Home Page Business

SEO per Instagram: consigli per aumentare i follower

Per chi possiede un’attività è fondamentale curarne la SEO anche tramite social come Instagram. Ecco alcuni suggerimenti per aumentare i follower sulla celebre piattaforma

Alt text

Quando si menziona l’acronimo SEO, ci si riferisce solitamente alle strategie di Search Engine Optimization utilizzate per aiutare un sito web a scalare la vetta della SERP e garantirgli un’eccellente visibilità sul web. In realtà esista un’altra interessante tipologia di ottimizzazione SEO, ovvero quella applicata ai social media.

Ebbene sì, anche la gestione dei profili social richiede la conoscenza di alcuni importanti trick di ottimizzazione che possono contribuire al successo di un account ed al suo posizionamento sulla piattaforma. I social networks funzionano in realtà come dei micro motori di ricerca e rendono implementabili alcune dei basilari concetti SEO anche al social media management.

Instagram in particolare è l’esempio ideale per parlare di ottimizzazione per i social media: i suoi algoritmi infatti tendono a favorire quei profili che sono altamente performanti a livello di SEO per Instagram. È per questo che, se desideri che il tuo profilo personale o aziendale raggiunga una maggiore esposizione, dovresti assolutamente occuparti di questo aspetto: usare Instagram insomma non significa solamente postare immagini accattivanti e creare un feed curato, bensì richiede anche sforzi a livello SEO, perché la piattaforma possa trasformarsi in un vero e proprio strumento di marketing per il tuo business.

Cerchiamo quindi di capire quali sono i vantaggi principali nell’applicare la Search Engine Optimization a IG e quali le più efficaci tattiche SEO da mettere in pratica immediatamente sul tuo account.

Crea efficaci campagne su

Facebook e Instagram!

Scopri come

Quali sono i vantaggi del fare SEO per Instagram?

Sono molti i fattori che possono contribuire a fare di un profilo IG un asso nella manica per un brand o un professionista che sceglie di comunicare anche attraverso questo canale: una volta imboccata la giusta strada e applicate le migliori best practices nella tua gestione quotidiana del social, ti sarà facile accorgerti della differenza tra una cura amatoriale del profilo ed una invece più professionale.

Una buona SEO per Instagram può aiutarti a promuovere con efficacia il tuo account, incrementarne la visibilità ed aumentare il suo livello di engagement, per creare una community appassionata di seguaci. L’impatto della SEO sugli Instagram followers può infatti essere decisamente significativa e guidare verso un aumento esponenziale degli stessi. Tutti fattori che, specialmente per un profilo legato a uno specifico business, possono tradursi facilmente in maggiori conversioni, acquisti o introiti.

Insomma, sono più d’una le motivazioni convincenti per cui vale la pena imparare a maneggiare con abilità la SEO per Instagram.

Quali sono i più efficaci SEO Instagram tips?

La più tradizionale ottimizzazione SEO si basa su una serie di tecniche e regole specifiche per accompagnare un sito web verso la pole position della pagina dei risultati di ricerca e si fonda su un mix di strategie applicabili sia al sito web stesso che alla rete di interconnessioni in cui è inserito: SEO On Page, SEO On Site e SEO Off Site sono le principali branche della search engine optimization, e si uniscono spesso alla più mirata Local SEO.

La SEO per Instagram riprende molti dei concetti basilari dell’ottimizzazione per i motori di ricerca e li traduce in un’insieme di pratiche utili a far crescere un profilo sul social e posizionarlo al meglio: la SEO Instagram, nel marketing di un brand, ha un ruolo decisamente fondamentale.

Ecco alcuni dei principali consigli per metterla in pratica, nel concreto.

I primi passi della SEO per Instagram: lavora su nome e username

Fin dal momento della creazione di un profilo IG possono essere utilizzati principi chiave dell’ottimizzazione, che consentano di impostare correttamente non solo l’account ma anche la sua SEO. Uno dei primi passaggi che dovresti effettuare è quello di scegliere un nome utente ed uno username che rispettino alcune caratteristiche chiave: siano semplici da leggere e capire, siano sufficientemente originali e, soprattutto, siano pertinenti con l’attività che svolgi.

Nome utente e username infatti sono le prime tra le parole chiave di importanza cruciale che dovrai pensare di integrare nel tuo profilo Instagram e fungono in pratica da vere keywords nel momento in cui un utente digita una query di ricerca sul social. Evita quindi di scegliere nomi improbabili e di difficile comprensione, densi di caratteri speciali e simboli senza senso particolare.

Individua invece la keyword principale del tuo brand o business ed assicurati di inserirla in queste prime posizioni essenziali: faciliterai così il lavoro di ricerca sia dei tuoi utenti che dello stesso algoritmo di IG.

È il momento di pensare alla Bio

I caratteri che ti sono messi a disposizione da Instagram per creare la tua Bio non sono certamente da sprecare per inserire informazioni irrilevanti o una manciata di emoticon simpatiche: dovrai invece elaborare una breve ma incisiva descrizione della tua attività che, oltre a parlare chiaramente di te o della tua impresa, contenga anche un buon mix di parole chiave secondarie e correlate, che definiscano meglio di cosa ti occupi ed amplino il contenuto semantico della bio stessa.

