Home Page Business

CTR di Google Ads: qual è il numero ideale

Il CTR, ovvero il Click Through Rate, è un fattore che permette di misurare l'efficacia di una campagna Ads: ecco alcuni trucchi per alzarne il valore e ottimizzare le tue campagne in modo che convertano di più.

Alt text

Il CTR (Click-Through Rate) è un indice fondamentale, per chi fa pubblicità su Google. È infatti la percentuale di clic ricevuti da un annuncio, ottenuta dividendo il numero di clic per il numero delle visualizzazioni che lo stesso annuncio ha collezionato.

È intuibile che, più il CTR è alto, più il successo della campagna è elevato: significa che il proprio annuncio ha destato l’interesse degli utenti, e li ha coinvolti fino ad indurli a cliccare. Ecco dunque che, confrontare tra loro i CTR di diversi annunci, dà un’idea di quale sia il format che il proprio pubblico target preferisce.

Qual è un buon CTR di Google Ads?

Il CTR medio è dell’1.91% per gli annunci di ricerca e dello 0.35% per gli annunci display. I primi tendono ad avere una percentuale di clic maggiori per due motivi. Innanzitutto, vengono visualizzati quando l’utente cerca attivamente un prodotto/servizio: al contrario, gli annunci display appaiono quando l’utente sta svolgendo una qualsiasi attività sul web, dallo shopping alla visione di un video.

Inoltre, gli annunci di ricerca compaiono in cima ai risultati organici quando si fa una ricerca su Google: non vederli è pressoché impossibile.

Se il CTR di un annuncio di ricerca supera il 2%, o se il CTR di un annuncio display supera lo 0.5%, vuol dire dunque che hai fatto un buon lavoro. Molto dipende però dal settore in cui operi: gli annunci che si riferiscono ad e-commerce, a studi legali e ad industrie che operano nel settore medicale si aggirano su percentuali più basse, mentre i servizi al consumatore, le assicurazioni, la tecnologia e il real estate richiedono CTR più elevati.

Aumenta la tua visibilità su
Google con campagne ottimizzate

Scopri come

Come migliorare il CTR?

Per migliorare il CTR di Google Ads è possibile seguire qualche suggerimento. In primis, è necessario intervenire sulle parole chiave. È fondamentale che le keywords dei tuoi annunci descrivano alla perfezione i tuoi prodotti/servizi: più sono pertinenti, più gli annunci vengono contestualizzati, maggiore è la probabilità che un utente faccia clic.

Inoltre, devi lavorare sul titolo: negli annunci di ricerca è più grande ed è messo in evidenza da un colore diverso, il che attira l’attenzione dell’utente.

Il titolo perfetto invita a compiere un’azione ed è accattivante: prova ad utilizzarlo per promuovere un’offerta (da uno sconto speciale alla spedizione gratuita). Ovviamente, anche il contenuto dell’annuncio deve essere accattivante: descrivi brevemente il tuo prodotto/servizio, mettendo in evidenza i suoi vantaggi e concludendo con un invito all’azione.

Considera inoltre che, in genere, gli annunci posizionati più in alto hanno il CTR più elevato: per le parole chiave che ti interessano maggiormente, fai un’offerta più alta.

Qualche altro piccolo trucco per alzare il CTR dei tuoi annunci su Google Ads? Utilizza le estensioni come il numero di telefono o il sito web che – aggiungendo una riga – rendono l’annuncio stesso più evidente. Infine, se punti sugli annunci display, cura attentamente la grafica e l’aspetto visivo: coinvolgi un professionista che possa aiutarti a sviluppare uno o più format grafici, così da poter catturare l’attenzione dell’utente con un design studiato e fotografie professionali.

Caricamento contenuti...