Home Page Business

Cosa sono le inserzioni Facebook e a cosa servono

Le inserzioni su Facebook sono uno strumento di digital marketing molto potente: ecco come funzionano e quali sono i costi da sostenere.

Alt text

Facebook è nato originariamente come una piattaforma di intrattenimento in cui le persone potevano incontrarsi e reincontrarsi virtualmente, scambiare opinioni e condividere le proprie passioni. In pochi anni questo social network si è trasformato in uno degli strumenti di digital marketing più potenti e sono tantissime le aziende in tutto il mondo che lo utilizzano per implementare i loro business.

Ma che legame c’è tra Facebook e la pubblicità? Questo social mette a disposizione delle persone che possiedono una pagina professionale uno strumento di inserzioni a pagamento che permette di ampliare la visibilità del brand e di raggiungere una serie di obiettivi di marketing: in questa guida puoi capire cosa sono le inserzioni di Facebook, a che cosa servono, quanto costa investire su questo tipo di pubblicità e come farlo in modo consapevole e performante.

Inserzioni Facebook: cosa sono e su cosa si basano

Facebook ha una quantità di traffico di utenti davvero altissima, per questo è una ottima piattaforma su cui “reperire” potenziali clienti. Le Facebook Ads, che sono il termine tecnico di inserzioni, sono degli annunci personalizzati rivolti ad un target potenzialmente interessato ad un dato prodotto o servizio.

Con questo sistema di inserzioni puoi promuovere tanti eventi, come la tua fanpage e i suoi contenuti, il tuo sito web o blog, un evento, un video, un’applicazione o i prodotti del catalogo.

:

Crea la tua
campagna pubblicitaria online!

Scopri come

A differenza delle inserzioni a pagamento di Google, mostrano annunci a persone che potrebbero essere interessate al prodotto o al servizio promosso da un’azienda proprio perché questi utenti, attraverso le loro azioni sulla piattaforma, hanno mostrato a Facebook che hanno interessi affini a quelli dell’azienda che ha investito nell’advertising.

Un altro aspetto che Facebook ha trasformato in un vero e proprio successo è quello della riprova sociale: le persone sono più propense a fidarsi di un’azienda se la rete dei loro contatti già la seguono o acquistano. Facebook sa riconoscere bene questo meccanismo e tende quindi a far vedere i volti e i nomi delle persone che hanno già mostrato gradimento verso i prodotti o i servizi di una data azienda, in modo che le persone si sentano più predisposte a cliccare sull’annuncio.

Inserzioni Facebook: a che cosa servono

Le Facebook Ads solitamente vengono inserite in un piano globale di web marketing, in modo che tutti gli strumenti e tutte le piattaforme possano confluire verso lo stesso obiettivo.

Questo tipo di attività, se svolta in modo professionale e con il supporto di un professionista capace, può portare al conseguimento di una serie di risultati:

  • investire sulla brand awareness, implementando la visibilità del brand;
  • intercettare la domanda latente che è composta dai clienti che non conoscono il tuo brand, ma sono potenzialmente interessati al prodotto o al servizio che offri;
  • coltivare nuovi lead, quindi raccogliere nuovi contatti che siano profilati sulla tua attività e che possono essere fidelizzati attraverso una serie di azioni attraverso l’email marketing etc;
  • portare traffico in target al tuo sito web, che sia un blog o un e-commerce. Questo aspetto è positivo sia per te che puoi incrementare il numero di visite del sito, sia per le persone che possono trovare sulla piattaforma dei contenuti e dei prodotti/servizi che rispecchiano i loro interessi;
  • promuovere e vendere i prodotti presenti sul tuo catalogo Facebook;
  • stimolare le interazioni delle persone sotto ai tuoi contenuti con l’obiettivo di creare una community fidelizzata e dei veri e propri brand ambassador.

Inserzioni Facebook come funzionano

Creare delle inserzioni di Facebook che siano performanti ed efficaci non è semplice: è consigliabile rivolgersi ad un social media specialist che abbia già esperienza con lo strumento del Business Manager di Facebook e su diversi tipi di campagne.

Per lanciare un’inserzione infatti ci sono 3 fasi: la campagna, il gruppo di inserzioni, l’inserzione.

Creare una campagna è la prima fase, quella più veloce, e consiste nella scelta dell’obiettivo che varia a seconda delle esigenze dell’azienda che vuole ottenere promozione. Esistono 3 categorie di obiettivi:

  • la notorietà, con notorietà del brand e copertura;
  • la considerazione, con traffico, interazione, installazioni dell’app, visualizzazioni video, generazione contatti e messaggi;
  • la conversione, con conversioni, vendita dei prodotti del catalogo e traffico nel punto vendita.

