Home Page Business

SEA Marketing: in cosa consiste e quali strumenti utilizzare

Il SEA Marketing (Search Engine Advertising) viene spesso associato concettualmente alla SEO e all'ottimizzazione per i motori di ricerca. Vediamo di preciso in cosa consiste e quali strumenti sfruttare 

Alt text

Conoscere la terminologia del digital marketing è indispensabile per padroneggiare al 100% i significati di ogni singola definizione e comprenderne le sfumature applicative.

Tra i termini ad oggi più usati ma anche più abusati ci sono certamente i tre pilastri dell’online marketing: SEM, SEO e SEA. Si nomina il Search Engine Marketing e si parla spesso di Search Engine Optimization, ossia di come ottimizzare un sito web per posizionarlo al meglio sui motori di ricerca. Capita però di frequente non sia perfettamente chiaro cosa sia il Search Engine Advertising e quali siano gli strumenti legati a questa tecnica di web marketing.

Cerchiamo quindi di capire più nel dettaglio cos’è la SEA, come funziona e come può produrre risultati interessanti per ogni business online.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

SEA: cos’è esattamente?

La branca del web marketing che si occupa di generare maggiore visibilità e traffico attraverso i motori di ricerca è definita come Search Engine Marketing e all’interno di questa macrocategoria sono comprese le due principali discipline, la SEO e la SEA, diverse tra di loro ma spesso complementari nell’ottica del raggiungimento di risultati di business performanti.

La SEO è l’insieme delle strategie volte ad ottimizzare un sito web rendendone i contenuti attraenti sia, ovviamente, per gli utenti che per gli spider dei motori di ricerca: lo scopo delle tattiche SEO è quello di posizionare organicamente un sito all’interno della SERP e fargli raggiungere una posizione soddisfacente.

Il posizionamento organico non è però l’unico modo per arrivare a posizioni interessanti sulle pagine di ricerca: sono spesso necessari infatti investimenti nella promozione di annunci a pagamento e l’utilizzo di tecniche SEA, per l’ottenimento di obiettivi eccellenti. La Search Engine Advertising è proprio la disciplina che si occupa della realizzazione di annunci a pagamento, sia sui motori di ricerca che sui siti partner.

Come funziona la SEA, Search Engine Advertising

Dopo aver chiarito il significato di SEA e il ruolo di questo strumento, cerchiamo di capire quali sono le principali attività di SEA marketing e come sia possibile sfruttare i vantaggi di questo ramo del SEM.

Partiamo con dire che la SEO andrebbe sempre affiancata con le più avanzate strategie SEA, per la realizzazione di campagne ottimizzate, capaci cioè di portare un sito web verso le più alte posizioni della SERP. Un lavoro sinergico tra le due discipline è infatti la strada più rapida per arrivare in vetta.

La principale attività messa in atto da chi si occupa di Search Engine Advertising è l’implementazione di campagne Pay per Click (PPC) sulle principali piattaforme di advertising a disposizione in rete. Il primo passaggio da attuare quando si desidera creare una campagna di SEA marketing è proprio l’individuazione della migliore piattaforma sulla quale pubblicizzare il proprio annuncio a pagamento. La più famosa è certamente Google Ads, lo strumento promozionale di Google, che pur non essendo l’unica a disposizione è quella che ha sicuramente la quota di mercato predominante.

Un attento lavoro di ricerca delle parole chiave con le quali posizionare gli annunci online è indispensabile: come accade in ambito SEO, anche le campagne SEA necessitano di keyword ben studiate ed in grado di intercettare il maggior flusso di traffico qualificato, da incanalare verso il sito web oggetto della promozione. Lavorare in maniera convergente sulla parole chiave utilizzate nelle proprie strategie SEO e nei progetti SEA è ovviamente un’ottima soluzione.

All’interno della SEA, la difficoltà della keyword research è incrementata dal fatto che ogni singola parola chiave ha un diverso costo per click, che dipende dal suo volume di ricerche mensili, dall’interesse attorno a quella keyword e da quanto gli inserzionisti sono disposti ad offrire complessivamente per quella determinata parola. Il meccanismo di funzionamento di Google Ads prevede infatti che i creatori degli annunci definiscano, in fase di setup dell’inserzione, un’offerta massima che sono intenzionati a pagare per posizionarsi: all’inserimento di una query nella barra di ricerca Google prende il via un’asta istantanea che seleziona, tra il pool di inserzionisti, i vincitori che vedranno apparire il loro annuncio nella pagina dei risultati di ricerca.

Tra gli altri parametri che influenzano l’asta ci sono anche la qualità dell’annuncio e la pertinenza delle parole chiave: non è solo questione di budget da investire quindi, bensì ogni singolo aspetto della promozione SEA va curato nel dettaglio.

Quali sono i vantaggi della SEA?

Ottenere un buon posizionamento in SERP puntando solamente sulla SEO è possibile, ma utilizzare entrambi gli strumenti di marketing porta senza dubbio a risultati più proficui e veloci.

Tra i principali vantaggi della SEA c’è proprio la sua rapidità: mentre una tattica SEO richiede settimane o mesi per raccogliere i suoi frutti, una campagna PPC permette di godere di posizionamenti pressoché immediati. Di contro, l’investimento economico in campagne SEA è sicuramente maggiore di quello in tattiche SEO, le quali hanno dalla loro anche una maggiore stabilità dei risultati nel tempo.

Tra i pro della SEA c’è anche la possibilità di targetizzazioni raffinate, volte a colpire un pubblico definito che risponda a precisi criteri socio-demografici e a interessi specifici.

I dati monitorabili durante le campagne SEA sono oltretutto incredibilmente precisi e permettono di tracciare ogni KPI nel dettaglio.

La SEA è un potente mezzo attraverso il quale incrementare visibilità online di un brand, creare attenzione attorno al marchio e aumentare la brand awareness. Se ben strutturata può inoltre condurre verso alti livelli di coinvolgimento del pubblico con conseguenti benefici in termini di conversioni: che esse consistano in acquisti finalizzati o lead raccolti, saranno in ogni caso estremamente preziose per il business.

Perché una strategia di marketing abbia impatti positivi e sostanziali sugli obiettivi aziendali, è quindi importante che essa integri nel suo mix anche campagne di Search Engine Advertising e che il rapporto tra i due cardini del SEM, ossia SEA e SEO sia armoniosamente gestito.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Caricamento contenuti...