia, quando si desidera che i potenziali clienti trovino il proprio esercizio.

Google MyBusiness è un servizio che aiuta sicuramente molto sotto questo punto di vista: curare in maniera precisa la personalizzazione di MyBusiness permette di risultare molto più visibile tra i risultati di ricerca, con evidenti ripercussioni positive sulla propria attività. Inoltre, una caratteristica della local SEO è l’enorme utilità dell’avere il maggior numero possibile di backlink ritenuti da Google localmente autorevoli.

User Experience

Un trend sul quale un professionista di SEO dovrebbe senza dubbio focalizzarsi nel 2020 è la user experience. Ciò include l’intera esperienza utente a partire dall’iniziale interazione nella SERP, fino alla navigazione attraverso le pagine di un sito web.

Tutte le fasi di tale interazione devono risultare immediate e semplici per l’utente, per il quale è di fondamentale importanza trovare informazioni altamente accessibili e navigare in modo fluido da un contenuto all’altro all’interno dello stesso sito.

E’ bene quindi pianificare in maniera globale e accurata la struttura del proprio spazio web, per renderlo coerente nella sua alberatura, e dotarlo di elementi grafici e testuali piacevoli e fruibili: dal semplice aspetto tipografico ai link, fino a uno schema di colori gradevole, adeguato al target e finalizzato alla più positiva esperienza online.

Link building e brand building

Per ottenere link di qualità nel 2020 è necessario concentrarsi sulla creazione di contenuti rispettando alcuni tre tipologie di scrittura, quali:

  • redazione di contenuti pianificati in occasione di eventi ricorrenti, come ad esempio il black Friday, Natale o San Valentino
  • redazioni reattive pianificate legate ad un evento di carattere stagionale, che si prevede prenderà forma ma di cui non si conosce la storia fino al momento in cui si terrà effettivamente
  • contenuti legati ad eventi non pianificati ed imprevedibili, generati da una notizia dal taglio improvviso

Costruire e nutrire la fiducia degli utenti attorno al proprio brand è davvero importante, dato che all’aumentare di questa aumentano proporzionalmente le possibilità che essi condividano link e parlino del brand garantendo una positiva pubblicità.

Oltre a concentrarsi sul creare contenuti che aiutino del ranking, chi fa SEO dovrebbe quindi impegnarsi nel costruire collegamenti che spingano in alto il brand, lo potenzino e generino un’autorevolezza che ispiri piena fiducia nei potenziali clienti.

Google E.A.T.

La sigla E.A.T. è l’acronimo di esperienza (expertise), autorità (authoritativeness) e credibilità (trustworthiness), tre parametri considerate essenziali dai quality raters di Google per posizionare un sito web. Il metodo E.A.T. indica se un sito web è valido oppure no e fornisce linee guida alle quali attenersi per renderlo tale.

I tre sopra menzionati non sono gli unici fattori da considerare quando si creano contenuti per un sito web, ma vanno tenuti presenti ai fini di una dettagliata valutazione. I parametri E.A.T. vengono applicati soprattutto ai siti web che trattano di finanza e medicina, argomenti a cui Google presta particolare attenzione onde evitare che contenuti non adeguati o di scarsa qualità possano avere un impatto negativo sulla salute o sul portafogli dei suoi utenti.

Contenuti video

I contenuti video continueranno ad essere una tendenza in ampia crescita anche nel corso del 2020. Gli attuali utenti di internet, specialmente quelli delle più giovani generazioni, utilizzano i video come canale preferenziale per l’acquisizione di informazioni. YouTube ad esempio è il secondo motore di ricerca più ampio dopo Google ed è diventato una sorta di nuova TV, mentre molti utenti preferiscono raccogliere informazioni su un servizio o un’azienda attraverso brevi video, piuttosto che articoli, e-book o infografiche.

La scelta di creare contenuti video risulta essere quindi vincente anche nel 2020,ed è importante utilizzare questo strumento di comunicazione adattandolo ai diversi canali sui quali può essere condiviso: a seconda del target e dell’obiettivo di marketing sono da preferire Facebook, Linkedin, Youtube oppure Vimeo o ancora Tik Tok.

La visibilità del business sarà garantita oltre che nelle piattaforme sulle quali il video è presente, anche all’interno dei risultati di ricerca organica: nell’ottica di promuovere un’azienda, un prodotto o il proprio personal brand apparire su Google Search, Google Immagini o Google Discover con una user experience coinvolgente, può essere una strategia davvero vincente.

Programmazione

Per ridurre al minimo le perdite di tempo ed ottimizzare la produttività un ottimo proposito per il 2020 è quello di sfruttare i linguaggi di programmazione come ad esempio Python. Il tempo risparmiato utilizzando le efficienti automazioni SEO che possono essere generate, permette di focalizzarsi su altri aspetti fondamentali della tua strategia di marketing quali:

  • la creazione un’ottima esperienza utente
  • la pianificazione di storytelling efficaci
  • la costruzione di autorevolezza
  • l’erogazione di risposte adeguate e tempestive al mercato di riferimento
  • la creazione di contenuti fruibili dagli utenti in modo semplice e coinvolgente

Sfruttare il potere delle automazioni e rendere facilmente gestibili i processi più lunghi o complessi, è una delle strategie vincenti per il 2020.

I trend principali del 2020 sono comunque dinamiche in continua evoluzione: l’universo SEO è spesso troppo veloce ed in costante innovazione per essere incasellato in regole preconfezionate. La strategia base di un buon esperto SEO è quindi solo una: aggiornarsi costantemente e con curiosità.

Gestisci la tua presenza digitale
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Caricamento contenuti...