Home Page Business

Guida per creare infografiche efficaci

Quali caratteristiche deve avere un'infografica per essere davvero efficace? Se vuoi attirare più clienti con un contenuto ben fatto, ecco alcuni consigli.

Alt text

Le infografiche sono contenuti visual che, se ben costruiti, si rivelano generalmente molto efficaci in ambito Web Marketing. Per risultare tali e quindi attirare con esse più clienti devono avere alcune caratteristiche ben precise. Scopriamo ora insieme come creare infografiche di successo.

Cosa sono le infografiche

La definizione di infografica fa riferimento a un particolare tipo di contenuto visual, costituito essenzialmente da immagini, diagrammi, grafici, numeri, dati e informazioni, creato per rappresentare in maniera sintetica e intuitiva fenomeni astratti e/o molto complessi, rendendoli così più facilmente memorizzabili dal lettore.

La potenza delle infografiche sta proprio nella loro capacità di raccontare storie e veicolare una gran mole di numeri, dati e informazioni in maniera chiara e concisa, con una comunicazione visiva d’impatto in grado di attirare l’attenzione e, poi, diventare virale.

Realizza il sito dei tuoi sogni
con i nostri esperti

Scopri come

Come creare infografiche di successo: 6 punti fondamentali

Ecco 6 punti che ti potranno essere di aiuto per creare un’infografica davvero efficace:

  1. è importante e prioritario fissare un obiettivo strategico. Un’infografica, ad esempio, può aiutare a fare attività di link earning e accrescere la Brand Awareness, ma anche sensibilizzare l’opinione pubblica in modo da attivare azioni;
  2. prestare grande attenzione alla fase caratterizzata dalla scelta delle fonti e dalla raccolta dei dati. È fondamentale, infatti, esprimere concetti e veicolare informazioni in maniera autorevole e veritiera;
  3. è necessario stabilire anche il proprio pubblico di riferimento: bisogna, più concretamente, capire a chi è diretta l’informazione e accertarsi che essa risponda a dei bisogni specifici e sia di utilità e interesse per la platea di lettori a cui è destinata;
  4. stabilire il corretto tone of voice e pianificare il progetto grafico in grado di catturare al meglio l’attenzione. In questo senso è consigliabile studiare un design “eye-catching” (che attiri l’attenzione del lettore) che mostri in rilevanza il punto chiave attorno cui sviluppare il proprio discorso. Il design di un’infografica, oltre che essere accattivante, deve infatti anche aiutare la comprensione delle informazioni, che vanno suddivise in blocchi tematici facilmente individuabili.
  5. Particolare attenzione va dedicata al titolo dell’infografica, che deve essere d’impatto e spiegare in maniera chiara e concisa ciò che si sta andando a leggere, al corpo, i dati più importanti devono essere organizzati in maniera logica e sequenziale, eliminando i dettagli inutili e le parole superflue, alla conclusione (che deve chiarire in sintesi il succo del ragionamento logico alla base dell’infografica);
  6. Una volta creata l’infografica, l’ultimo step è inserirla all’interno del piano editoriale In maniera coerente.

Il web mette a disposizione diversi software di grafica, a pagamento e non, per creare infografiche. Alcuni tool gratuiti offrono set di grafiche standard facilmente personalizzabili e modificabili ma, inevitabilmente, questi programmi producono contenuti non particolarmente originali. Altri tool, invece, richiedono competenze professionali specifiche.

Caricamento contenuti...