Home Page Business

Covid-19: con l’isolamento forzato triplicano i consumatori online in Italia

L’emergenza sanitaria ha prodotto un boom dell’e-commerce: ecco i dati del 2020 forniti da Netcomm Forum Live e le nuove sfide per le aziende online

Alt text

La quarantena rappresenta sicuramente la misura più importante tra quelle stabilite dal Governo per limitare la diffusione del Covid-19. Nei primi mesi dell’anno, i cittadini italiani hanno trascorso la maggior parte del tempo a casa, limitando al minimo le uscite. L’isolamento forzato ha influenzato diversi aspetti della quotidianità, incluse le abitudini di acquisto.

La maggior parte dei punti vendita sono rimasti chiusi, di conseguenza, tanti italiani si sono affidati all’e-commerce, determinando una crescita esponenziale del settore. Da gennaio ad aprile 2020, i consumatori online in Italia sono triplicati rispetto all’anno precedente. In poche parole, sono diventati 2 milioni, mentre negli stessi mesi del 2019 se ne erano registrati 700.000. Queste sono alcune delle stime effettuate dal Consorzio Netcomm, che nelle ultime settimane si sta concentrando nel determinare come l’emergenza sanitaria abbia influenzato la digitalizzazione nel nostro Paese.

Cosa acquistano gli italiani in quarantena?

La crescita dell’e-commerce era prevista ben prima che il Coronavirus scatenasse un’emergenza sanitaria in tutto il mondo. Ora l’esplosione del settore è sotto gli occhi di tutti, anche perché la quarantena è stata l’occasione d’oro per avvicinare a questa modalità di acquisto anche i meno esperti e più scettici.

Secondo le stime, l’e-commerce è il settore che crescerà di più quest’anno (fino al + 55%) seguito dall’acquisto di alimenti online (e-commerce, social network, app di messaggistica, click&collect…) che farà segnare un +23% e la vendita all’ingrosso di articoli farmaceutici (+15%).

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Con la quarantena sono cresciuti anche diversi settori online che, fino a poco tempo fa, erano considerati emergenti: la vendita di prodotti per la cura degli animali domestici ha registrato un aumento del 154% mentre quella dei cibi freschi e confezionati è cresciuta del 130%; stessa sorte per gli articoli per la cura della casa (+126%) e della persona (+ 93%). Secondo questi dati, molti italiani si sono riversati sul web per sopperire alla chiusura dei punti vendita e assecondare così, non solo il bisogno di acquistare alimenti e prodotti personali, ma per rispondere alle necessità degli animali domestici.

Tale quadro è stato tracciato durante l’assemblea plenaria che ha aperto il Netcomm Forum Live, la fiera dell’e-commerce, che quest’anno si svolge il 6 e 7 maggio. In via straordinaria, nel 2020 l’evento è ospitato da una piattaforma online che coinvolge 165 espositori e oltre 120 relatori, oltre a un folto gruppo di partecipanti alle tavole rotonde, workshop e altri appuntamenti.

Come acquistano gli italiani? Il boom del Click&Collect e non solo

L’evento è stato aperto da Roberto Liscia, presidente di Netcomm che ha messo in luce come il distanziamento sociale abbia modificato in tempi record, non solo le preferenze, ma anche le modalità di acquisto online. Il Click&Collect, ovvero la possibilità di comprare online e ritirare in negozio, ha avuto un vero e proprio boom, registrando una crescita del +349%. Questa modalità permette di assecondare i propri ritmi e orari personali, ma consente anche di assicurare il distanziamento sociale ed evitare assembramenti in negozio.

Questa abitudine ha generato, a sua volta, l’avanzata del proximity commerce, grazie al quale i commercianti possono raggiungere i propri clienti presenti nei dintorni. Questo tipo di vendita viene effettuata soprattutto da ristoranti e altri locali simili, anche grazie alle grandi piattaforme di delivery (come Deliveroo, Just Eat, Glovo etc.). Tali servizi hanno raggiunto anche i piccoli centri abitati e quindi favoriscono la sopravvivenza delle piccole attività che possono continuare a operare e apportare valore all’intero territorio. È una pratica comoda a cui i cittadini si stanno abituando e che, a causa all’isolamento, ha coinvolto anche tanti negozi al dettaglio che hanno imparato a gestire le consegne a domicilio nella propria zona di riferimento.

Naturalmente, accanto a questi segnali positivi, esistono ancora tante lacune da colmare. Una di queste è l’acquisizione di una logica multicanale: sono ancora pochi i negozi che gestiscono i propri cataloghi e servizi integrando mezzi fisici e digitali, come per esempio le app o gli e-commerce. Eppure le applicazioni offrirebbero maggiori opportunità di crescita alle attività commerciali: permetterebbero di conoscere e raggiungere la sede più vicina (nel caso di catene in franchising) in cui acquistare oppure scegliere tra diverse modalità di pagamento o ancora ricevere sconti con i programmi fedeltà. Secondo l’indagine di Netcomm, su circa 46.000 punti vendita (appartenenti a 280 marchi) solo il 79% ha un e-commerce e, di questi, solo il 37% ha abilitato il ritiro o reso in negozio di prodotti comprati online.

Vendita online: quali sono le nuove sfide delle PMI?

Durante la prima giornata del Forum, è intervenuta anche Valentina Pontiggia, Direttrice dell’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm – Politecnico di Milano. L’esperta si è interrogata sugli effetti del Coronavirus sul mondo del commercio. A suo avviso, i canali online e offline dovranno diventare sempre più interdipendenti per garantire ai clienti una vasta offerta e servizi diversificati in base alle necessità. Una volta passata la crisi, l’e-commerce svolgerà un ruolo indispensabile per la ripresa dei diversi settori: occorre cogliere al volo le opportunità offerte. In poche parole, bisogna abbracciare l’innovazione in ogni ambito aziendale. Per farlo occorre acquisire competenze tecnologiche e dotarsi delle tecnologie di ultima generazione per poter offrire servizi diversificati. Queste sono le principali sfide che le aziende dovranno affrontare per avanzare nel proprio percorso di digitalizzazione.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...