Come funziona Google Immagini

Google Immagini è il motore che, se sfruttato in modo adeguato, permette a qualsiasi sito web di aumentare il traffico organico. Scopri perchè

Alt text

Tutti conoscono Google, è il motore di ricerca più famoso al mondo. Accanto a questo sistema, che nei risultati include qualsiasi tipo di contenuto, il colosso di Mountain View ha creato un altro strumento specifico per i formati visivi: Google Immagini. Si tratta di uno strumento molto usato dai professionisti del web anche perchè può offrire una spinta in più alla visibilità di un sito web e non solo. Ecco come funziona Google Immagini e come creare un contenuto visivo di successo.

Cos’è Google Immagini

Google Image Search – questo è il nome ufficiale in lingua inglese – nasce il 12 luglio 2001 in circostanze davvero curiose: gli sviluppatori di Google dovevano soddisfare l’esigenza dei tanti utenti che in quel periodo cercavano online la fotografia di Jennifer Lopez con indosso l’iconico vestito verde firmato Versace. La query “Jennifer Lopez in her exotic green Versace dress” spopolava, ma una ricerca generica non soddisfaceva pienamente il search intent. Così, Google decise di introdurre uno strumento focalizzato nella ricerca delle immagini, che venne successivamente integrato nel motore generico.

Quando si accede a Google Immagini, il motore mostra una serie di contenuti visivi attinenti alla query e l’utente può cliccare sull’immagine (a cui sono affiancate diverse informazioni, tra cui i diritti di utilizzo) che più gli interessa e accedere alla pagina web che la contiene per approfondire.

Perchè è importante ottimizzare un’immagine

Da tutto ciò si deduce quanto l’ottimizzazione di un’immagine sia importante per un sito web. I motivi sono tanti. Innanzitutto, le persone usano le immagini come trampolino per accedere a un sito e approfondirne il contenuto.

Per esempio, quando un utente sta programmando un viaggio si ritrova spesso a cercare informazioni online. Tra i vari canali utilizza anche Google Immagini per trovare fotografie di attrazioni o luoghi da visitare. Quando trova un’immagine capace di colpire la sua attenzione, è incentivato a cliccarla e accedere alla pagina web, che può contenere una guida, un itinerario o un articolo informativo su quella località. Google Immagini si rivela, così, interessante per un sito web turistico.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Ma gli utenti usano le immagini per tanti altri motivi. Per esempio, sono una leva decisionale molto importante per acquistare online: per esempio, guardando una fotografia di un paio di scarpe, può venir voglia di comprarle; mentre si cerca casa, una fotografia può causare un vero e proprio colpo di fulmine. Ed ecco che l’agenzia immobiliare chiude una vendita grazie proprio a quella fotografia che appare in ottima posizione su Google Immagini. Insomma, i contenuti visivi emozionano, ispirano e aiutano i consumatori a scegliere cosa acquistare (e le aziende a vendere). Negli ultimi anni, i SEO Specialist si sono accorti che le immagini hanno un peso importante anche nel posizionamento nella SERP quindi si fa molta attenzione ad ottimizzarle nel modo corretto.

Google Immagini e ottimizzazione SEO

Il primo passo quando si monitorano le immagini di un sito web è verificare che siano indicizzate da Google Immagini. Per velocizzare la scansione del sito da parte dei bot di Google è importante caricare la Imagine Sitemap.

A livello pratico, quando si carica un’immagine in una pagina web è importante nominarla correttamente con una parola chiave che la descriva sinteticamente e che sia rilevante ai fini SEO. Inoltre, in tutti i CMS ci sono dei campi in cui è possibile inserire i cosiddetti meta-dati, ovvero informazioni utili a Google ma anche agli utenti in generale. Innanzitutto, bisogna compilare l’Alt Text, che permette al motore di capire cosa rappresenta l’immagine. L’Alt Text permette anche ai lettori vocali di leggere il contenuto dell’immagine per le persone cieche o ipovedenti. Infine, è importante caricare solo immagini di alta qualità ma che pesino poco, in modo da non rallentare il caricamento della pagina. Eventualmente si può inserire una didascalia che descrive l’immagine e la contestualizza ancora meglio all’interno di una pagina o di un testo online.

Insomma, Google Immagini è un motore che qualsiasi azienda online può usare per aumentare il traffico al proprio sito web. Questi sono dettagli di cui i professionisti tengono conto quando creano e pubblicano una piattaforma, ecco perchè importante rivolgersi a persone esperte quando si vuol portare la propria impresa sul web.

Italiaonline, con il suo team specializzato in diversi aspetti del marketing online, può supportare le aziende, di qualsiasi tipo e dimensione, a presentarsi al meglio e sfruttare tutte le opportunità che la rete offre.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Caricamento contenuti...