Home Page Business

Ecco cos’è una nicchia di mercato e come trovare la propria

Trovare la tua nicchia di mercato consente di rendere la comunicazione mirata, ottenendo profitti maggiori. Ecco perché è importante scegliere quella giusta.

Alt text

La scelta oculata della giusta nicchia di mercato può essere la discriminante che fa la differenza tra un progetto di successo ed uno destinato al fallimento. Imparare a capire qual è la propria nicchia è quindi imprescindibile, che si stia per dare vita ad un business, per aprire un blog o per creare qualunque altra tipologia di progetto online, ed offline.

Trovarla è un percorso che richiede sforzo e dedizione, ma ci sono alcuni modi per valutare quale può essere la nicchia di mercato più profittevole e per definire step by step quella ideale per la propria idea, il proprio prodotto o il proprio brand.

Cos’è una nicchia di mercato

Nel momento in cui si decide di intraprendere l’avventura di realizzare un proprio progetto, che sia la creazione di un business digitale, la costruzione di un e-commerce, l’apertura di di un blog o la messa in opera di un’azienda, uno dei passi fondamentali da compiere è quello di stabilire quale sarà la nicchia di mercato nella quale si andrà ad operare.

Cosa si intende esattamente? Significa andare ad individuare un segmento di mercato composto da un ristretto numero di individui con caratteristiche comuni ed esigenze condivise, da considerare come proprio pubblico target. Quando si delinea la fascia di mercato che si vorrà andare a colpire, non è sufficiente quindi pensare ad una generica audience, ampia e variegata, ma è necessario scendere il più possibile nel dettaglio.

Si deve fare un viaggio quindi dal macro al micro, dal generale al particolare. Quando si parla di segmenti di mercato si fa in genere riferimento a tre macro categorie, individuate in salute, relazioni e denaro, all’interno delle quali sono ricomprese praticamente tutti gli altri sottogruppi di prodotti o servizi proponibili sul mercato.

Questi macro segmenti sono a loro volta scomponibili in aree più definite, che soddisfano esigenze più specifiche, ma per arrivare ad ottenere una vera e propria nicchia di mercato, il lavoro deve proseguire, raffinando sempre di più la propria idea di business fino a trovarsi tra le mani un prodotto che risolva i problemi di un gruppo davvero targettizzato di individui, accomunati dagli stessi bisogni, affiatati da desideri comuni e soddisfabili con un’offerta incredibilmente specifica e su misura per loro.

Gestisci e fidelizza
i tuoi clienti con facilità!

Scopri come

Quali sono i vantaggi nell’avere una nicchia di mercato specifica

Operare in un mercato dai contorni ben definiti permette di lavorare con un tasso di customizzazione particolarmente elevato e ciò porta con sé innumerevoli vantaggi a livello di flusso di lavoro, di tassi di conversione e di efficienza nell’allocazione del budget di comunicazione.

Un pubblico altamente profilato, composto da buyer personas ben strutturati, farà sì che ogni tipologia di messaggio creato dall’azienda godrà di un livello di personalizzazione massimo, e saprà quindi colpire nel segno l’audience prescelta. Ogni sforzo comunicativo potrà così essere mirato e efficiente, con conseguente aumento dell’efficacia e diminuzione di qualsiasi spreco a livello economico. Quando si parla infatti ad un pubblico in target, il tasso di conversione, ovvero la possibilità che a fronte di un’azione di comunicazione gli utenti rispondano con azioni specifiche e profittevoli per l’azienda, è particolarmente alto.

Che l’intenzione sia quella di portare l’utente a finalizzare un acquisto o convincerlo con una call-to-action a compiere un passo specifico, che può essere un’iscrizione a una newsletter, l’ingresso in un funnel di vendita o una condivisione, vale una regola d’oro: più si è in grado di parlare al pubblico con il suo linguaggio, più di sarà più vicini al successo. Scegliendo una nicchia di mercato specifica quindi ogni strategia di marketing funzionerà meglio e sarà maggiormente efficace.

Avendo chiara in mente una nicchia di mercato precisa e dai contorni certi, la creazione dei contenuti aziendali sarà inoltre più fluida e di facile pianificazione: conoscendo l’audience in target sarà possibile confezionare messaggi specifici e coinvolgenti per la propria fascia di pubblico. Una content creation ben studiata può infatti guidare verso la costruzione di un forte personal branding, ponendo l’azienda in un ecosistema nel quale verrà considerata leader nel suo settore, esperta degli argomenti di cui tratta e profondamente autorevole: più ci si muove in una nicchia specifica, più tutto ciò sarà di facile realizzazione, poiché intercettare i bisogni di un piccolo segmento di pubblico è ovviamente molto più semplice che comunicare ad un pubblico vasto e indefinito.

Distinguersi, creare contenuti ad hoc e ben pianificati, e risultare un’autorità nel proprio campo sono passi da compiere per conquistare quindi irrimediabilmente la propria particolareggiata nicchia.

Come trovare la propria nicchia di mercato

Il lavoro da compiere per scivolare con maestria da un macro segmento di mercato ad una piccola e ben specifica nicchia è delicato e complesso, ed implica una profonda conoscenza della propria offerta, dei propri punti di forza, della concorrenza e della situazione contingente di mercato. Ci sono alcuni parametri però da poter valutare per aiutarsi a scegliere la propria nicchia, vediamo quali.

