Home Page Business

Lombardia: contributi per l’innovazione nel settore del design

Il fondo di 385 mila euro nasce per sostenere le imprese del settore design in un momento delicato per l'economia del territorio. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 22 sett 2020 al 15 ott 2020
regione Lombardia

La Regione Lombardia ha pubblicato il nuovo bando a sostegno delle imprese che operano nel settore del design. L’aiuto arriva in momento fondamentale: il 2020 infatti ha avuto un brusco impatto sul sistema economico italiano e tutti i comparti hanno risentito della crisi. Quello del design è un settore strategico per il nostro Paese (pensiamo all’importanza del Made in Italy nel mondo) e quindi occorre concentrarsi per tutelarlo e salvaguardarlo. Per tale motivo, la misura lombarda assume enorme importanza.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando New Design – Innovazione tecnologica contributi per l’innovazione nel settore del design
  • A chi è rivolto il bando: MPMI di design della Lombardia
  • Fondi disponibili: 385.750 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Lombardia
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 22 settembre 2020 al 15 ottobre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del fondo è sostenere lo sviluppo e il rafforzamento del settore design in un anno difficoltoso come quello attuale, il 2020. In particolare si desidera incentivare l’innovazione di un settore chiave sia per il tessuto economico e produttivo locale, che per quello nazionale. Le linee di intervento sono due: Investimenti e Servizi e Promozione. Per raggiungere tale obiettivo è stato stanziato un fondo di 385.750 €.

Soggetti interessati

Possono ottenere il contributo le micro, piccole e medie imprese del settore design, i cui codici ATECO sono dettagliatamente descritti nel bando. Le aziende interessate devono avere sede operativa in Lombardia. Devono essere attive e iscritte al Registro delle Imprese, presso una Camera di Commercio del territorio. Viene richiesta la regolarità contributiva, assistenziale e assicurativa, ma anche quella relativa al pagamento del diritto annuale. Inoltre, le imprese non devono essere in fallimento, liquidazione o sottoposte ad altra procedura concorsuale.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto pari al 60% delle spese ammissibili sostenute, per ciascuna Linea di Intervento. L’investimento minimo ammesso per ciascuna impresa è di 8.000€ mentre il contributo massimo è di 20.000€ per la linea degli Investimenti (Linea A) e di 10.000€ per la linea Servizi e Promozione (Linea B). Il contributo è concesso secondo il Regime De Minimis.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Spese ammesse dal bando

Sono ammissibili le spese effettuate dal 1° gennaio 2020 fino alla data di presentazione della domanda. Per la Linea di Intervento A (Investimenti) gli interventi finanziabili riguardano il potenziamento degli strumenti e dotazioni tecnologiche e la produzione di prototipi finalizzati all’innovazione tecnologica per la sostenibilità.

Per la Linea di Intervento B (Servizi e Promozione) sono ammessi gli interventi finalizzati alla promozione e al marketing, ma anche alla digitalizzazione dei processi e dei canali di vendita. Per ciascuna Linea di Intervento è previsto un elenco di spese ammesse, dettagliatamente descritto nel bando.

Per la Linea A sono ammesse le spese per l’acquisto di strumentazione, attrezzatura, impianti e per la realizzazione di prototipi. Per la Linea B sono ammesse le spese per la progettazione di campagne pubblicitarie, partecipazione a fiere, realizzazione immagine coordinata, sviluppo sito web promozionale ed e-commerce e app.

Termine di scadenza

Le domande possono essere inviate dalle ore 10:00 del 22 settembre 2020 alle ore 12:00 del 15 ottobre 2020.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Procedure e invio domanda

La domanda e tutta la documentazione disposta nel bando devono essere inviate esclusivamente in via telematica tramite la piattaforma “Bandi online” accedendo al seguente sito web: www.bandi.regione.lombardia.it.

All’interno della domanda di partecipazione occorre inserire la firma digitale e tutte le informazioni generali legate al soggetto richiedente, ma anche le fatture quietanzate e i relativi documenti di pagamento.

Controlli ed eventuale revoca contributi

L’istruttoria sarà automatica con eventuale fase di sorteggio finale. Dopo la procedura di pre-qualifica, basata sul possedimento dei requisiti. Nel caso in cui non sia necessario un sorteggio, il contributo verrà assegnato entro 45 giorni dalla chiusura dei termini della presentazione della domanda. L’elenco dei beneficiari è pubblicato sul sito della Regione Lombardia e sul BURL.

La procedura di sorteggio sarà effettuata in una seduta pubblica, trasmessa in streaming. Verranno create tre liste in base a chi ha inviato la domanda e possiede tutti i requisiti: una dei partecipanti (che hanno superato la fase di pre-qualifica), una dei vincitori (beneficiari e ammessi al contributo) e una dei restanti (non ammessi al contributo). Il Responsabile approverà con apposito provvedimento le Liste entro 60 giorni dalla scadenza di presentazione delle domande. L’erogazione del contributo avviene entro 90 dalla pubblicazione del provvedimento di concessione.

Il contributo viene revocato in caso di mancata accettazione o rinuncia da parte del soggetto beneficiario, mancato rispetto dell’investimento minimo richiesto, dichiarazioni mendaci o inesatte e in caso di mancato rispetto di anche uno degli obblighi descritti nel bando.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati si possono consultare e scaricare direttamente dal sito web della Regione Lombardia.

Per informazioni sul bando è possibile scrivere un’e-mail a: design_moda@regione.lombardia.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...