Breve, coerente e, ancora una volta, ben leggibile: ecco le principali caratteristiche che dovrebbe possedere la tua Bio IG per essere considerata da Instagram e mostrata nel momento in cui i fruitori della piattaforma sono alla ricerca di profili in linea con il tuo.

Cura le captions

Fare SEO su Instagram significa anche avere una maniacale cura delle tue captions, ossia le didascalie che inserisci sotto le tue immagini. Qui le tue conoscenze SEO dovrebbero guidarti nella realizzazione di micro testi efficaci e ben organizzati a livello di ottimizzazione. Oltre ad essere freschi e coinvolgenti cioè, essi dovrebbero integrare armoniosamente le migliori keywords inerenti l’argomento trattato, per consentire all’algoritmo della piattaforma di scansionarli e capire senza difficoltà il loro contenuto.

Perché IG mostri i tuoi post sempre in buona posizione nei momenti più opportuni, fai un uso oculato delle parole chiave nelle tue captions, distribuendole nel testo con naturalezza. Non dimenticarti di ponderare bene la lunghezza delle didascalie in base alla soglia media di attenzione dei tuoi followers e di usare i migliori trucchi del copywriting per inserire ad esempio parole di apertura che catturino l’attenzione o CTA finali che spingano all’azione, massimizzando l’engagement.

Usa gli hashtags Instagram come vere keywords

All’interno dell’universo social, gli hashtag sono delle vere parole chiave e come tali vanno utilizzate. Essenziali nell’ottimizzazione di un profilo IG, gli hashtag sono indispensabili sia lato algoritmo che lato utenti: se da una parte aiutano infatti la piattaforma ad organizzare i suoi flussi di contenuti, dall’altra permettono ai fruitori di trovare esattamente il tipo di contenuti che cercano navigando su Instagram.

Inserire un gruppo di hashtag non studiato nei dettagli però può portarti però a risultati nulli o addirittura controproducenti. Per scegliere in maniera mirata i tuoi hashtag ricordati di selezionare solamente quelli legati alla tua attività specifica, trascurando senza rimorsi quelli troppo generici, troppo inflazionati o poco pertinenti con il tuo business e la tua nicchia di pubblico.

Uno dei suggerimenti fondamentale ma spesso trascurato è quello di inserire tra i tuoi hashtag anche quelli relativi al tuo brand ed alla tua impresa, che fungano da identificatore univoco e contraddistinguano i tuoi post. Inoltre è bene variare costantemente gli hashtag utilizzati evitando di fare un costante copia incolla dello stesso batch di parole chiave, pratica che può addirittura essere interpretata come spam da Instagram.

L’ideale è quello di sfruttare i 30 hashtag che hai a disposizione per mixare parole chiave legate al tuo marchio, keywords più ampie ma sempre mirate sul tuo campo di attività e hashtag più generici o legati alla posizione geografica: proprio la localizzazione geografica fa parte infatti delle regole della SEO per Instagram.

Sfrutta i tag di geolocalizzazione a tuo vantaggio

Se il tuo profilo è per qualsivoglia motivo legato ad uno specifico territorio, la tua strategia SEO dovrebbe comprendere pratiche di Local SEO, anche a livello di Instagram. Il tag di localizzazione è fondamentale sia per le imprese che operano a livello locale sia per quelle che desiderano ampliare i loro confini ad altre aree geografiche.

Molto spesso, anche su Instagram come su Google, le query usate degli utenti hanno infatti intenti di ricerca locali e sono volte a trovare luoghi, stores, professionisti, informazioni o semplici ispirazioni nelle vicinanze della loro posizione: non trascurare questo aspetto e ricordati sempre di geolocalizzare i tuoi scatti o le tue grafiche prima di condividerli su IG.
Sii più specifico possibile, per avere maggiori probabilità di intercettare pubblico in prossimità della tua posizione.

Non trascurare gli Alt texts Instagram

La possibilità di inserire Alt Text anche nelle immagini di Instagram è inizialmente stata introdotta per facilitare la fruizione del social anche agli ipovedenti, ma si è trasformata oggi in uno dei fattori di ottimizzazione della piattaforma.

All’interno delle “Impostazioni Avanzate” del social, nella sottosezione “Accessibilità” è infatti possibile reperire la voce “Scrivi testo alternativo” (o Alt Text, appunto): dovrai inserire qui una breve didascalia che descriva in maniera quanto più precisa possibile il contenuto mostrato nell’immagine, sempre considerando l’uso di parole chiave ben pensate.

Un’abitudine che contribuirà senza dubbio al tuo posizionamento ottimale all’interno dei flussi di contenuti del social e che, unita agli altri consigli SEO per Instagram visti in questa piccola guida, ti porterà dritto verso i tuoi risultati.

Crea efficaci campagne su

Facebook e Instagram!

Scopri come

Tags:
Caricamento contenuti...