Home Page Business

Fondo Cresci al Sud, 250 milioni per far crescere le PMI

Nel Sud è possibile crescere, fare impresa, sviluppare tecnologie, competere nei mercati internazionali: il Ministro Provenzano annuncia il Fondo Cresci al Sud

Alt text

Il Fondo Cresci al Sud è finalmente operativo. Parliamo della misura finanziaria pensata per sostenere gli investimenti di ogni tipo nelle PMI ad alto potenziale che operano nelle 8 regioni del Mezzogiorno, cioè Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

La misura si inserisce nel Piano Sud 2030 per lo sviluppo e la coesione dell’Italia, che è stato presentato il 12 febbraio 2020 a Gioia Tauro dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e i principali Ministri coinvolti nel progetto ovvero, Giuseppe Provenzano, Ministro per il Sud e la Coesione territoriale e Lucia Azzolina, Ministro dell’Istruzione. L’obiettivo del provvedimento è quello di individuare i bisogni da soddisfare e quindi stanziare le risorse necessarie per raggiungerli: finanziando i soggetti coinvolti, le attività specifiche e anche i processi da monitorare. L’operatività del fondo “Cresci al Sud” è stata confermata da Giuseppe Provenzano.

Cresci al Sud: l’annuncio del Ministero

Giuseppe Provenzano ha annunciato con una nota l’attuazione del fondo Cresci al Sud. Il suo utilizzo agevolerà la crescita delle PMI del Mezzogiorno grazie a investimenti nel loro capitale. Queste nuove risorse permetteranno alle aziende di crescere e aumentare la loro competitività.

Secondo Provenzano “Il nome del Fondo descrive il suo programma: a Sud è possibile crescere, fare impresa, sviluppare tecnologie, competere nei mercati internazionali. Nello scorso decennio, tante imprese meridionali hanno attraversato la lunga recessione mostrando coraggio e capacità di innovare. Ma alla vitalità dell’impresa non si è affiancato un presidio coerente dello Stato e del settore pubblico allargato. Le “eccellenze” sono rimaste sole, senza adeguato sostegno”.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Con queste parole, il Ministro evidenzia che le imprese del Sud hanno dimostrato di essere coraggiose e di sapere innovare, ma per farlo hanno bisogno di aiuto. Per tale motivo, il Governo ha deciso di studiare una strategia incentrata sulla crescita delle imprese. Ecco le parole di Provenzano: “Abbiamo deciso di invertire questa rotta, avviando una politica industriale incentrata sulla crescita dimensionale delle imprese, che operi sulle leve della capitalizzazione e dell’accesso al credito, dell’innovazione nell’organizzazione, nel processo e nel prodotto, dell`attrazione di capitale umano di qualità. Dobbiamo agire su tutto il ciclo di vita delle imprese”.

Fondo Cresci al Sud: settori su cui puntare

Grazie al Fondo Nazionale Innovazione è stato possibile avviare i primi progetti di investimento verso le startup. Oltre a questo, è arrivato Cresci al Sud, un altro progetto importante che verrà gestito da Invitalia. Sono coinvolte le piccole e medie imprese che desiderano crescere, anche attraverso acquisizioni o aggregazioni, grazie allo stanziamento di risorse proprie o investitori esterni.

Nei prossimi mesi, il Fondo si focalizzerà su questo asse strategico, ovvero nella ricerca e nel trasferimento tecnologico, ma anche nella cultura digitale e nel rafforzamento delle filiere. Queste, secondo Provenzano, sono le opportunità da sfruttare per la crescita del Mezzogiorno.

Fondo Cresci al Sud: caratteristiche

Il Fondo è stato inserito nella Legge di Bilancio 2020 e prevede un finanziamento complessivo di 250 milioni di euro, di cui 150 da usare nel 2020 e 100 milioni nel 2021, provenienti dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. Per garantire queste risorse la manovra ha annullato il piano di 300 milioni per attrarre iniziative imprenditoriali nelle Zone Economiche Speciali ZES.

Gli investitori privati che vogliono partecipare al Fondo Cresci al Sud verranno selezionati con una procedura aperta e trasparente. Come già detto, il soggetto gestore è Invitalia, ma sarà aiutato dalla Banca del Mezzogiorno e altre società partecipate.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...