Home Page Business

Giveaway Italia: tutte le regole da seguire nel 2022

Come funziona il Giveaway in Italia? Analizziamo cosa dice la disciplina normativa in materia e scopriamo come il tradizionale ‘concorso a premi’ si è evoluto nell’era del digitale e dei social.

Alt text

Giveaway, ovvero ‘regalare qualcosa’, non è un concetto nuovo nel marketing. Il “concorso a premi” è una tecnica commerciale, finalizzata alla promozione del marchio e dei prodotti, nota da tempo. Ciò che qui interessa è vedere come si è evoluta tale strategia nel digital marketing.

L’uso del “concorso a premi” da parte dei brand e degli influencer sui social, in particolare, ha fatto i conti con le tecniche legate ai nuovi mezzi digitali e con gli adempimenti (obbligatori) alla normativa in materia. Ecco tutto quello che c’è da sapere per un utilizzo efficiente e legale del Giveaway Italia.

Giveaway Italia: Instagram e Facebook media ideali

Il Giveaway online è un meccanismo molto semplice. Il coinvolgimento dell’utente, alla base di tale sistema, rende i social network gli strumenti ideali per praticarlo con successo. In sostanza si consente ai propri follower di partecipare all’estrazione di un premio in cambio del compimento di un’azione, come la condivisione di un contenuto, un like, il tag di un amico e via dicendo. Così facendo l’utente ha diritto all’estrazione per la vincita del premio in palio: un prodotto/servizio del brand promotore del contest.

Come si intuisce, per i brand e per le aziende si tratta di una ghiotta occasione di promozione, che non richiede particolari sforzi organizzativi. E proprio l’immediatezza di azione è una delle chiavi per convertire l’obiettivo di base impostato nella strategia.

A cosa serve organizzare un Giveaway?

A seconda della tipologia di Giveaway scelto, classico o social (li vedremo in dettaglio nel prossimo capitolo), si possono raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Lead Generation (Classic Giveaway): organizzare un concorso a premi è un ottimo strumento per raccogliere dati sul pubblico di riferimento dell’azienda. Questo tipo di obiettivo calza a pennello per Giveaway basati sulla compilazione di un form di contatto, che permette di esportare i dati degli interessati e di realizzare successivamente campagne targettizzate, per esempio e-mail marketing, per la trasformazione del lead in cliente.
  • Engagement e interazione (Social Giveaway): un contest a premi sviluppa attenzione sul marchio e consente all’azienda di alzare il tasso di ingaggio con il target, parte attiva del concorso. Il coinvolgimento dei follower sui social network, stimola la conversazione sul brand e le azioni sui social indipendentemente dal valore del premio in palio.

Differenza tra Giveaway classico e Giveaway social

Abbiamo accennato alla differenza fra Classic Giveaway e Social Giveaway. Ciò che cambia fra le due tipologie è, come visto, lo strumento usato: il concorso a premi online di tipo classico, si basa su un form di contatto presente su un pop-up o su una pagina Web; il concorso a premi sui social, invece, si basa su post o stories. Il diverso strumento porta anche a diversi obiettivi strategici.

Con il form cerchiamo di ottenere dati del pubblico, come nome, cognome, età ed e-mail, utili per la profilazione del target e per la creazione di un database essenziale per fare Lead Generation.
Quando si organizza un Giveaway su Instagram, per esempio, l’obiettivo primario è quello di fare engagement e di aumentare l’interazione organica, invitando i fans a interagire con commenti, like e simili.

Resta in ogni caso invariato il principio alla base del Giveaway: chi compie l’azione richiesta, che sia la compilazione del form o la condivisione di un post, si aggiudica il diritto di partecipare all’estrazione del premio.

Come si fa un Giveaway su Instagram?

Per organizzare un Social Giveaway di successo basta seguire poche regole di base. Mettiamo il caso che la tua azienda voglia proporre un concorso a premi su Instagram. Come dovrà procedere? Qui di seguito elenchiamo i passaggi basilari:

Crea efficaci campagne su

Facebook e Instagram!

Scopri come

  • Utilizzare un account IG Business
  • Realizzare il design e il copy del Concorso
  • Pubblicarlo sulla piattaforma
  • Assicurarsi di seguire la normativa Giveaway Italia (secondo quanto stabilito dal Ministero dello Sviluppo Economico).

Affronteremo nei prossimi capitoli, gli aspetti legati a quali sono i Giveaway legali in Italia. Prima però richiamiamo l’attenzione sull’importanza della scelta del premio. Soltanto mettendo in palio un oggetto/servizio inerente all’attività del business si possono ottenere contatti qualificati e interazioni utili.

Se l’azienda produce accessori di moda, per esempio, promettere in regalo un buon sconto per trattamenti Spa rischia di attrarre utenti interessati al settore benessere i quali parteciperanno al contest per provare a vincere, senza un reale interesse per l’argomento del sito Web o degli account social promotori del concorso.

Normativa Giveaway Italia

Il Giveaway in Italia risponde a una precisa normativa di riferimento: quella delle manifestazioni a premi (DPR 430/2001).

