Home Page Business

Digital Advertising 2021: trend e previsioni per l'Italia

Secondo le previsioni l'advertising in Italia crescerà del 5,9% quest'anno. Tv, radio e digital i settori più interessanti. Ecco dati e spunti per pmi

Alt text

Le imprese italiane investono sempre di più nell’advertising. La pubblicità rappresenta, infatti, il miglior canale per farsi conoscere e aumentare la clientela. Ad affermarlo è anche il report Global Ad Spend Forecasts effettuato dalla società dentsu international. Nel documento emerge che l’Italia è al quinto posto nel mondo per la crescita dell’advertising prevista nel 2021. A dominare sono Tv, radio e digital, a cui si affidano anche e soprattutto le piccole e medie imprese con importanti risultati. La ricerca permette di capire come si evolverà – sempre secondo le previsioni – il 2021 e quali sono i canali e le attività più interessanti per il mondo imprenditoriale online.

Advertising in Italia: cosa dice il report

Nel nostro Paese l’advertising ha enormi potenzialità che, secondo il report di dentsu international, potrebbero essere sfruttate in modo sempre più intenso durante il 2021. Il mercato potrebbe crescere del +6%: una media maggiore a livello globale che si ferma al 5,8%. Inoltre, l’Italia è il secondo Paese dell’Unione Europea per crescita (+ 5,9%), dietro di lui c’è la Spagna che si ferma a +5%.

Questo risultato potrebbe arrivare dopo un anno di crisi e difficoltà: a causa della pandemia molte aziende hanno rinunciato ad investire in pubblicità. Nel 2021 finalmente la situazione dovrebbe riprendere in modo sempre più intenso.

Il calo legato agli investimenti in pubblicità nel nostro Paese nel 2020 è stato del – 12% ovvero due punti in più rispetto alle previsioni. Questo è dovuto al fatto delle performance positive degli investimenti in pubblicità televisiva in autunno (+3%) e anche ai risultati ottenuti dal digital adv. Questo canale è quello che ha risentito meno della crisi, il calo nel 2020 è stato solo del – 4%. Ciò significa che nel complesso le imprese italiane hanno ritenuto produttivo l’investimento in pubblicità online, complice l’impulso che la pandemia ha dato alla digitalizzazione.

Ecco quindi i dati italiani degli investimenti in pubblicità nel 2020 (secondo dentsu):

:

Crea la tua
campagna pubblicitaria online!

Scopri come

  • Totale del mercato 2020: – 12%
  • Stampa: – 29%
  • Tv: – 9,5%
  • Radio: – 25%
  • Digital: – 4%

A proposito di advertising online ci sono interessanti novità.

Digital advertising in Italia: come si comportano le aziende

Secondo il report, gli investimenti in digital advertising a livello mondiale ricoprono circa la metà del mercato. Questo non avviene ancora nel nostro Paese, dove il mercato è ancora dominato dalla TV, tuttavia nel 2021 potremmo assistere ad un miglioramento di alcuni settori, tra questi c’è proprio il Digital.

Stime dell’advertising nel 2021:

  • Totale del mercato: + 5,9%
  • Stampa: 0,6%
  • Tv: + 4,2%
  • Radio: + 7,3%
  • Digital: + 7,1%

Mentre la spesa prevista per la carta stampata non si discosta molto da quella attuale, i due canali che potrebbero crescere maggiormente nel 2021 sono tv, radio e digital. Anche le aziende di piccole e medie dimensioni possono decidere di lanciare uno spot televisivo!

Advertising: settori interessati dalla crescita e gli eventi a cui prestare attenzione

Quali sono i settori che cresceranno di più grazie agli investimenti pubblicitari? La crescita avverrà soprattutto nell’alimentare e nel farmaceutico. Anche il settore automotive, grazie agli incentivi statali e agli eventi sportivi, potrebbe ottenere buoni risultati dalla pubblicità, inclusa quella sul digital. Questo settore nel 2020 ha avuto particolare fortuna, anche grazie all’impiego dell’Intelligenza Artificiale e della Realtà Aumentata per avvicinare i consumatori online.

Un altro settore che nel 2020 ha dimostrato una certa reattività e che 2021 potrebbe raccogliere i frutti è stato quello FMCF, ovvero il mercato dei beni di largo consumo. A causa del Coronavirus molti consumatori hanno deciso di fare la spesa online, acquistando generi di prima necessità dai siti web dei supermercati.

La spesa online effettuata nei punti vendita vicino a casa si poteva sia prenotare per essere ritirata direttamente al punto vendita senza fare la fila (click and collect) oppure poteva essere consegnata a casa. Molte catene si sono organizzate per offrire un servizio efficace e veloce, pubblicizzando l’iniziativa nei vari canali, soprattutto sul web. Il trend continuerà anche nel 2021, visto il clima di incertezza legato all’emergenza sanitaria.

Un altro aspetto da considerare, anche per gestire il proprio budget in pubblicità, sono gli importanti eventi sportivi che caratterizzeranno sia quest’anno che il 2022: dalle Olimpiadi di Tokyo alle qualificazioni per i mondiali di calcio fino ai Campionati Europei di Calcio. Questi appuntamenti attireranno enormi investimenti e calendarizzare una strategia ad hoc potrebbe essere utile anche per le piccole e medie imprese. Queste sono tutte le variabili da tenere in considerazione quando si realizza la propria strategia di advertising.

:

Crea la tua
campagna pubblicitaria online!

Scopri come

Caricamento contenuti...