Home Page Business

Geolocalizzazione e local SEO il futuro del digital marketing

Il futuro del marketing sarà legato sempre di più alla geolocalizzazione tramite IP. Questo è quanto rilevato dal report di Digital Element

Alt text

La pubblicità online negli ultimi anni è aumentata in modo esponenziale, complice l’incremento di servizi studiati appositamente per raggiungere il target e piattaforme sempre più sofisticate. Una volta i messaggi venivano diffusi a tappeto senza selezionare il segmento di pubblico nel dettaglio, ora si prendono in considerazione abitudini, tipo di dispositivo usato, comportamenti online e anche la posizione nello spazio del potenziale cliente.

Secondo il report realizzato da Digital Element in collaborazione con GSMA e pubblicato su Mobile World Live, il marketing digitale si concentrerà sempre più sulla geolocalizzazione effettuata non solo con il GPS ma tramite indirizzo IP, ritenuta affidabile e sicura per l’utente e molto efficace per l’inserzionista. Ciò porterà vantaggi anche e soprattutto al ramo della Local Seo. Ecco cosa svela nel dettaglio il report e quali sono le opportunità per le aziende.

Il ruolo della Geolocalizzazione nel futuro del Digital Marketing

L’analisi condotta da Digital Element ha un titolo evocativo “Targeting and trust. How IP geotargeting can help solve digital marketing’s current issues” e appunto si concentra sulle opportunità offerte dalla geolocalizzazione IP per superare le tradizionali difficoltà del marketing, quelle legate al calo delle interazioni, gli scandali legati alla privacy, ma anche al monopolio dell’offerta.

Il valore del marketing digitale è ormai enorme: secondo eMarketer nel Regno Unito sono stati spesi 19 miliardi di dollari solo nel 2019 con un incremento del 16% rispetto al 2018, mentre la cifra sale a 333 miliardi di dollari a livello globale. Insomma, gli investimenti aumentano, di conseguenza il marketing deve essere all’altezza delle aspettative, fornendo risultati sicuri e crescenti. Questa è una sfida ardua, considerando che non parliamo di una scienza esatta, ma di una disciplina fatta di strategie, indicatori di crescita, accumulo e lettura di dati e così via. Occorre poi considerare che esistono diversi punti critici da superare, come la gestione della privacy o il calcolo dei risultati tramite indici che garantiscano valori esatti.

Secondo il report di Digital Element sarà proprio la geolocalizzazione a offrire soluzioni soddisfacenti: permetterà a un inserzionista di sapere dove si trova il suo potenziale cliente e quindi offrirgli un’esperienza personalizzata in base al contesto. La pubblicità basata sulla posizione può sfruttare il GPS, ma non solo. Infatti, se una persona non ha questa funzione attiva sul proprio dispositivo, rintracciarlo è difficile. Quindi nel futuro le inserzioni prenderanno in considerazione un altro parametro: l’indirizzo IP che viene usato per profilare l’utente risalendo fino al codice postale, garantendogli l’anonimato, quindi senza invadere la sua privacy.

Senza contare che l’IP permette anche di risalire al tipo di dispositivo, alla velocità di connessione, nonché il gestore telefonico. In questo modo i marchi hanno informazioni aggiuntive, utili per creare inserzioni mirate, incrementando la possibilità di avere un CTR più alto.

Infine, l’IP permetterà di migliorare le attività legate alla Local SEO, una tendenza che negli ultimi anni – e anche con la Quarantena – è diventata sempre più ricercata e sfruttata dalle aziende.

Local SEO: perché è fondamentale la geolocalizzazione?

La Local SEO è un ramo della Search Engine Optimization abbastanza giovane ma ricco di potenzialità, destinato a diventare sempre più importante in futuro. Viene usato per migliorare il posizionamento di una pagina web nell’elenco dei risultati di ricerca locali. Viene sfruttata ampiamente da chi ha un ristorante, un negozio di abbigliamento, un locale o qualsiasi attività che per sopravvivere deve fare riferimento su clienti presenti nelle vicinanze.

Questo tipo di ricerca si è intensificato negli ultimi anni. In un primo momento per trovare un’attività vicina era necessario scrivere il nome del luogo nella barra di ricerca, per esempio “Pizzeria Roma”. Ora invece, grazie alla geolocalizzazione è possibile anche semplicemente scrivere “Pizzeria” e il motore offrirà in modo automatico i locali più vicini.

Il miglioramento della geolocalizzazione – grazie allo sfruttamento dell’IP – permetterà di offrire risultati sempre più chiari e mirati. D’altronde, durante la quarantena la ricerca di negozi o ristoranti vicini, che facessero consegne a domicilio o servizio d’asporto, è aumentato esponenzialmente, quindi è chiaro che il marketing di prossimità avrà un ruolo cruciale nei prossimi anni. Le aziende devono quindi aggiornarsi e sapere sfruttare le nuove tecnologie e funzionalità: in palio c’è l’intercettazione del cliente, l’aumento delle vendite e la crescita della propria attività.

Caricamento contenuti...