Home Page Business

PMI, arrivano altri 30 milioni per finanziamenti digitali

Banca del Piemonte e Banca di Asti hanno messo a disposizione delle PMI 30 milioni di euro per investimenti digitali. Ecco come è possibile richiederli

Alt text

Alti 30 milioni di euro per sostenere gli investimenti digitali delle PMI del territorio. Banca del Piemonte e Banca di Asti hanno messo a disposizione dell’operazione Open Banking Alliance, lanciata per sostenere le piccole aziende in questo periodo così complicato, 30 milioni di euro da utilizzare per la ripresa dell’economia. Il progetto Open Banking Alliance è stato lanciato lo scorso giugno da Banco Desio e Credimi e in questo periodo ha ottenuto un buon riscontro dalle PMI del territorio. Con questi ulteriori 30 milioni di euro, la platea delle aziende che potrà ricevere i finanziamenti garantiti dallo Stato e con interessi molto bassi sarà molto più ampia.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

PMI, quali finanziamenti possono essere richiesti

Tutti i fondi messi a disposizione dalle banche sono utilizzati per la sottoscrizione di titoli rappresentativi di finanziamenti erogati da Credimi. L’accesso al credito è abbastanza semplificato, in modo da dare la possibilità a tutte le aziende di richiedere un finanziamento per avere liquidità da investire.

Infatti, uno dei problemi principali esploso con la pandemia è la mancanza di liquidità per le MPMI che riaprono dopo il periodo di lockdown. I contributi a fondo perduto dello Stato hanno dato un piccolo aiuto, ma per ripartire sono necessari molti più soldi e le aziende possono richiederli anche grazie alle Garanzie che il Governo ha assicurato con DL Liquidità e con le altre manovre finanziarie varate in questi ultimi mesi.

Seguendo le indicazioni di Credimi, le micro, piccole e medie imprese possono chiedere un finanziamento con copertura del Fondo di Garanzia fino al 90% per un ammontare massimo del 25% del fatturato del 2019. Si tratta in larga parte dei requisiti che il Governo ha imposto con il DL Liquidità. Grazie al’intervento del Fondo di Garanzia PMI dello Stato, le aziende non pagano nessuna istruttoria per chiedere la garanzia e sono protetti nel caso in cui gli affari dovessero andare male nei prossimi anni.

Il finanziamento richiesto può avere una durata massima di 5 anni con un periodo di pre-ammortamento di un anno: la prima rata viene pagata nell’ultimo trimestre del 2021. Chi può richiedere il prestito garantito dallo Stato ed erogato da Credimi? Le micro, piccole e medie imprese con un fatturato sopra i 100.000 euro e con un bilancio depositato.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...