Passione ed esperienza nel settore

Avviare un business, di qualsiasi genere si tratti, comporta numerosi sforzi ed un considerevole impegno. La voglia di formarsi in maniera costante nonché la capacità di affrontare e risolvere i problemi del percorso sono delle caratteristiche imprescindibili da possedere. Non arrendersi davanti alle difficoltà è quindi essenziale per poter sperare di giungere al successo desiderato. E’ chiaro che se l’argomento attorno al quale ruota la propria idea di prodotto o servizio è una tematica di proprio interesse, informarsi, studiare o trovare le risorse giuste per risolvere gli intoppi sarà incredibilmente più facile.

Specialmente se si è agli inizi come imprenditore, qualunque sia il proprio settore specifico, dedicarsi anima e corpo a qualcosa che appassiona è molto più semplice che farlo per un topic che si è scelto solamente perché ritenuto profittevole. Inoltre, buttarsi in un mercato di cui si ha già esperienza, che si tratti di competenza accumulata per passione o per professione, rende più facile interpretare e gestire al meglio le aspettative dell’audience di riferimento, meno lunga e dispendiosa la formazione in merito e già qualche passo avanti sulla via del successo.

Scegliere una nicchia di mercato solo e solamente perché si tratta della propria passione non è un’idea geniale, ma se le proprie conoscenze o interessi coprono ambiti che sono un possibile fonte di profitto potrebbe essere una buona scelta approfondire.

Trovare nicchie di mercato profittevoli

Esistono poi alcuni metodi per capire se una nicchia di mercato apparentemente di interesse interessante abbia le carte in regola per essere anche profittevole in maniera soddisfacente.

Un primo metodo per scremare tra nicchie di valore e nicchie magari appassionanti ma prive dei requisiti per generare profitti, è quello di effettuare approfondimenti online circa il numero di ricerche mensili attorno a quel determinato argomento.

E’ possibile analizzare i trend di mercato con strumenti come Google Trends, oppure analizzare nel dettaglio dati e statistiche con tool quali SEOZoom o SEMRush. Le stesse piattaforme possono fornire anche molte interessanti informazioni circa la concorrenza che ruota attorno ad una nicchia: individuare se esistono competitor in quel settore e sapere se stanno investendo in promozione e pubblicità, è un ottimo metodo per capire se davvero quel micro universo regala potenziali soddisfazioni economiche.

Una totale assenza di concorrenza potrebbe porre di fronte ad un mondo totalmente inesplorato o più probabilmente davanti ad una nicchia che non fornisce margini di profitto sufficienti per essere di interesse. Studiare l’eventuale concorrenza aiuta inoltre ad individuare la propria unique selling proposition, la cosiddetta USP, ed i propri fattori differenzianti.

Le proprie ambizioni di guadagno dovrebbero poi essere messe a confronto con la realtà del mercato: il prezzo al quale si è ipotizzato di mettere in vendita il prodotto o servizio, ed il tassi medio di conversione in quel campo possono essere utili indicatori per capire quanti utenti sarebbe necessario avere per arrivare a guadagni apprezzabili, tolti i necessari investimenti in promozione e campagne di comunicazione.

Nicchia di mercato in crescita o emergente?

Il fedele alleato Google Trends può essere usato anche per stabilire se la nicchia nella quale ci si sta per lanciare è in crescita, costante, oppure in calo. Analizzare l’andamento nel tempo di una determinata query di ricerca è estremamente utile per comprendere se la nicchia prescelta è destinata a crescere a livello di richieste ed interesse nel futuro o se al contrario è ad esempio satura ed in calo.

Intraprendendo questo tipo di studio, ci si può trovare di fronte ad entrambi i casi, e prendere in considerazioni numeri e dati analitici è molto importante per compiere azioni basate sui fatti e non sull’emotività. Nicchie in crescita ed in promettente sviluppo sono ovviamente da sfruttare appieno, investendoci tempo ed energie per cavalcare il trend individuato.

Esistono nicchie sempreverdi, che corrono il rischio di saturarsi sempre di più mano a mano che vengono scoperte da un numero sempre maggiore di competitors, ma può capitare anche di imbattersi anche in nicchie naturalmente destinate a nascere, bruciare in fretta e spegnersi altrettanto velocemente, essendo tendenze passeggere dovute a condizioni di mercato contingenti ed irripetibili: la prontezza di riflessi nel cogliere queste occasioni è indispensabile, per godere di risultati magari di breve durata ma importanti.

Territorio geografico della nicchia

Google Trends permette di raffinare la ricerca per lingua e paese, ed i suoi indici storici danno un’ampia panoramica di importanza cruciale nelle decisioni di business. Un fattore determinante all’interno di un processo di valutazione di una potenziale nicchia di mercato è infatti la sua territorialità: una nicchia scollegata da un luogo specifico, poiché l’idea di business che la regge è ad esempio immateriale o completamente online richiederà analisi diverse da una nicchia di mercato invece legata ad un particolare territorio. L’apertura di un negozio in città o di una struttura ricettiva in una zona geografica specifica dovrà necessariamente scontrarsi con considerazioni legate al bacino di utenza possibile, e necessiterà, per diventare profittevole, di sforzi di marketing diversi, ad esempio rispetto ad un’attività di consulenza online.

Il percorso per trovare la propria efficiente e redditizia nicchia di mercato inizia quindi dall’individuazione di un gruppo di individui accomunati dallo stesso bisogno, passa da una sincera analisi delle proprie risorse e competenze, e culmina infine in approfondite analisi di mercato dove trend e dati completeranno il profilo della nicchia di mercato perfetta per accogliere il nuovo business. La costruzione del brand, della sua filosofia e della sua personalità, e l’impostazione della strategia di marketing da applicare sono i passi immediatamente successivi, capaci di portare al successo la propria idea.

Gestisci e fidelizza
i tuoi clienti con facilità!

Scopri come

Tags:
Caricamento contenuti...