Social Media Trends 2022: quali sono le novità da conoscere

Per impostare la giusta strategia per il proprio business è necessario conoscere le principali novità in ambito Social Media Trends per l’anno 2022 e sapere come sfruttarle al meglio: scopri di più sul nostro blog

Alt text

Chi si occupa di social media per motivi professionali sa molto bene che restare aggiornato su ogni nuovo trend è un imperativo categorico al quale non è possibile derogare. Ogni anno, infatti, nuove tendenze emergono mentre altre, già emerse, si consolidano oppure cadono nell’oblio, delineando in questo modo un nuovo scenario attorno al quale bisogna costruire la propria strategia di business.

Il 2022 non fa certo eccezione: anche quest’anno, infatti, le novità nell’universo dei social media non mancano. Di seguito, sono riportate nel dettaglio tutte le principali novità in ambito social media trends 2022 che è necessario conoscere per poter impostare in maniera corretta la propria strategia di business.

TikTok

TikTok è un social network che, ormai già da diverso tempo, ha acquisito grande popolarità, soprattutto tra i giovanissimi. La novità, però, è che negli ultimi mesi i suoi numeri sono esplosi e la piattaforma sta diventando sempre più rilevante anche per chi si occupa di social media per motivi professionali. Se è presto per sapere se TikTok diventerà il social network di riferimento per il marketing, non lo è per analizzare i numeri e sfruttarli a proprio vantaggio mettendo a punto una nuova strategia di business.

È interessante notare, a questo proposito, che, nel mese di settembre del 2021, TikTok ha superato il traguardo di 1 milione di utenti, aumentando la sua utenza del 45% in 9 mesi. A gennaio dello stesso anno, infatti, la piattaforma registrava “solo” 689 milioni di utenti.
Nonostante la crescita impressionante fatta registrare da TikTok negli ultimi mesi, molte aziende sono ancora restie a investire in questo social media per le loro campagne di marketing.

Un sondaggio realizzato da Hootsuite (Hootsuite Social Trends 2022) ha rivelato che solo il 38% degli intervistati ha risposto di avere in programma di aumentare i propri investimenti su TikTok nel corso del 2022 (una percentuale inferiore a chi ha risposto di prevedere di incrementare gli investimenti su piattaforme come WhatsApp, Pinterest, Snapchat e Clubhouse).

Il medesimo sondaggio, inoltre, ha evidenziato che il 24% degli intervistati ritiene che TikTok sia il social media più efficace per realizzare i propri obiettivi di business. Si tratta di una percentuale bassa, molto inferiore al 62% fatto registrare da Facebook o al 49% di Instagram (ma anche al 40% di LinkedIn e Twitter e al 34% di Youtube). La prospettiva, però, cambia radicalmente se si fa il confronto col 2020: quell’anno, solo il 3% degli intervistati aveva indicato TikTok come social media più efficace ai fini di business. La crescita, quindi, fatta registrare da TikTok in 12 mesi è pari al 700% (mentre Facebook e Instagram hanno registrato, rispettivamente, un -25% e un -40%).

La tendenza appare delineata: sempre più persone si stanno rendendo conto delle enormi potenzialità di TikTok in ambito marketing; il consiglio, per chi vuole battere la concorrenza, è quello di muoversi per tempo così da anticipare il momento in cui ciò diventerà ormai chiaro a tutti.

Video brevi

Il secondo social media trends del 2022 può essere considerato una diretta conseguenza del primo: la straordinaria popolarità di TikTok, infatti, è direttamente proporzionale al successo dei video brevi su Internet. Solo Youtube sembra in grado di resistere a questa tendenza ormai delineata (anche se lo stesso Youtube ha introdotto Youtube Shorts): tra Stories e Reels, anche Facebook e Instagram hanno capito che gli utenti sembrano ormai prediligere i video brevi, ridimensionando gli altri loro esperimenti sui video più lunghi, come Facebook Watch e la IgTv.

Il già citato sondaggio condotto da Hootsuite ha evidenziato che quasi il 40% degli intervistati (più precisamente il 39,4%) ha dichiarato di avere intenzione di puntare sui video brevi come strumento per vendere i propri prodotti o servizi, più di ogni altro mezzo (le social ads e gli User Generated Content si sono fermate, rispettivamente, al 39,0% e al 29,6%).

Nel 2022, quindi, ancor più che in precedenza, è giunto il momento di sperimentare quanto più possibile i video brevi come strumento per raggiungere i propri obiettivi di business. A questo proposito, nel caso in cui (come probabile e auspicabile) si decida di puntare su diverse piattaforme, è molto importante ricordare di personalizzare e ottimizzare ciascun video per lo specifico canale al quale è dedicato.

Crea efficaci campagne su

Facebook e Instagram!

Scopri come

Acquisti direttamente sui social media

Puntare sui social media per raggiungere i propri obiettivi di business, nel 2022, significa anche permettere ai propri clienti di effettuare i loro acquisti direttamente all’interno dei social media stessi, senza “costringerli” ad abbandonare il social media per approdare sul sito internet e concludere lì l’operazione d’acquisto.

