Industria 4.0 - la lenta crescita delle aziende italiane

A che punto è la digitalizzazione delle aziende italiane? Lo rivela un sondaggio che ha messo nero su bianco lo stato dell’arte della transizione tecnologica

Pubblicato il 29 aprile 2022
Alt text

Se ne parla ormai da tempo e oggi è al centro della trasformazione economica e del lavoro, in Italia e nel mondo. Parliamo dell’industria 4.0 che con l’evoluzione dei tempi, il rinnovo delle esigenze ed un mercato che corre sempre più veloce, “impone” un cambiamento radicale nella produzione e nella gestione aziendale.

L’industria 4.0 esige di rivedere i piani e la gestione stessa del lavoro, dando sempre più spazio alle nuove tecnologie che permettono da un lato una gestione più flessibile del ciclo produttivo e dall’altro un miglioramento delle condizioni di lavoro per un rapporto rinnovato tra i dipendenti e le nuove macchine.

Una trasformazione digitale a tutti gli effetti insomma. Ma in Italia a che punto siamo? Le aziende tricolore come hanno accolto queste novità che si sono imposte con la quarta rivoluzione industriale? Lo rivela un sondaggio svolto in dieci Paesi europei.

Industria 4.0: lo stato dell’arte in Italia

Che cos’è l’industria 4.0 per le aziende italiane e quante di loro si stanno evolvendo per adattarsi a questo nuovo approccio? Lo descrive un sondaggio svolto dall’istituto di ricerche di mercato YouGov per conto di Handelsblatt e TeamViewer che ha coinvolto i decision-maker di dieci Paesi europei tra cui l’Italia.

Il quadro è piuttosto chiaro e l’Italia, come sempre, resta un passo indietro. Solo un quarto dei Paesi europei, infatti, si sta adeguando inserendo i processi innovativi dell’industria 4.0 nella propria strategia produttiva e nella road map aziendale. Più della metà non vi si è proprio approcciata escludendo del tutto la digitalizzazione dalle proprie strategie aziendali.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!

Scopri come

Per le imprese tricolori parlare di industria 4.0 significa usare le nuove tecnologie per digitalizzare il processo produttivo continuando ad utilizzare le macchine ma con l’intelligenza artificiale. Lo pensa circa l’80% delle realtà aziendali del nostro Paese che crede che la trasformazione avviata con l’industria 4.0 porterà a migliori condizioni di lavoro, con più sicurezza, introducendo una cultura aziendale rinnovata.

La transizione dunque è iniziata ma procede con tempi molto lenti anche se le aspettative sono positive. I decision-maker intervistati si attendono risultati ottimali: dall’aumento dell’efficienza al miglioramento della qualità del lavoro e dei servizi che la propria azienda può offrire, passando da una riduzione dei costi fino ad una maggiore sicurezza in larga scala, per la salute dei dipendenti, delle informazioni e anche degli edifici.

Trasformazione digitale lenta, il problema principale

C’è però un grande problema da affrontare nel contesto della transizione digitale che si pone come il principale responsabile della lenta crescita delle aziende italiane e non solo. Si tratta dei costi da sostenere e delle tempistiche necessarie per completare lo switch verso una nuova modalità di gestione e produzione.

Per il 32% dei decision-marker proprio questi due fattori rappresentano le incertezze più grandi per la digitalizzazione della propria azienda. Si aggiungono poi molti altri dubbi che interessano diversi settori aziendali: dalla sicurezza informatica che preoccupa il 28% degli intervistati all’incompatibilità tra i macchinari già in uso in azienda e le nuove tecnologie che richiedono un continuo aggiornamento.

La formazione e la ricerca del personale appaiono, invece, fattori decisamente meno preoccupanti per le imprese. Anche gli stessi dipendenti sono propensi ad un cambio di rotta e ad un aggiornamento che promette molte note positive a livello lavorativo.

Il sondaggio dunque pone due evidenze: l’industria 4.0 risulta per le aziende molto stimolante perché i principali attori del mercato sono convinti che la digitalizzazione ha tanto da offrire e si dicono interessati ad approfondire ed esplorare tutte le grandi possibilità offerte dalla tecnologia. Dall’altro lato però, c’è un freno molto evidente che si traduce nell’impegno necessario per fare tutto questo: sia pratico che a livello di investimenti che richiedono di cambiare asset e modalità di produzione.

Tanto c’è ancora da fare anche se le basi dalle quali partire, a livello aziendale, sono assolutamente propositive per poter guardare ad un futuro nuovo ed efficiente. Italiaonline raccoglie questa ambiziosa sfida: il nostro team è pronto a supportare le aziende e i professionisti che vogliono migliorare la presenza online e investire nel marketing digitale. Scopri le nostre soluzioni pensate per ogni esigenza.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...

Servizio gratuito

Nessun obbligo

Promo esclusive

Parla con noi

È gratuito e senza impegno

Nome e Cognome*
Partita iva*
Numero di telefono*
* Campo obbligatorio
Cliccando sul tasto “RICHIEDI CONTATTO” accetti di essere ricontattato e accetti l’informativa privacy.
Richiesta inviata correttamente

Verrai ricontattato al più presto