Dopo aver individuato l’obiettivo bisogna impostare il gruppo di inserzioni e ci sono molte opzioni tra cui scegliere e anche diversi budget da investire. Dopo aver scelto le tipologie di posizionamento, si procede con la creazione del tipo di pubblico che deve visualizzare gli annunci: anche in questo caso ci sono molte alternative, più o meno complesse, tra cui scegliere. Infine ci sono le inserzioni vere e proprie in cui ci si occupa della creatività composta da copy, immagine e CTA.

Come si definisce il costo delle Facebook Ads

La prima cosa importante da distinguere è il budget da investire direttamente sulla piattaforma Facebook per poter avviare le campagne di sponsorizzazione e il budget dedicato al professionista o all’agenzia che si occupa di impostare tutto questo lavoro. Investire sulle Facebook Ads significa scegliere una persona capace e competente che si occupi della strategia di advertising, dell’individuazione degli obiettivi e dei budget di investimento, della creatività da creare, dell’attività di monitoraggio e dell’analisi per capire se i risultati conseguiti sono positivi o meno.

Dopo questo preambolo entriamo nello specifico: per definire quanto costino le Facebook Ads ci sono molte variabili, ma due in particolare sono l’offerta e il budget. Il budget è l’importo complessivo che un’azienda è disposta a spendere per una campagna pubblicitaria: Facebook mette a disposizione due tipologie di budget che sono quello giornaliero e quello a vita. La tua offerta invece è l’importo che sei disposto a spendere per ottenere il posizionamento di un annuncio: se l’offerta non viene scelta, Facebook ne calcola in modo automatico una in base al budget dedicato e al timing di durata della campagna.

I fattori che influenzano il costo delle inserzioni su Facebook

Prima di definire il costo delle inserzioni su Facebook è importante considerare quali sono alcuni fattori determinanti:

  • la specificità del target di riferimento. Se ti rivolgi ad un pubblico particolarmente ricercato, i costi della tua pubblicità su Facebook saranno più alti;
  • l’obiettivo di marketing scelto influenza in modo importante il costo della campagna di sponsorizzazione. In generale effettuare delle vendite e raccogliere dei lead hanno un costo maggiore rispetto alle campagne di brand awareness o traffico su un blog;
  • la presenza di competitor più o meno affermati sulla piattaforma. I tuoi costi di marketing dipendono da quanti competitor hai, da quanto sono disposti a spendere e da quali sono i loro tassi di pertinenza a livello di campagne, per questo può tornare utile effettuare l’analisi della concorrenza;
  • il timing dell’attività di advertising. In alcuni periodi dell’anno, come il Natale e il Black Friday, il budget delle pubblicità aumenta in modo vertiginoso per il rapporto tra domanda e offerta;
  • il punteggio di pertinenza è un’altra metrica molto importante per chi lavora con Facebook. Quando gli utenti interagiscono con il tuo annuncio, il suo punteggio di pertinenza aumenta, al contrario se molti utenti ignorano il tuo annuncio o cliccano su “questo annuncio non è rilevante”, il tuo punteggio diminuirà. Se il tuo annuncio ottiene un punteggio di pertinenza elevato, viene favorito dall’algoritmo di Facebook e può avere un costo più ridotto anche per gli stessi posizionamenti.

Le novità delle inserzioni di Facebook nel 2021

Il 2020 è stato un anno molto intenso per Facebook e per tutto quello che riguarda le campagne di sponsorizzazione digitali, per questo ci sono delle novità da conoscere relative agli ultimi mesi. La prima è il passaggio da Business Manager a Business Suite: ora la piattaforma permette di gestire sia FB che IG da un unico posto con una varietà importante di strumenti. Infine, secondo dei test recenti, Facebook sta eliminando progressivamente la restrizione del 20% di testo sulle immagini degli annunci sponsorizzati.

Ha senso investire sulle inserzioni di Facebook?

Molte aziende ancora oggi si chiedono se abbia senso investire sulle inserzioni di Facebook. Ovviamente dipende dalle strategie di business delineate, ma Facebook è una delle piattaforme più performanti per avere una visibilità digitale di qualità e destinata a crescere nel tempo attraverso una digital strategy competente e coerente con il brand.

Pensare di aprire una pagina Facebook e non aver bisogno di investire in advertising è anacronistico perché la portata organica delle nuove pagine è prossima allo zero e Facebook non è più un caro diario personale, ma un vero e proprio strumento pubblicitario.

Chi si occupa di social media marketing sa che il ranking organico delle pagine è minimo ed è in costante discesa: la presenza su Facebook oggi ha senso solo se si ha in programma una strategia di advertising mirata, altrimenti le risorse dedicate alla produzione di contenuti rischiano di essere completamente sprecate.

Caricamento contenuti...