Home Page Business

Pubblicità su Facebook o Instagram: quale scegliere

Chi ha un budget limitato può ritrovarsi a dover scegliere tra farsi pubblicità su Facebook e farlo su Instagram: scopri sul nostro blog tutti i migliori consigli per investire al meglio le proprie risorse

Alt text

Saper scegliere il miglior social network dove promuovere i propri prodotti e servizi è fondamentale, soprattutto nei casi in cui il budget è limitato e risulta impossibile creare inserzioni su ogni piattaforma esistente.

Allo stesso modo, è altrettanto importante avere ben chiaro che fare pubblicità su Facebook è diverso dal farla, per esempio, su Instagram, anche se lo stesso Facebook consente di utilizzare una medesima creatività anche su Instagram (le due piattaforme condividono la proprietà e, in fase di creazione della campagna, sono considerate come dei semplici “posizionamenti” dell’annuncio pubblicitario).

La scelta della piattaforma più indicata per gli specifici obiettivi di una determinata pubblicità non è facile, anche perché nel tempo si sono diffuse alcune erronee convinzioni legate a valutazioni superficiali: no, non è vero, per esempio, che ora investono tutti su Instagram, così come non corrisponde a realtà la teoria secondo cui lo stesso Instagram sia utile solo per far conoscere il brand e non per vendere i propri prodotti o servizi.

Per motivi legati al budget, che in alcuni casi può non essere sufficiente, escludiamo ora l’ipotesi di utilizzare insieme Facebook Ads e Instagram Ads (magari in fasi diverse del Customer Journey) e concentriamo l’attenzione sul modo per capire concretamente dove è più conveniente effettuare un investimento pubblicitario in base ai propri specifici obiettivi.

Crea efficaci campagne su

Facebook e Instagram!

Scopri come

Facebook Ads vs Instagram Ads: scegliere o no?

Come abbiamo già avuto modo di accennare in precedenza, tendenzialmente è possibile usare le stesse creatività sia su Facebook che su Instagram, dal momento che la maggior parte dei formati pubblicitari disponibili sul primo social network sono presenti anche sul secondo. Ciò significa che non è necessario personalizzare le creatività per Instagram: una volta creato l’annuncio, questo potrà essere mostrato (con alcuni specifici accorgimenti) sia su Facebook che su Instagram.

C’è di più: al momento della creazione della campagna attraverso il pannello “Gestione Inserzioni” è possibile selezionare la voce “Posizionamenti automatici” e lasciare così all’algoritmo la decisione su dove mostrare di più l’annuncio, in base alle performance e ai risultati che i diversi posizionamenti sono in grado di garantire.

Questa scelta si rivela particolarmente utile per gli inserzionisti che sono alle prime armi e hanno poca esperienza con Facebook Ads e Instagram Ads. È importante sottolineare che, nonostante il processo di scelta dei posizionamenti avvenga in maniera automatica, è possibile controllare le performance specifiche delle varie piattaforme.

Chi vuole avere un maggior controllo sulle proprie campagne può, invece, decidere in prima persona i posizionamenti dei propri annunci. Vediamo come.

Facebook Ads vs Instagram Ads: come scegliere?

Il modo più efficace per individuare la migliore piattaforma dove pubblicizzare i propri prodotti e servizi è quello di effettuare diversi test; solo in questo modo, infatti, è possibile capire concretamente dove è possibile ottenere i maggiori risultati in base ai propri obiettivi specifici.

Il fatto che sia possibile promuovere una stessa creatività sia su Facebook che su Instagram non deve trarre in inganno: come detto, si tratta di due social network diversi, a partire dal loro target di riferimento. Non a caso chi si trova a dover scegliere dove promuovere i propri prodotti e servizi deve avere ben chiaro, innanzitutto, dove trascorre la maggior parte del tempo la propria clientela effettiva e potenziale. In linea generale, l’indicazione di riferimento in tal senso è che su Instagram l’utenza è tendenzialmente più giovane rispetto a Facebook.

Ci sono poi alcuni specifici settori che ottengono migliori performance su Instagram rispetto a Facebook (e viceversa). Anche in questo caso si tratta di un’indicazione generale: i settori più indicati per la pubblicità su Instagram sono quelli legati all’aspetto visuale e ispirazionale, come per esempio gli ambiti food, fashion e travel.

Come ormai risulterà ben chiaro, rispondere in maniera netta e assoluta alla domanda “È meglio promuovere i propri prodotti su Facebook o su Instagram?” non è possibile, anche alla luce del fatto che diversi settori rispondono a logiche differenti e a causa della velocità con cui queste piattaforme sono in grado di evolversi e cambiare anche radicalmente nel corso del tempo.

Il consiglio principale, pertanto, ancora una volta, è quello di effettuare numerosi test e di ripeterli anche a distanza di tempo, in modo da capire, dati e risultati alla mano, se sia meglio fare pubblicità su Facebook o su Instagram.

Crea efficaci campagne su

Facebook e Instagram!

Scopri come

Caricamento contenuti...