Home Page Business

Quando è necessario sospendere una campagna Google Ads

Ci sono situazioni in cui si rivela necessario sospendere una campagna Google Ads. Ecco quando rivedere la propria strategia pubblicitaria online.

Alt text

Google Ads, per un’attività, riveste un’importanza fondamentale. Pubblicare le proprie inserzioni su Google significa farsi trovare dagli utenti, portare visite sul sito, incentivare gli acquisti. Tuttavia, ci sono particolari condizioni in cui sospendere una campagna diventa necessario.

Succede quando il proprio sito è in restyling, o magari in down. Ma anche quando una keyword non offre più i risultati sperati. Scopriamo dunque nel dettaglio quando una pausa è consigliata.

Sospendere una campagna Google Ads quando non è più performante

Il punteggio di qualità, su Google Ads, è determinante per scegliere se sospendere una campagna.

Come si legge sulla stessa Guida di Google Ads, il punteggio di qualità è “una stima della qualità degli annunci, delle parole chiave e della pagina di destinazione”. Se ha un valore elevato, le proprie inserzioni ottengono posizioni migliori e si spende di meno per renderle visibili. Essendo il punteggio misurato con una scala da 1 a 10, se due keywords simili hanno rendimenti opposti (1 e 10) è normale pensare di dover mettere in pausa la parola chiave col punteggio basso. Attenzione però: non è una scelta automatica. Se quella keyword non ha click (e bisognerebbe indagarne il motivo) è un conto, se invece raccoglie pochi click ma comunque non è “inutilizzata” vale la pena tenerla. Perché niente vieta a quei seppur ridotti click di trasformarsi in vendite.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Per valutare se una campagna Google Ads è efficace si possono inoltre considerare la frequenza di rimbalzo e il tempo trascorso dagli utenti sul sito. Se una keyword porta traffico di scarsa qualità sul sito (utenti che escono dal sito non appena lo aprono, principalmente), allora è bene mettere in pausa quella parola chiave. Allo stesso modo si dovrà guardare al tasso di conversione: accertati che da una determinata keyword arrivino utenti realmente interessati a diventare clienti, in caso contrario è ora di sospendere la tua campagna Google Ads.

Non bisogna prendere dunque in considerazione un solo parametro, per decidere se proseguire o meno con un’inserzione: è la visione d’insieme che ti fornisce una risposta.

Come sospendere una campagna Google Ads

Hai deciso di sospendere una campagna Google Ads? Innanzitutto, sappi che c’è una differenza tra mettere in pausa e rimuovere: nel secondo caso, la campagna non potrà essere ripresa in un secondo momento.

Per sospendere una campagna è necessario:

  • accedere al proprio account Google Ads
  • fare clic su “Campagne”
  • un puntino colorato, accanto al nome della campagna, indica il suo stato: è sufficiente spostarlo su “Metti in pausa” per stopparla

Una campagna messa in pausa può essere riattivata in qualsiasi momento, ma può anche essere cancellata (per sempre) cliccando su “Rimuovi”.

Al di là del singolo caso, quello di una keyword non performante, è possibile mettere in pausa tutte le campagne al presentarsi di determinate occasioni. Ad esempio quando è in corso il restyling del proprio sito web, oppure quando si va in vacanza e per un tot di giorni il negozio è chiuso o l’e-commerce in pausa. O, ancora, quando si preferisce risparmiare qualche soldo per spingere maggiormente in periodi più floridi.

Caricamento contenuti...