Home Page Business

MOQ: cosa significa e perché è importante per un e-commerce

Il MOQ (Minimum Order Quantity) è un parametro importantissimo da conoscere per chi ha un e-commerce. Ma quali sono i suoi vantaggi e i suoi svantaggi? Scopri tutti i dettagli sul Blog PMI.

Alt text

Il significato di MOQ è Minimum Order Quantity (quantità minima d’ordine): sta dunque ad indicare la quantità d’ordine minima che è necessario raggiungere per poter inoltrare la richiesta d’acquisto al fornitore. In parole povere, è la soglia sotto cui non è possibile scendere: solo raggiungendo e superando quella quantità il produttore/venditore riesce a coprire i costi legati a quel dato prodotto, e ad avere un guadagno.

La MOQ non è però necessariamente una quantità numerica: a volte viene stabilito un valore monetario minimo. Funziona nell’e-commerce come nella vita reale: ci sono ristoranti che riservano la sala per un numero minimo di tot. invitati, e ci sono servizi di catering che si attivano per una spesa minima di tot. euro.

MOQ, cosa la determina e quali valutazioni comporta

Per un produttore, la MOQ è determinata dai costi di produzione. E dunque dal costo della materia prima utilizzata, ma anche da tutto quanto serve a produrre il bene: forza lavoro, avviamento macchine, corrente & co. Per il proprietario di un e-commerce, a meno che non sia anche il produttore dei prodotti venduti, la MOQ sarà invece determinata dagli accordi col fornitore: è probabile che questo gli “imponga” una quantità minima per poter collaborare.

Chi intende aprire un e-commerce deve necessariamente familiarizzare col concetto di Minimum Order Quantity: ci sono fornitori che impostano MOQ molto elevate, non affrontabili da chi sta avviando un nuovo business. Tuttavia, se ci si rivolge ad un produttore che impone un minimo d’acquisto di 100 pezzi, il singolo prodotto potrebbe costare di più rispetto al prezzo fatto da chi – come minimo d’ordine – ha 1000 unità.

La scelta vincente? Puntare su una nicchia, su un settore in cui la concorrenza non è aggressiva. Il rischio, altrimenti, è di scontrarsi con e-commerce molto più grandi e già ben avviati che possano permettersi di acquistare da chi, a fronte di ordini più elevati, garantisce un prezzo unitario più basso.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

MOQ, vantaggi e svantaggi

Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi della MOQ? Perché bisognerebbe scegliere un fornitore che la applica o perché – al contrario – bisognerebbe optare per chi non impone un quantitativo minimo?

Acquistare da un fornitore che applica la MOQ significa garantirsi un ottimo prezzo d’acquisto: si compra al miglior prezzo possibile, e più si compra più il costo unitario s’abbassa. Ovviamente, è indispensabile avere un magazzino in cui stoccare la merce. Ed è proprio questo lo svantaggio principale: per acquistare da chi impone un minimo d’ordine bisogna avere un discreto budget a disposizione e uno spazio sufficiente per conservare la merce. Se si necessita solo di poche quantità di prodotto, o non si ha un magazzino abbastanza ampio per stoccare grandi quantitativi di prodotto, l’alternativa migliore è dunque quella di rivolgersi a grossisti che non applichino la MOQ (uno su tutti è AliExpress).

Scegliere un fornitore che consente di acquistare solo poche unità di prodotto non è una scelta conveniente in senso generale, in quanto il singolo prodotto lo si andrà a pagare di più, ma è la scelta più economica in fase di start-up, quando ancora non si ha una chiara idea di quali prodotti sul proprio sito e-commerce avranno più successo.

Come negoziare il MOQ

Sebbene la MOQ sia un parametro “fisso”, che non può essere modificato sul sito su cui si fa l’acquisto, questo non vuol dire che non si possa provare a contattare il fornitore per avviare una contrattazione. Una buona soluzione può essere chiedergli che produca l’intero lotto, ma che consegni la merce in due tranches (eventualmente splittando il pagamento, se è disposto a farlo).

Un’alternativa, se il budget è molto ridotto, è lavorare coi pre-ordini: si mette il prodotto in vendita pubblicando apposita scheda sull’e-commerce e, solo se si raggiunge il minimo che il fornitore richiede, si invia l’ordine (in caso contrario, si restituiscono i soldi ai clienti che hanno partecipato all’acquisto).

Se la MOQ garantisce il più basso prezzo unitario, in caso i quantitativi minimi richiesti siano alti è possibile che l’investimento richiesto sia elevato: è dunque bene affrontarlo solo se si ha già un discreto budget a disposizione, o se si ha la certezza che i prodotti acquistati verranno venduti tutti per evitare di ritrovarsi con onerose giacenze.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...