Home Page Business

Come creare quiz online per ottenere più informazioni sui clienti

Per un brand conoscere i propri clienti è un bel vantaggio. Un sistema vincente per avere informazioni potrebbe essere creare dei quiz online. Ecco le indicazioni per crearli alla perfezione

Alt text

Ogni marketer che si rispetti ha il compito di conoscere appieno i propri clienti. Ecco perché creare quiz online potrebbe essere uno stratagemma vincente per raggiungere questo risultato.

Creare dei questionari online è un’arma incredibile per ottenere il maggior numero possibile di informazioni sui clienti. Che prodotti preferiscono? Come impostano il processo di acquisto? Quali campagne pubblicitarie ritengono più avvincenti? Queste ed altre moltissime domande sono quesiti che aiutano le aziende a comprendere il profilo dei propri clienti.

Ma come fare? Ecco una guida esaustiva per capire come creare quiz online perfetti!

Gestisci la tua presenza digitale
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Come impostare un quiz online vincente?

Come in qualsiasi operazione di marketing per ottenere un risultato soddisfacente è necessaria una strategia. Prima di iniziare quindi è fondamentale capire quali sono gli obiettivi di un quiz online. Nel dettaglio:

  • Che tipologia di domande faremo?
  • Che tipologia di risposte vogliamo ottenere?
  • Come vogliamo interagire con il pubblico? Con che registro?
  • Che tipologia di quiz scegliamo?
  • Con quale tool impostiamo il quiz?

Si tratta di domande apparentemente banali ma che ci aiutano a focalizzare il nostro obiettivo, riducendo così il rischio di creare un quiz online poco performante.

Creare un quiz online: la tipologia

Non tutti i questionari online hanno lo stesso obbiettivo e non tutti pongono le stesse domande. A seconda del proprio scopo è possibile creare dei quiz specifici. Ecco le principali categorie di quiz:

  • Polls: forniscono risposte riguardo a domande precise. Per esempio ci possono aiutare a comprendere punti di forza e punti di debolezza di un nostro prodotto.
  • Survey: sono questionari in cui si lascia molto spazio di risposta all’utente, le cosiddette risposte aperte. Sono più complicati da analizzare ma ci possono regalare un ventaglio di sfaccettature in base alle risposte ottenute.
  • Quiz: i quiz sono questionari impostati come gioco. Ne possiamo trovare di diverse tipologie sul web, dai questionari per la personalità ai questionari sul pensiero politico. L’obiettivo è quello di “far giocare” gli utenti per condurli ad un risultato, mentre nel frattempo si acquisiscono informazioni utili da utilizzare successivamente nelle proprie campagne di data driven marketing.

L’importanza del titolo

Come si sa la maggior parte degli utenti decide di effettuare un’azione online partendo da come questa gli si presenta. Nel caso di un quiz ciò che maggiormente conta è il titolo: più è accattivante più è facile che gli utenti vengano attirati. L’ideale sarebbe impostare questo strumento parlando la stessa voce del target: ad esempio un quiz rivolto alla Generazione Z userà un registro comunicativo su misura, diverso rispetto a quanto accade con persone di età maggiore.

In generale, come deve essere il titolo di un quiz online?

  • Semplice e facile da comprendere
  • Intrigante e che stimoli l’attenzione
  • Che non richiami il click-bait o tecniche online scorrette

Quiz online: come devono essere le domande?

Per colpire gli utenti e fare in modo che questi possano andare avanti nel quiz è necessario generare domande facili e chiare. Ecco alcuni consigli per impostare i quesiti nel modo migliore:

  • Utilizzare frasi corte, se possibile non superiori a una riga di lunghezza
  • Utilizzare a inizio domanda parole come: “Quanto”, “Quando”, “Come”, Cosa”, “Perché”
  • Evitare l’utilizzo di frasi negative
  • Evitare l’utilizzo di parole o perifrasi che richiamano risposte ambigue o approssimative (come “circa” o “più o meno”)

Come impostare le risposte?

Un altro passo molto importante nello sviluppare questi strumenti di digital marketing è capire come impostare le risposte. A livello tecnico ci sono diverse possibilità, eccole nel dettaglio:

  • Risposta sì/no
  • Scelta multipla
  • Risposta scritta e libera
  • Valutazione numerica (da 1 a 5 per esempio)
  • Risposta a scelta da una lista preimpostata.

Una volta scelta la metodologia di risposta è necessario impostare le stesse in modo che non siano (ovviamente) ambigue e quando possibile abbiano una forma visiva (lunghezza, struttura frase) più o meno simile.

Come promuovere un quiz online?

Un quiz online acquista valore più sono le persone che lo testano. Per ottenere un risultato apprezzabile è necessario fare in modo di far circolare il proprio quiz con una buona strategia di marketing. Che canali utilizzare?

  • Social Networks: sono importantissimi. Sui social (Facebook o Instagram in primis) è opportuno far girare i propri questionari per raggiungere molte persone, soprattutto se questi hanno un taglio divertente e giocoso.
  • Newsletter. Un quiz può essere inviato anche per mail, quando si ha una lista di persone che abitualmente ricevono newsletter dal tuo brand. Può anche essere una modalità utile per invitare l’utente a scaricare un contenuto di valore. Un esempio? “Compila il quiz per accedere al nostro video-corso”.
  • Condivisione: un altro elemento che spinge un quiz online è la condivisione del risultato sulle piattaforme social. Per ottenere successo è quindi consigliabile incentivare gli utenti alla condivisione.

Tool per la creazione di quiz online

Ora che avete capito come impostare alla perfezione un quiz online non vi resta che provare. Ecco i principali tool creati appositamente per generare i questionari:

  • YOP Poll: plugin WordPress
  • EasyPolls: servizio online
  • SurveyMonkey: servizio online
  • Typeform: servizio online

Cosa aspettate? Correte a creare il vostro quiz online, più conoscete i clienti, maggiori sono le probabilità di successo!

Caricamento contenuti...