Se da un lato il “concorso a premi” di stampo tradizionale, per considerarsi legittimo, deve rispettare severi vincoli (p. es. la stesura di un regolamento dettagliato, l’autorizzazione ministeriale e la presenza di notai/funzionari per l’assegnazione dei premi e per il verbale del concorso), dall’altro il contest sui social non è esente da obblighi.

In particolare il Mise (Ministero per lo Sviluppo Economico) ha preso posizione sul Giveaway Social attraverso la pubblicazione di una FAQ specifica: ci riferiamo alla numero 7 del 13 febbraio 2020 che spiega nel dettaglio quali sono i requisiti di legittimità. In sostanza, si dice che se un’impresa organizza un concorso su un social network, con server esterno, il Ministero non reputerà sufficienti le dichiarazioni di esclusione di responsabilità (disclaimer) riportate sulle pagine dai social.

Ciò premesso, il Mise aggiunge che: “Se la partecipazione avviene esclusivamente tramite uno o più social, l’associazione (alla manifestazione) non è richiesta purché il concorso sia limitato a coloro che risultino iscritti al social (utilizzato per il concorso) prima della data di inizio del concorso”.
Va inoltre rimarcato che il concorso può essere indetto in Italia anche da un soggetto organizzatore non residente, purché quest’ultimo nomini un legale rappresentante sul territorio nazionale.

Giveaway illegali in Italia? Dipende…

Il montepremi è un discrimine essenziale per stabilire se il Giveaway è legittimo in Italia oppure no. L’ambito di esclusione dagli obblighi normativi è davvero esiguo: qualora un singolo premio superi ciò che il Mise definisce “modico valore”, ovvero 1 euro compresi oneri fiscali, l’organizzazione del concorso a premi online dovrà seguire l’iter standard:

  • Pubblicazione di un regolamento accurato.
  • Versamento della cauzione pari al 100% del montepremi complessivo con fideiussione o deposito bancario.
  • Compilazione del modulo PREMIA ONLINE con firma digitale da inviare al Mise entro la tempistica stabilita.
  • Presenza di notai e/o funzionari della Camera di Commercio per estrazione premi e redazione/firma verbale.

Per capire meglio come stanno le cose dobbiamo fare riferimento all’integrazione, compiuta dal Mise nel 2018, della normativa del DPR 430/2001. Dopo alcuni anni di ‘zona grigia’, duranti i quali il Ministero aveva lasciato intravedere un alleggerimento degli obblighi (innalzando il limite del singolo premio a 25,82 euro imposte escluse), nel 2018 i paletti si sono definitivamente ristretti.

Sintetizzando possiamo affermare che i Giveaway sono equiparati in tutto e per tutto ai tradizionali concorsi a premi, con l’unica eccezione di quelli i cui singoli premi non superano il valore di 1 euro circa.

Sanzioni Giveaway illegali

Qualunque impresa ignori quanto sopra riferito e organizzi un Giveaway in Italia senza ottemperare agli obblighi dei concorsi a premio, rischia di vedersi comminare le seguenti sanzioni pecuniarie:

  • da 1.032 euro a 5.164 euro se le modalità di svolgimento sono diverse dal regolamento;
  • da 2.065 euro a 10.329 euro in caso di omessa comunicazione preventiva;
  • da 50.000 euro a 500.000 euro se si tratta di concorsi vietati dalla Legge.

Regole Giveaway Facebook e Instagram

Concludiamo questa guida rimarcando che, per svolgersi sui social in maniera legale, il Giveaway Italia deve appoggiarsi a piattaforme esterne (meglio se provviste di server italiani atti a copiare i dati). Inoltre, la normativa italiana non è l’unica alla quale fare riferimento, perché sia Facebook che Instagram hanno i propri regolamenti in materia di concorsi premio riservati ai follower.

In particolare i più recenti aggiornamenti delle linee guida di Facebook elencano come consentite le seguenti attività correlate al Giveaway:

  • Chiedere agli utenti di commentare/postare per iscriversi al concorso
  • Chiedere agli utenti di scrivere e inviare un messaggio in privato per partecipare al concorso
  • Utilizzare like e reazioni come metodo per la votazione
  • Incorporare il bottone social “like” sulla pagina Web e usarlo come mezzo di voto
  • Gestire il concorso con un’applicazione
  • Utilizzare un plugin che consenta di iscriversi al contest e di postare direttamente sulla fanpage.

Viceversa, Facebook vieta in materia di Giveaway alcune azioni da parte degli organizzatori, come ad esempio:

  • Fare obbligo ai follower di condividere un post, per ottenere l’ammissione di partecipazione al concorso
  • Fare richiesta agli utenti di taggarsi personalmente in una foto per iscriversi al contest o per votare.

In materia di violazione dei regolamenti interni Facebook mostra il pugno di ferro e se un’azienda viene ‘beccata’ a non rispettare le regole rischia la sospensione, se non addirittura la cancellazione dell’account. Con conseguenze estremamente dannose non soltanto per l’immagine del brand.

Gestisci la tua
Presenza sui Social

Scopri come

Caricamento contenuti...