Ormai, infatti, sempre più social media danno la possibilità di effettuare acquisti in-app e, complice anche il lockdown per l’emergenza Covid-19, sempre più utenti hanno approfittato di ciò. Secondo una previsione di eMarketer, entro l’anno 2025 l’industria del social commerce sfiorerà quota 80 miliardi di dollari (precisamente 79,64). Nel 2019, cioè nell’era pre-Covid, questa cifra era inferiore ai 20 miliardi di dollari (19,42).

A questo punto è opportuno fare una precisazione: la crescita del social commerce non si tradurrà verosimilmente nel collasso dell’ecommerce (che, sempre secondo i dati eMarketer, nel 2020, cioè all’inizio della pandemia di Covid-19, aveva fatto registrare un +20%). Significa, però, che chiunque desideri sfruttare i social media trends del 2022 per perfezionare la propria strategia di business dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di offrire questa retail experience ai propri clienti, assicurandosi però che essa sia coerente con la propria Brand Image, coinvolgente, appagante e soddisfacente.

Non bisogna dimenticare, a questo proposito, che qualsiasi azione in più che si richiede al cliente (come, per esempio, spostarsi dal social media dove ha visto il prodotto da acquistare al sito dove è possibile acquistarlo) aumenta il rischio che quel cliente non arrivi a completare il suo percorso d’acquisto. Questa riflessione, unita al fatto che i consumatori sono soliti utilizzare i social media per cercare nuovi prodotti da acquistare, rappresenta un ulteriore incentivo a “far tesoro” di questo consiglio nei prossimi mesi.

Social Customer Care

La centralità dei social media nelle strategie di business si traduce anche in una crescita dell’importanza del social customer care: i consumatori, ormai, preferiscono interfacciarsi con le aziende tramite messaggio sui social media e hanno anche realizzato che proprio su questi canali potrebbe essere più facile (oltre che più comodo) ottenere una pronta ed esauriente risposta.

Non a caso secondo Gartner, entro il 2023, il 60% delle richieste ricevute dai customer service verrà gestito tramite canali digitali, che in questo modo supereranno il più tradizionale canale telefonico. Ciò nonostante, molte aziende non hanno ancora predisposto una strategia di social media customer service. Questo significa che, in maniera similare a quanto detto in precedenza per altri social media trends del 2022, c’è ampio margine di manovra per chi decide di cogliere al balzo questa tendenza, intercettando una vasta richiesta che, però, va soddisfatta nel migliore dei modi possibili.

Per farlo, è possibile ricorrere a un chatbot ma è opportuno anche prevedere l’assunzione di personale qualificato nel social media customer service o, quantomeno, assicurarsi che il proprio social team segua un corso ad hoc su questo tema e su un altro aspetto particolarmente rilevante al giorno d’oggi: il social listening (cioè il monitoraggio e le analisi delle conversazioni che avvengono online attorno al brand, ai competitor o al settore di riferimento ma anche attorno a specifiche keyword, frasi o eventi).

Creators

Non rappresenta certo una novità nell’universo del social media marketing, ma il ricorso ai creators per rendere ancora più coinvolgente le proprie strategie di engagement è diventato ancora più frequente con la pandemia del Covid-19, periodo in cui in tanti hanno deciso di tentare questa strada per monetizzare le loro passioni e diversificare il loro reddito.

Ancora una volta in supporto arriva eMarketer, con l’esempio degli Usa: si prevede che, negli Stati Uniti d’America, nel 2022 il 72,5% dei marketers farà ricorso a questa particolare figura.
I social media, da Instagram (come le Branded Content Ads) a TikTok (si pensi a Creator Marketplace), non a caso, hanno già predisposto strumenti ad hoc di monetizzazione.

Per tutti questi motivi, le aziende che hanno intenzione di utilizzare i creators nella loro strategia di marketing devono, innanzitutto, definire il pubblico che intendono raggiungere, poi individuare la piattaforma su cui è possibile intercettarlo e, quindi, trovare il creator giusto, cioè quello che ha già una sua fanbase consolidata e che è in grado di avere la giusta influenza su quel pubblico. La scelta del creator giusto, ovviamente, è legata alla nicchia in cui opera l’azienda. Non solo: altrettanto ovviamente, la scelta del creator giusto presuppone un investimento, che va adeguatamente ponderato.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

A questo proposito, è importante sottolineare che la pandemia ha visto ridimensionare notevolmente le spese relative al paid advertising in molte aziende. Il calo drastico della reach organica sui social media è, però, un fenomeno ormai consolidato e, per questo, chi vuole sfruttare al meglio i social media trends del 2022 deve mettere in conto la necessità di investire e, soprattutto, di farlo al meglio, cioè dopo un’analisi ben ponderata in grado di ridurre al minimo il rischio di sostenere spese inutili e non redditizie.

Caricamento contenuti...