Home Page Business

Studi legali sempre più innovativi: perchè è il momento di digitalizzare

Gli Studi Legali e i Corporate sono sempre più digitalizzati: ecco i trend, tecnologie più usate e le sfide emerse dal report di Wolters Kluwer Legal & Regulatory

Alt text

La pandemia ha incentivato la digitalizzazione di tanti settori professionali, tra questi c’è anche quello legale. Interessanti dati emergono dal report realizzato da Wolters Kluwer Legal & Regulatory e intitolato “2021 Wolters Kluwer Future Ready Lawyer Survey: Moving Beyond the Pandemic”, che ha preso in considerazione 700 professionisti del settore legale operativi in Europa e negli Stati Uniti. Dallo studio si evince che si sono fatti enormi passi in avanti con l’uso delle tecnologie digitali, usate principalmente per gestire lo studio e contenere i costi. Ma, allo stesso tempo, c’è ancora tanta strada da fare per sfruttarne tutte le potenzialità.

Digitalizzazione dei studi legali: i dati

Dalla ricerca emergono dati interessanti che permettono di capire qual è la strada già fatta dagli studi legali nell’ambito della trasformazione digitale e quali sono i passi ancora da fare. Innanzitutto, l’80% degli intervistati afferma che c’è assoluta necessità di affidarsi a soluzioni tecnologiche per migliorare il proprio lavoro, l’innovazione è stata un’ancora di salvezza soprattutto durante la pandemia. La tecnologia è un driver di cambiamento in cui i professionisti (61%) investiranno anche nel futuro, per migliorare prestazioni e produttività.

Solo il 30% del campione pensa di poter gestire le tecnologie più avanzate, anche perchè saranno sempre più complesse. Per esempio, nel 2021 il 73% prevede di usare gli “alternative legal service provider” (Alsp). Sarà necessaria una formazione interna e l’assunzione di nuove figure specializzate con competenze digitali in ambito legale.

Studi legali: quali sono le tecnologie più usate

Quali sono le tecnologie che stanno cambiando lo studio legale? Al primo posto troviamo i Big Data e l’analisi predittiva che entro tre anni influenzerà l’attività del 75% di studi legali e corporate. Tuttavia, meno di un terzo ammette di conoscere bene tali tecnologie. Gli studi legali che già usavano soluzioni innovative hanno reagito in modo più preparato alla crisi sanitaria. Quindi, la tecnologia si rivela sempre un elemento cruciale per crescere ma anche per riuscire a reagire in tempi rapidi a eventuali problemi e crisi, senza subire flessioni.

Le tendenze emerse nel 2020 continueranno anche dopo la pandemia. Ecco quali sono:

  • la tecnologia in ambito legale sarà sempre più importante secondo il 77% del campione
  • le informazioni gestite saranno sempre più complesse (77%)
  • la tecnologia permetterà di soddisfare al meglio le esigenze dei clienti (76%)

Alla luce di ciò, viene confermato il gap tra l’importanza di introdurre la tecnologia in ambito legale e la preparazione ancora insufficiente dei professionisti. Solo il 36% degli intervistati afferma che la propria azienda riesce a stare al passo coi trend. Per colmarlo, gli studi legali e i corporate aumenteranno gli investimenti in strumenti e competenze per essere preparati alle sfide del futuro.

Sei un professionista in ambito legale e vuoi migliorare la tua visibilità online? Affidati agli esperti di Italiaonline, inizia con lo sviluppo del tuo sito web!

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come

Caricamento contenuti...