Home Page Business

Sicilia: contributi a fondo perduto per le microimprese

Nuova misura a favore delle imprese colpite dalla pandemia. Il fondo di 125.000 € servirà a rilanciare il sistema economico siciliano. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 21 sett 2020 al 9 ott 2020
regione Sicilia

Un contributo a fondo perduto destinato alle microimprese danneggiate dalla pandemia: questa è la finalità del bando promosso dalla Regione Sicilia. Si chiama BonuSicilia e nasce per facilitare la ripresa del sistema economico del territorio. Le agevolazioni verranno concesse secondo diversi criteri, per esempio anche in base al settore e alla Provincia in cui l’azienda interessata ha una sede legale o operativa. Chi è interessato deve fare attenzione alle due diverse finestre di tempo indicate nell’avviso: una è mirata a compilare la domanda, la seconda invece è destinata esclusivamente all’invio dell’istanza.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: BonuSicilia – Concessione contributi a fondo perduto a favore delle microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi
  • A chi è rivolto il bando: microimprese con sede in Sicilia
  • Fondi disponibili: 125.000 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Sicilia
  • Le date da segnarsi sul calendario: compilazione della domanda dal 21 settembre al 4 ottobre 2020; invio della domanda dal 5 ottobre al 9 ottobre

Obiettivo e fondo stanziato

Il bando nasce con l’obiettivo di aiutare le imprese della Regione Sicilia maggiormente colpite dalla crisi sanitaria ed economica legata al Covid-19. Per centrare al meglio l’obiettivo, l’ente regionale ha individuato i settori prioritari su cui intervenire con la concessione di contributi a fondo perduto mirati a ridurre i danni della pandemia. Per raggiungere tali obiettivi si sono stanziati 125.000 € suddivisi su base provinciale.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le microimprese (meno di 10 dipendenti) operative nei settori commerciale, industriale, alberghiero e servizi. Le aziende devono essere attive e iscritte al Registro delle Imprese presso una Camera di Commercio della Regione Sicilia, dove devono avere sede legale e/o unità operativa. Inoltre, devono avere subito danni a causa del Covid-19, in particolare devono avere avuto una sospensione dell’attività o riduzione del fatturato, secondo le disposizioni pubblicate nell’avviso.

Contributo

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto per un importo minimo di 5.000 € e massimo di 35.000 € per ogni impresa richiedente. Prevede un bonus una tantum per: le aziende costituite e avviate dopo il 31 dicembre 2018 (5.000 €), per le aziende costituite e avviate prima del 1 gennaio 2019 e che l’anno di imposta 2018 erano in regime fiscale forfettario (6.000€) e per imprese costituite e avviate prima del 1 gennaio 2019 e che nell’anno di imposta si trovavano in regime fiscale ordinario con un limite complessivo di 35.000 € (5.000 € + 40% del fatturato medio di due mesi sulla base del volume d’affari del 2018).

Spese ammesse dal bando

Non è prevista la presentazione di spese ammissibili per accedere al bando.

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione possono essere compilate a partire dalle ore 9:00 del 21 settembre 2020 fino alle 23:59 del 4 ottobre 2020.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Dalle ore 9:00 del 5 ottobre 2020 alle ore 23:59 del 9 ottobre 2020 si può inviare l’istanza.

La Regione Sicilia ha comunicato che al raggiungimento del numero di istanze pari al 120% della dotazione finanziaria, lo sportello sarà chiuso e non sarà possibile inviare ulteriori domande, a prescindere dalla data di scadenza.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione disposta dal bando devono essere inviate esclusivamente in via telematica attraverso il sito https://siciliapei.regione.sicilia.it.
A partire dal 18 settembre è possibile consultare, sulla medesima piattaforma, le istruzioni per compilare la richiesta di contributo. Dopo aver compilato il modulo, bisogna scaricare il documento in PDF creato dalla piattaforma, inserire la firma digitale del legale rappresentante e caricarlo nuovamente online per poi inviarlo. Il sistema confermerà l’effettivo ricevimento dell’istanza.

Controlli ed eventuale revoca contributi

La Regione Sicilia accoglie e gestire le domande tramite procedura valutativa a sportello, ovvero in base all’arrivo in ordine cronologico. In seguito all’istruttoria, vengono pubblicati i provvedimenti di concessione del contributo. In seguito, l’impresa beneficiaria è tenuta a presentare la richiesta di erogazione, usando lo scherma apposito presente su Siciliapei. La Regione provvede quindi all’erogazione del contributo tramite bonifico bancario.

Le imprese beneficiarie che rilasciano dichiarazioni inesatte o mendaci, documentazione inadeguata, insufficiente o recante informazioni false, che non rispettano le tempistiche e altre disposizioni del bando subiranno la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati si possono consultare e scaricare presso il sito web EuroinfoSicilia. Per informazioni è possibile contattare il referente La Rosa Vincenzo, al numero telefonico 091 7079544 o alla seguente e-mail credito.ap@regione.sicilia.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...