Home Page Business

Telegram marketing: il futuro del business è nella messaggistica

Telegram è un social in grande espansione. In ambito business è ancora poco utilizzato ma il suo utilizzo nel marketing può condurre a grandi risultati

Alt text

Il marketing su Telegram è una delle strade pubblicitarie poco battute dalle aziende. Eppure la conformazione della piattaforma e la sua esplosione (soprattutto tra i giovani) potrebbero rivelarsi fondamentali per ampliare i business aziendali.

Solitamente le aziende cercano di creare strategie di marketing vincenti sui principali social: Facebook, Instagram, LinkedIn, Youtube. Spazi pubblicitari estremamente competitivi e dal tasso di engagement buono ma non elevato.

Il Telegram Marketing invece è ancora poco conosciuto ma è destinato a diventare una risorsa irrinunciabile per le aziende. Vediamo come!

Gestisci la tua presenza digitale
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Telegram: cos’è e perché è importante per le aziende

Telegram è una piattaforma di messaggistica istantanea simile, ma non uguale, a Whatsapp. E proprio nelle sue diversità dal sistema di messaggistica più utilizzato al mondo risiedono le caratteristiche che possono essere cruciali per il marketing di un’attività.

Perché Telegram può diventare determinante per le aziende?

Principalmente per 2 motivi:

  • Anonimato: se un utente si iscrive al canale Telegram di un’azienda lo fa in completo anonimato. Ciò significa che l’azienda non può conoscere nome, cognome e qualsiasi altro dato sensibile dell’utente.
  • Broadcast: cosa significa? Che la comunicazione all’interno di un canale è unidirezionale, ossia un’azienda può comunicare con i clienti senza ottenere le loro risposte, come in una sorta di newsletter. E’ una comunicazione uno a molti.

Canali e gruppi: quali utilizzare per il Marketing?

La principale differenza tra canali e gruppi è il grado di interazione tra l’azienda e gli utenti. Nei canali dove la comunicazione è uno-a-molti gli utenti non vengono coinvolti. Il brand propone i prodotti e le novità, ma gli utenti non possono interagire. I canali possono avere un numero illimitato di follower e possono essere pubblici o privati.

Questione diversa per i gruppi, dove la comunicazione molti-a-molti permette agli utenti di rispondere e comunicare con l’azienda. In questo caso si possono raggiungere al massimo 100 mila follower.

Cosa preferire per il Telegram marketing? Senza dubbio i canali sono un’ottima soluzione per le aziende che vogliono lanciare i loro prodotti. Sono diverse le ragioni che spingono le aziende ad utilizzarli, ecco le principali:

  • Ampia portata: percentuali di visualizzazione molto alte, circa il 60-70% (Facebook è mediamente il 10% dei follower)
  • Notifica immediata agli utenti
  • Pubblico interessato: chi si iscrive al canale parte già con un buon grado di interesse.

L’importanza dei Bot in Telegram

Una delle opportunità più importanti per il Telegram marketing sono i Bot. Si tratta di applicazioni di terze parti integrate in Telegram e studiate da programmatori per permettere alle aziende di interagire con gli utenti.

Perché i Bot sono utili per il business? Molto semplice, perché consentono di automatizzare l’invio di messaggi pubblicitari. Supponiamo di essere un ristorante: tramite i Bot potremmo impostare campagne promozionali, inviti per serate a tema, menù con le nuove proposte e così via. Un modo ancora più professionale per comunicare con gli utenti.

Best practices per il Telegram marketing

Ovviamente la prima regola per fare business su Telegram è creare una strategia di ampio respiro. Aprire un canale e poi non seguirlo correttamente non ha alcun senso. L’obiettivo è ampliare l’utenza con costanza. Ecco alcune best practices da seguire per coinvolgere nuovi clienti:

  • Linguaggio informale: Telegram è una piattaforma di messaggistica istantanea, quindi al suo interno deve prevalere un linguaggio quasi amichevole e non un formato standard dei messaggi.
  • Telegram non è Instagram: e nemmeno gli altri social. Quindi è da accantonare l’idea di creare post uguali per tutti i social. Telegram è molto più testuale e bisogna sfruttarlo per queste caratteristiche.
  • Niente esagerazione con i post: quanto infastidiscono le chat di gruppi che riempiono il tuo smartphone di messaggi? La stessa regola vale per Telegram: razionalizzare i post e non esagerare, i clienti potrebbero stufarsi ed abbandonare i canali.
  • Analizzare le reazioni: le reazioni degli utenti ai nostri post sono molto importanti per capire quale sia stato il feedback su una nostra proposta. Analizzarle è un ottimo strumento per creare delle strategie data driven sempre più performanti!

Come abbiamo visto il Telegram marketing può essere un’ottima risorsa per le aziende. Si tratta di una piattaforma molto interessante e ben diversa dagli altri social. Per poter ottenere risultati tangibili è necessario seguire linee strategiche ritagliate sulle sue caratteristiche. Come sempre poi, a vincere è sempre la creatività. Non vi resta che provare!

Caricamento contenuti...