Home Page Business

Bando Digital Export 2020, contributi alle PMI emiliane

Unioncamere Emilia Romagna concede contributi a fondo perduto per facilitare l’internazionalizzazione delle imprese regionali: i dettagli del bando

DATA APERTURA dal 22 giu 2020 al 13 lug 2020
regione Emilia-Romagna

Riuscire a intraprendere con profitto un percorso di internazionalizzazione è l’ambizione di molte aziende italiane. Tuttavia, raggiungere l’obiettivo non è affatto facile: occorre avere competenze adeguate, un progetto fattibile e ricco di potenzialità, ma anche e soprattutto le risorse economiche per realizzare la strategia di export nel dettaglio. In questo contesto, il supporto degli enti è fondamentale. Per tale motivo, Unioncamere Emilia-Romagna ha stanziato un fondo di oltre 788 mila euro per sostenere le imprese della regione che desiderano esportare i propri servizi e prodotti all’estero.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: Bando Digital Export – anno 2020
  • A chi è rivolto il bando: MPMI dell’Emilia Romagna
  • Fondi disponibili: 788.286,67 euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camere di Commercio dell’Emilia Romagna
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande: 22 giugno 2020. Data fine invio domande: 13 luglio 2020. Data termine per la rendicontazione: 30 gennaio 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è incentivare il processo di internazionalizzazione delle imprese della Regione Emilia-Romagna, attraverso un servizio di assistenza e affiancamento per individuare i mercati esteri e presenziarli con servizi e prodotti nostrani. In questo modo si incrementa la competitività del sistema economico regionale.

Il bando quindi servirà anche a sostenere le imprese nella fase di ripresa dal Covid-19, aiutando le aziende a trovare soluzioni per esordire o rafforzare la presenza nei mercati esteri. Un altro obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza legata all’uso di soluzioni digitali e la promozione di iniziative commerciali digitali (e-commerce internazionali, marketplace, vetrine digitali). Il fondo stanziato per raggiungere tali obiettivi è di 788.286,67 euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese iscritte al Registro delle Imprese di una delle Camere di Commercio dell’Emilia Romagna. Le aziende interessate devono essere in regola col diritto annuale, aver assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le norme legate alla salute e sicurezza sul lavoro. Inoltre, non devono trovarsi in difficoltà in data 31 dicembre 2019. Devono appartenere ai settori con classificazione Istat Ateco 2007 indicati nel bando. Infine, l’ultimo bilancio deve avere un fatturato minimo di 300 mila euro.

I contributi sono concessi alla singola impresa. Saranno poi trattate con priorità le imprese che nell’ultimo biennio abbiano esportato i propri prodotti o servizi all’estero, iniziando un percorso di internazionalizzazione per un valore pari o superiore al 20% del fatturato totale.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto che copre un massimo del 50% delle spese ammissibili. Il valore minimo del contributo è di 3 mila euro mentre il massimo è di 20 mila euro.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese legate al progetto di internazionalizzazione, cioè:

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

  • Servizi di consulenza e formazione.
  • Quote per l’adesione a piattaforme di meeting digitali (fiere, convegni etc.).
  • Realizzazione di spazi espositivi virtuali e incontri di affari online.
  • Registrazione del marchio.
  • Spese di viaggio, vitto e alloggio legati a trasferte per stringere rapporti commerciali all’estero.

Le spese devono essere sostenute e fatturate dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 e pagate entro la data di presentazione della rendicontazione, cioè il 30 gennaio 2021. Nel bando è presente una tabella in cui si descrive la modalità di pagamento per ogni tipo di spesa.

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione devono essere inviate dalle ore 8:00 del 22 giugno 2020 alle ore 16:00 del 13 luglio 2020.

Procedure e invio domanda

La domanda di partecipazione al bando e tutta la documentazione prevista devono essere spedite esclusivamente in via telematica tramite lo sportello online “Contributi alle imprese” del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. Le domande devono apportare la firma digitale del legale rappresentante dell’azienda. In alternativa la procedura può essere demandata a un intermediario abilitato alla gestione di tali pratiche. Tutti i documenti da allegare sono elencati all’interno del bando.

Inoltre, è obbligatorio indicare un indirizzo PEC da utilizzare per tutte le comunicazioni ufficiali legate al bando.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande verranno accolte e gestite tramite procedura valutativa a graduatoria in base al progetto assegnato a ogni progetto. La prima fase è dedicata all’istruttoria amministrativa formale, in cui si accerta la presenza di tutti i requisiti di ammissibilità tecnica del progetto. Questa procedura è effettuata da un Nucleo di Valutazione nominato dal Segretario Generale di Unioncamere Emilia-Romagna.

Nel bando sono elencati i criteri su cui si basa la formazione della graduatoria delle imprese, suddivise in base alla provincia di appartenenza. Avranno priorità le imprese esportatrici abituali e occasionali. La graduatoria è suddivisa in beneficiari ammessi finanziabili, ammessi non finanziabili (per esaurimento delle risorse disponibili) e non ammessi. Il provvedimento di concessione viene effettuato entro 45 giorni del termine fissato per l’invio delle domande.

L’erogazione del contributo avverrà previa verifica delle condizioni previste dal bando e della trasmissione della rendicontazione da parte dell’impresa beneficiaria. Il contributo verrà revocato qualora l’impresa non realizzi il progetto secondo modi e termini disposti nel Bando, non trasmetta la documentazione adeguata, non si attenga ai tempi e alle scadenze, non superi i controlli effettuati e, in generale, non rispetti tutti gli obblighi dell’avviso.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati sono consultabili e scaricabili presso il sito web di Unioncamere Emilia Romagna. Per informazioni e chiarimenti sulla misura è possibile inviare un’e-mail a supporto.bandi@rer.camcom.it oppure contattare la propria Camera di Commercio dell’Emilia Romagna di riferimento.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...