Home Page Business

Come fare un preventivo edile perfetto

Sapere come fare un preventivo edile in maniera perfetta è fondamentale per chi ha un’impresa e vuole convincere un potenziale cliente a dire sì alla propria proposta commerciale: scopri sul blog i migliori consigli

Alt text

Anche chi ha un’impresa edile o è un professionista che opera in questo particolare settore deve sapere bene come scrivere un preventivo per i suoi lavori edili. In questo settore la concorrenza è folta e un preventivo perfetto può fare la differenza e risultare decisivo per il buon esito della trattativa commerciale con il potenziale cliente.

Le raccomandazioni generali per la scrittura del preventivo perfetto valgono, ovviamente, anche per il caso specifico di un lavoratore nel settore edile. Questo particolare ambito lavorativo, però, richiede delle accortezze ulteriori nel processo di scrittura di questo prezioso documento, che è incentrato sul calcolo di previsione del costo di un determinato lavoro.

Questa guida specifica include i migliori consigli su come fare un preventivo edile corretto ed efficace, utile cioè a strappare con maggiori probabilità il sì del potenziale cliente a cui è rivolto.

Come fare un preventivo di lavoro edile: i migliori consigli

Tutti i preventivi di lavoro, non solo quelli riguardanti lo specifico settore dell’edilizia, devono essere tempestivi e chiari. Per quanto riguarda il primo aspetto, è necessario rispondere velocemente alla richiesta di preventivo presentata dal potenziale cliente, pur facendo attenzione a non presentare, per questo motivo, un documento incompleto e poco curato.

Oltre a far leva sull’elemento differenziante della propria offerta e sui risultati concreti di cui può beneficiare il cliente una volta firmato il preventivo, è importante compilare con precisione tutti quei dati che non possono proprio mancare all’interno di un preventivo, che non è un mero elenco di prestazioni e prezzi.

Sei un professionista della casa?
trova nuovi clienti!

Entra gratis in PgCasa

I professionisti che lavorano nel campo dell’edilizia devono prestare particolare attenzione a questi dati, perché alcuni di essi fanno riferimento in maniera specifica al loro settore.

In linea generale, un preventivo di lavoro deve includere innanzitutto la data in cui viene presentato il documento al cliente, in modo tale da poter avere poi un punto di riferimento chiaro per ogni comunicazione futura riguardante esso.

Considerato il fatto che il settore dell’edilizia è in continua evoluzione, un accorgimento importante è quello di inserire all’interno del preventivo la scadenza della proposta commerciale, pur facendo attenzione a non individuare una data troppo ravvicinata, che rischierebbe di mettere una pressione eccessiva e deleteria sul cliente.

Allo stesso modo è opportuno specificare in maniera chiara i tempi di esecuzione del lavoro/di consegna del prodotto, cautelandosi in maniera opportuna (ed esplicita) in merito a possibili ritardi non dipendenti dalle proprie responsabilità.

I dati delle due parti coinvolte (azienda/professionista e potenziale cliente) non possono mancare all’interno di qualsiasi preventivo. Per quanto riguarda i preventivi di lavoro di un’impresa edile, in particolare, è necessario includere tutta la documentazione che certifica la regolarità dell’azienda, specificando di avere un DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) aggiornato e riferendo al potenziale cliente i dati della polizza RCT (responsabilità civile verso terzi).

Chi vuole sapere come fare un buon preventivo edile deve tenere bene a mente un ulteriore elemento: è la descrizione delle prestazioni, che in questo settore prevede la modalità “a corpo” o “a misura”.

Nel primo caso il costo dei lavori edili è calcolato definendo una quota per la realizzazione degli stessi che è fissa e invariabile. La cifra è il risultato di una stima dei lavori sulla base della precisa descrizione del progetto. Se le parti raggiungono un accordo con le suddette modalità, nessuna delle due potrà successivamente richiedere una modifica della cifra in base ai lavori effettivamente realizzati.

Nel caso di un preventivo di lavoro edile “a misura”, invece, le parti si accordano per un prezzo per ogni singola prestazione. Ne risulta che il costo complessivo dei lavori, non fissato a priori, può variare in base alle prestazioni concretamente svolte.

Sia in un caso che nell’altro, un buon preventivo di lavoro (edile e non) non può prescindere da riferimenti chiari e precisi per le voci di spesa e per le modalità (e le tempistiche) di pagamento. La chiarezza, infatti, è una delle qualità maggiormente apprezzate in fase di trattativa commerciale e contribuirà a convincere il cliente a firmare il preventivo di lavoro edile a lui presentato.

Un ultimo consiglio per chi ha un’impresa e vuole sapere come fare un preventivo di lavoro edile in maniera efficace è quello di accompagnare il preventivo con una breve lettera di presentazione all’azienda, che ne sottolinei la mission e i valori e che renda così ancor più chiara la propria proposta commerciale.

Sei un professionista della casa?
trova nuovi clienti!

Entra gratis in PgCasa

Caricamento contenuti...