Home Page Business

Sardegna: Credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design

Il sito Sardegna Impresa ha pubblicato l'avviso legato all'agevolazione per gli investimenti in innovazione del Piano Transizione 4.0. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 1 gen 2020 al 31 dic 2020
regione Sardegna

Anche le imprese della Regione Autonoma della Sardegna sono invitate a partecipare alla misura “Credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design“. Infatti, le realtà imprenditoriali che investono in progetti innovativi legati al piano Transizione 4.0 possono avere un’agevolazione sotto forma di credito di imposta. In alcuni casi, il bonus arriva al 12% permettendo alle aziende interessate di alleggerire i costi. Le domande devono essere inoltrate al Ministero dello Sviluppo Economico entro il 31 dicembre 2020. Si tratta di un’agevolazione molto importante per la digitalizzazione del nostro Paese che sicuramente verrà prorogata anche in futuro.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design
  • A chi è rivolto il bando: imprese con sede in Italia
  • Ente che eroga il finanziamento: Ministero dello sviluppo economico
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande fino al 31 dicembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

Il bando si colloca nell’ambito delle iniziative collegate al Piano Transizione 4.0. Si tratta di un provvedimento mirato a sostenere gli investimenti da parte delle aziende in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica. L’obiettivo è supportare la competitività delle imprese e affiancarle nel percorso di trasformazione digitale, ma anche nell’ambito della sostenibilità e dell’economia circolare.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le imprese che hanno sede legale e operativa in Italia, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti nel nostro Paese. Sono escluse le aziende in fallimento, liquidazione volontaria, liquidazione coatta amministrativa e simili. Inoltre, occorre essere in regola con le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e con il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali per i lavoratori.

Contributo

Il contributi concessi variano a seconda del progetto presentato:

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

  • per l’attività di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale in campo scientifico e tecnologico è previsto un credito d’imposta del 12% fino a un massimo di 3 milioni di euro
  • per l’attività di innovazione tecnologica è previsto un credito d’imposta del 6% fino a 1.5 milioni di euro, che arriva al 10% per un massimo di 1.5 milioni di euro in caso di innovazione tecnologica finalizzata alla transizione ecologica e innovazione digitale 4.0
  • per l’attività di design e innovazione estetica è previsto un credito di imposta del 6% delle spese agevolabili fino al 1.5 milioni di euro

Spese ammesse dal bando

I progetti finanziabili sono legati ad attività di ricerca fondamentale, industriale e sviluppo sperimentale in ambiente tecnologico e scientifico; attività di innovazione tecnologica per la realizzazione di prodotti e processi nuovi o migliorati; attività di design e creazione estetica per vari settori, dalla moda all’oreficeria, calzaturiero, mobile, arredo, ceramica, fino all’artigianato.

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione possono essere inviate fino alle 23:59 del 31 dicembre 2020.

Procedure e invio domanda

Per la concessione del contributo, occorre certificare le spese ammissibili sostenute. Il certificato è rilasciato da un soggetto incaricato alla revisione legale dei conti. Le imprese sono tenute a redigere e conservare una relazione tecnica che descriva le finalità, i contenuti e i risultati raggiunti con il progetto.

Infine, le aziende interessate devono inviare una comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Il credito di imposta si può richiedere e ottenere in compensazione, tramite presentazione del modello F24. Sarà fruibile in tre quote annuali di pari importo.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Eventuali violazioni, dichiarazioni inesatte o mendaci e atti simili provocheranno la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Le informazioni sulla misura si possono consultare sul sito web di Sardegna Impresa. e nella apposita pagina web del Ministero dello Sviluppo Economico.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Direzione Generale per la Politica Industriale, l’Innovazione e le PMI all’indirizzo e-mail: transizione4.0@mise.gov.it.

Caricamento contenuti...