Home Page Business

Le migliori 5 alternative a PayPal per gestire l’e-commerce

Per massimizzare le vendite del tuo ecommerce è necessario avere dei sistemi di pagamento affidabili. Ecco le migliori 5 alternative a PayPal

Alt text

Per un e-commerce Paypal è una tra le migliori soluzioni per ricevere pagamenti. Ma c’è solo PayPal? Assolutamente no, esistono molte altre alternative a PayPal, estremamente valide e di sicuro affidamento.

Ma se PayPal è tra i metodi più utilizzati perché è necessario pensare a soluzioni alternative? Semplice, perché questo sistema di pagamento ha dei limiti che spesso creano problemi alle aziende. Eccoli nel dettaglio:

  • PayPal non garantisce protezione a chi vende prodotti e servizi digitali
  • I tempi per trasferire i soldi sul conto corrente sono molto lunghi, circa 3-5 giorni
  • La commissione di PayPal è molto elevata, ossia il 3,7% + 0,30$. Ci sono alternative a Paypal che hanno commissioni minori.
  • Spesso succede che PayPal congeli gli account per mesi senza un motivo

Ogni business ha bisogno di un sistema di pagamento veloce ed affidabile. Ma non sempre PayPal riesce a garantire tutto questo. Ecco perché è necessario valutare strade diverse. Ecco le 5 migliori alternative a PayPal.

Skrill

Si tratta dell’alternativa a PayPal che più somiglia al famoso sistema di pagamento. Skrill è un servizio molto intuitivo e consente di movimentare denaro in entrata e in uscita molto facilmente. Come per PayPal è possibile inserire i propri dati bancari o la propria carta di credito per accelerare i pagamenti online.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Skrill consente anche di ricevere una carta di debito prepagata attiva in tutto il mondo. Molto utilizzato soprattutto in ambito criptovalute e nei giochi online.

Apprezzabili anche le commissioni: il trasferimento su conto corrente bancario è gratuito, mentre per inviare e ricevere denaro vi è una commissione di 1,45% + 0.50$.

Stripe

Stripe è un sistema di pagamento molto semplice e flessibile pensato per le aziende online, integrabile e personalizzabile con le API. Con questo servizio è possibile ricevere e inviare denaro da tutto il mondo, anche da mobile. In caso di ricezione denaro lo stesso finisce direttamente sul proprio conto corrente bancario.

Le commissioni sono simili a quelle di PayPal: 2,9% + 0.30 $

Masterpass

Masterpass è il portafoglio digitale gratuito messo a disposizione da Mastercard ed è una valida alternativa a PayPal. E’ molto utile per chi fa diversi acquisti online. All’interno del portafoglio si memorizzano in modo molto facile i dati della carta e i propri indirizzi di spedizione evitando di compilare il form ogni volta, dopodiché si possono effettuare acquisti da qualsiasi device: tablet, smartphone o Pc.

All’interno di Masterpass si possono inserire le carte dei seguenti circuiti: Mastercard, American Express, Diners Club, Discover, JCB e Visa.

Scaricare e utilizzare questo portafoglio per i pagamenti è completamente gratuito. Al momento risulta gratuito anche per i rivenditori.

Google Pay

Non poteva mancare Google nella lista delle principali alternative a PayPal. Google Pay è un servizio ormai sempre più popolare. Basta attivarlo per poter salvare le proprie carte sul conto Google e poter pagare tramite app o nei negozi.

Per i rivenditori Google Pay permette di semplificare i processi di pagamento, oltre che creare offerte o buoni regalo.

Un grande vantaggio di questa piattaforma riguarda le commissioni. I pagamenti e la ricezione di denaro tramite bonifico bancario o carta di debito sono completamente gratuiti, mentre l’importo della commissione per le carte di credito è del 2,9%.

Transferwise

Transferwise è un’altra alternativa a Paypal molto amata e utilizzata da chi possiede un sito e-commerce con WordPress o altri CMS. La piattaforma si ritiene “il sistema più economico per trasferire denaro” e questa definizione non è del tutto campata in aria.

La forza di Transferwise è quella di garantire trasferimenti di denaro tra diversi stati a basso costo, in quanto offre un tasso di cambio “reale”, senza aggiunte di sorta. Come è possibile? Questo avviene grazie al metodo con cui la piattaforma trasferisce i soldi. A differenza del bonifico classico, dove il denaro passa direttamente da un conto all’altro, con Transferwise il denaro viene prima “appoggiato” su uno dei conti intestati alla piattaforma nello stato del mittente e successivamente viene inviata la stessa somma al destinatario da un conto aperto nello stato del ricevente.

Per questo motivo le commissioni di Transferwise sono estremamente ridotte: 0,6% + 1,00 $.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...