Home Page Business

Cosa sono gli Heading Tag e come scriverli per la SEO

Gli Heading Tag sono molto importanti per la User Experience, per la SEO e per il posizionamento della pagina web all’interno dei motori di ricerca: scopri sul blog cosa sono e come scriverli in modo efficace

Alt text

Gli Heading Tag, ossia i tag di intestazione HTML, sono fattori molto importanti per la SEO e per il posizionamento di una pagina web all’interno dei motori di ricerca. Per questo motivo è fondamentale sapere esattamente cosa sono e quanti sono, a cosa servono con precisione e in che modo bisogna scriverli per ottenere risultati efficaci. Questa guida specifica dedicata all’uso degli Heading Tag approfondisce nel dettaglio proprio tutti questi aspetti.

Cosa sono gli Heading Tag e a cosa servono

Gli Heading Tag sono tag di intestazione HTML che servono a specificare quali frasi presenti in una pagina web devono apparire come titoli e sottotitoli. In questo modo, essi facilitano la lettura di un documento web strutturandolo in maniera ordinata in varie parti, identificate a livello grafico in base alla formattazione diversa associata ai differenti Heading Tag. Complessivamente esistono 6 diversi Heading Tag, anche se quelli ritenuti più importanti in ottica SEO sono i primi 3.

Oltre a migliorare la User Experience, rendendo più facile agli utenti la navigazione all’interno della pagina web e la lettura del documento, questi tag di intestazione HTML agevolano l’analisi del contenuto della pagina da parte degli spider dei motori di ricerca, che individuano il codice HTML e identificano le frasi contenute tra i diversi Heading Tag.

Tra tutti, quello a cui è attribuita la maggiore importanza è il tag H1, che, attraverso le parole chiave inserite al suo interno, aiuta i motori di ricerca a comprendere l’argomento principale trattato all’interno della pagina web.

Realizza il sito dei tuoi sogni
con i nostri esperti

Scopri come

Quanti sono e quali sono gli Heading Tag

Come evidenziato in precedenza, esistono 6 differenti Heading Tag: dall’H1 (il più importante) all’H6. Mentre il tag H1 serve a rendere esplicito l’argomento principale della pagina web, gli altri tag di intestazione forniscono preziose informazioni sull’argomento di ciascuna sezione. Generalmente, i tag H2 e H3 sono utilizzati per specificare i sottotitoli (di primo e secondo grado), mentre i tag H4, H5 e H6 sono riservati alle note aggiuntive, agli approfondimenti o alle informazioni di servizio come contatti e copyright.

Il tag H1, cioè il primo tag di intestazione visibile all’interno della pagina, si trova nella parte superiore della gerarchia dei vari tag ed è formattato in maniera diverso dagli altri, con lo scopo di far risaltare la frase contenuta al suo interno e migliorare la SEO della pagina. La dimensione della formattazione dei diversi Heading Tag diventa, poi, sempre più piccola man mano che diminuisce la gerarchia dei tag di intestazione.

Che differenza c’è tra H1 e Tag Title

In ambito SEO, l’Heading Tag H1 viene talvolta confuso con il Tag Title, altro fattore molto importante per l’ottimizzazione sui motori di ricerca. Esistono, però, alcune importanti differenze tra questi tag.

Mentre il tag H1 è ben visibile agli occhi degli utenti durante la navigazione all’interno della pagina web, il Tag Title, in quanto elemento dedicato prevalentemente ai motori di ricerca, non compare nel corpo della pagina, ma solo nell’intestazione di essa, nella barra del titolo del browser e come intestazione principale dello snippet nella SERP. Dal punto di vista della SEO, quindi, il Tag Title risulta più importante dell’H1, ma entrambi i tag vanno ottimizzati ai fini del posizionamento della pagina web nei motori di ricerca.

Come utilizzare gli Heading Tag in HTML in maniera efficace

Per quanto riguarda l’ottimizzazione del tag H1 è bene precisare, innanzitutto, che esso può essere uguale al Tag Title, anche se è preferibile differenziarli in modo tale da evidenziare alcuni precisi aspetti quando ci si rivolge all’utente e altri quando si comunica invece con i motori di ricerca.

Generalmente, l’H1 risulta più immediato, mentre il Tag Title è più descrittivo. In entrambi, però, devono necessariamente essere inserite le parole chiave associate all’argomento principale della pagina web cui si riferiscono. Per evitare il rischio di incorrere in pratiche di keyword stuffing (tecnica che, attraverso la ripetizione esasperata della parola chiave, punta ad aumentare la visibilità sui motori di ricerca, ormai malvista e penalizzata da quest’ultimi) è possibile ricorrere all’uso di parole chiave correlate per i tag di intestazione, individuabili attraverso specifici strumenti di analisi.

Per risultare efficace, l’H1 deve essere inoltre coerente con gli intenti di ricerca degli utenti e, quindi, mostrare ciò che essi si aspettano di leggere sulla pagina trovata.

È importante, poi, utilizzare i tag di intestazione in maniera gerarchica, facendo riferimento al preciso scopo associato a ciascun Heading Tag. È anche doveroso ricordare che non necessariamente bisogna utilizzare tutti gli Heading Tag a disposizione: il loro utilizzo, infatti, deve essere valutato in base alla lunghezza e alla tipologia di contenuto, tenendo sempre chiaro l’obiettivo di rendere più facile la User Experience.

Realizza il sito dei tuoi sogni
con i nostri esperti

Scopri come

Tags:
Caricamento contenuti...