Home Page Business

PMI Trapani: contributi per l’internazionalizzazione

La Camera di Commercio di Trapani concede contributi a fondo perduto per la competitività delle aziende all’estero. Ecco il riepilogo del bando

DATA APERTURA dal 10 ago 2020 al 30 sett 2020
regione Sicilia

L’internazionalizzazione è un percorso che richiede competenze, strumenti e anche risorse finanziarie adeguate. Si tratta quindi di un impegno importante per un’azienda, soprattutto se questa è di piccole dimensioni. Allo stesso tempo è un’enorme opportunità per lei e per tutto il territorio in cui opera. La Camera di Commercio di Trapani ha deciso di stanziare un fondo pensato per sostenere le spese di internazionalizzazione delle aziende della propria circoscrizione. Le spese possono riguardare la partecipazione a fiere internazionali ed eventi simili. Le domande possono essere inviate fino al 30 settembre 2020.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: Bando per l’assegnazione di contributi per l’Internazionalizzazione delle PMI della provincia di Trapani – 2020
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole e medie imprese di Trapani
  • Fondi disponibili: € 11.193
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Trapani
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande: 10 agosto.Data fine invio domande: 30 settembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando della Camera di Commercio di Trapani è sostenere la crescita e la competitività delle micro, piccole e medie imprese della propria circoscrizione, a livello nazionale e internazionale. A tal fine si è deciso di assegnare contributi a fondo perduto dedicati al sostegno delle spese di internazionalizzazione delle aziende. La disponibilità finanziaria della misura è di € 11.193.

Soggetti interessati

Sono ammesse al contributo le micro, piccole e medie imprese attive e iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Trapani. Le imprese devono avere sede legale o unità locale nel territorio di Trapani e provincia, essere in regola col pagamento del diritto annuale e con i contributi. Le aziende richiedenti devono essere in regola con le norme di salute e sicurezza sul lavoro. Non devono avere condanne contro la pubblica amministrazione, trovarsi in stato di liquidazione, fallimento o aver presentato domanda di concordato, oltre a non avere protesti a carico. Infine, non devono avere forniture con la Camera di Commercio di Trapani.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto che copre il 50% delle spese ammissibili in base alle spese sostenute fino a un importo massimo di 1.500 euro per tutte le iniziative che si svolgeranno in Italia e nei Paesi Membri dell’Unione Europea e fino a 2.000 euro per le iniziative fuori dall’Unione Europea.

Spese ammesse dal bando

Tra le spesse ammesse rientrano tutte quelle finalizzate alla partecipazione di un’iniziativa di internazionalizzazione che vede coinvolta l’impresa richiedente. Ogni impresa può inoltrare una sola domanda di contributo.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Nello specifico sono supportati i costi di iniziative come missioni economiche all’estero o fiere internazionali in Italia e all’estero, ma anche servizi attinenti, come spazio espositivo e allestimento, catalogo collettiva, organizzazione visite conoscitive collettive, organizzazioni incontri B2B, interpretariato, check up preliminare con un esperto del Paese. Sono ammesse le spese effettuate dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020. La spesa minima è di 2.000 euro.

Termine di scadenza

Le domande di contributo possono essere presentate dalle ore 10:00 del 10 agosto e fino alle 12:00 del 30 settembre 2020.

Procedure e invio domanda

Le domande di contributo e tutta la modulistica richiesta devono essere inviate esclusivamente in modalità telematica usando la piattaforma Telemaco. Tutti i documenti devono essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa e da un delegato accreditato. I documenti da inviare sono il modulo base telematico, la domanda secondo il modello pubblicato sul sito, i preventivi e le fatture già emesse, eventuale procura e la dichiarazione de minimis. La piattaforma Telemaco assegna un numero di protocollo alle domande pervenute. Infine, le imprese richiedenti sono tenute a segnalare un indirizzo PEC dove ricevere tutte le informazioni ufficiali legate alla procedura.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande vengono sottoposte a istruttoria secondo l’ordine cronologico di ricezione e dopo 45 giorni dalla scadenza viene emessa la graduatoria dei beneficiari. L’ufficio competente comunica ai soggetti richiedenti l’esito della procedura. I beneficiari sono tenuti a inviare la rendicontazione entro 60 giorni dall’approvazione della graduatoria o dalla conclusione del progetto. La rendicontazione deve essere inviata tramite piattaforma Telemaco e firmata digitalmente.

I soggetti beneficiari sono tenuti a rispettare le disposizioni, inviare tutti i documenti ed eseguire i lavori nei modi e tempi concordati, inoltre devono consentire eventuali controlli da parte degli organi incaricati, pena la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati si possono consultare e scaricare dal sito web della Camera di Commercio di Trapani.

Eventuali chiarimenti sul bando si possono richiedere contattando l’InforCenter di Trapani, ai numeri: 0923/876.301 e 0923/876.302.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...