Home Page Business

I migliori consigli per attirare i clienti in una fiera virtuale

Stai organizzando una piccola o grande fiera virtuale, e vorresti sapere come attrarre più clienti? Scopri consigli, suggerimenti e strategie sul Blog PMI. E, se vuoi, richiedi una consulenza

Alt text

L’avvento del Coronavirus ha inevitabilmente cambiato il mondo e, anche il marketing, ha rivoluzionato ogni tipo di concetto e di strategia, costringendo aziende, PMI e professionisti a rimettersi in gioco. E a trovare nuove strategie per farsi notare. Abbiamo dunque assistito ad un approccio totalmente diverso, messo in atto per rinnovarsi e per crescere. Basti pensare alle tantissime conferenze, manifestazioni e fiere che – a causa della pandemia – sono state rinviate o cancellate.

Tanti organizzatori hanno invece optato per una trasformazione netta, per un approccio diverso per raggiungere il pubblico nonostante le tante difficoltà.

L’avvento delle fiere virtuali

Innovarsi per non sparire: è questo il mantra adottato in ogni genere di business che ha dovuto fare i conti con il Coronavirus. Settimana dopo settimana sono state tante le fiere virtuali organizzate, trasformando i primi mesi del 2020 in un periodo storicamente unico, con un numero di eventi online senza precedenti. Proprio per questo, e in vista di un futuro (troppo) incerto, è necessario saper sfruttare i social network per una fiera, e creare strategie per attirare clienti, aziende e brand capaci di occupare spazi digitali e rinnovarsi.

Realizza le migliori campagne
su Facebook e Instagram

Scopri come

Gli eventi virtuali, proprio come gli eventi classici, richiedono una solida strategia di promozione per assicurarsi di generare valore aziendale e ROI. Senza una promozione mirata ed efficace, la partecipazione ne risentirà. E senza un piano strategico di follow-up, che includa il supporto operativo per convertire i lead, tutto lo sforzo potrebbe essere sprecato.

Con un evento virtuale, bisogna assolutamente intensificare gli sforzi promozionali: c’è bisogno di un solido piano di gioco per assicurarti di fornire valore aziendale. Ciò include una strategia che coinvolge le operazioni di marketing e la gestione dei lead, nonché ottimi contenuti per mantenere viva la conversazione. Poiché l’evento sarà digitale, anche molte delle strategie per portare i clienti in fiera dovranno essere digitali, virtuali, social. Peraltro, i costi su molti canali media a pagamento sono diminuiti, con numerosi grandi marchi che hanno ritirato la loro pubblicità: questa è una grande opportunità per i marketer B2B di sfruttare SEM, pubblicità digitale e social a pagamento per il marketing di eventi virtuali. Si tratta di una buona base di partenza, se si vuole creare una fiera virtuale più grande con una copertura ampia o eventi iper-targetizzati per segmenti più piccoli.

Utilizzare solo una strategia di promozione di eventi di marketing digitale non è sufficiente: il telemarketing e il direct mail possono aiutarti a superare la barriera dell’attenzione e attirare potenziali clienti di alto valore, per forum di clienti o eventi interni del settore. Ma quale tipo di strategia è necessaria per sfruttare i social per una fiera?

Come utilizzare i social per attirare clienti

In primis bisogna valutare la tempistica e aumentare i contenuti 2–3 settimane prima dell’evento. Grazie ai social media è possibile sviluppare un hashtag unico per la fiera virtuale, ma è necessario assicurarsi con attenzione che gli utenti includano nei post lo stesso hashtag per inviare i contenuti al pubblico giusto.

Aiuta i tuoi relatori/“standisti” a promuovere l’evento nelle loro reti. Fornisci copy e immagini per i post sui social e ricorda loro di utilizzare l’hashtag dell’evento e l’URL di registrazione. Tagga relatori e sponsor nelle tue promozioni e in qualsiasi pubblicità di eventi a pagamento. Imposta gruppi privati ​​per consentire agli iscritti di connettersi e di porre domande a te, sia prima dell’evento che dopo: questo creerà un senso di comunità e stimolerà l’interazione. Crea una pagina dell’evento su Facebook e invita il tuo pubblico. Infine, gli annunci a pagamento possono aiutarti ad espandere gli sforzi promozionali per gli eventi sui social media.

Email e newsletter

Pianifica 2-3 email promozionali per i tuoi contatti, ma utilizza un approccio segmentato. Assicurati di non inviare spam, rimuovendo gli iscritti dagli invii futuri, e segmentando chiunque non troverebbe il contenuto utile o applicabile. In genere si può lavorare seguendo questo schema:

  • Email di benvenuto / conferma della registrazione: assicurati di includere un modo semplice per aggiungere l’evento al loro calendario.
  • Promemoria: invia promemoria tramite posta elettronica il giorno prima e il giorno dell’evento.
  • Guida all’evento virtuale: crea una guida che delinea come partecipare all’evento, riassume sessioni / tracce, spiega le funzionalità interattive come chat e sondaggi e fornisce un promemoria dell’hashtag dell’evento.

Dopo aver creato campagne pubblicitarie e via mail per diffondere la tua fiera virtuale, dovrai anche creare un “luogo”in cui l’utente possa ricevere maggiori informazioni e registrarsi all’evento.

Landing page e promozioni esclusive

Oltre agli strumenti social, anche per le fiere virtuali si può puntare sulla funzionalità di una landing page per l’evento che si vuole promuovere. Una pagina ben ottimizzata può convincere i visitatori e fornire loro maggiori informazioni, affinché possano decidere di registrarsi. Per creare una landing page perfetta, ecco cinque step da seguire:

  • Titolo accattivante: concentrati esclusivamente sull’obiettivo principale evitando giri di parole e frasi articolate
  • Qualità: elenca tutti i vantaggi in modo chiaro e sintetico, magari sotto forma di elenco puntato o numerato. Una lista costituita da 3-5 punti dovrebbe essere sufficiente
  • Obiettivo: fornisci tutte le informazioni di cui l’utente ha bisogno in modo chiaro, lungo un percorso lineare e univoco. Bisogna concentrarsi su unico obiettivo, senza cercare di rivolgersi a più destinatari allo stesso tempo
  • Form: anche in questo conta la semplicità. L’obiettivo in fondo è ottenere più informazioni possibili sul nuovo lead, ma allo stesso tempo non risultare troppo invadenti. Bisogna trovare il giusto equilibrio inserendo dei campi obbligatori e altri facoltativi, in modo da lasciare all’utente la scelta sul tipo di rapporto da instaurare con l’azienda.
  • Immagine o video: evita immagini banali e mainstream. Queste foto sono facilmente riconoscibili e rischiano di svalutare parzialmente la qualità dei contenuti testuali. Stesso discorso vale per i video, che devono argomentare in modo più coinvolgente quanto già spiegato nel corpo del testo della pagina.

Promozioni esclusive e realtà virtuale

A tutti piace ricevere un regalo, anche se si tratta di una fiera virtuale. Promozioni, offerte e sconti sono opzioni da utilizzare per attirare più persone e far visitare il proprio stand o gli spazi dei propri “standisti”. Attraverso questo strumento gli utenti potrebbero lasciare con grande convinzione i proprio dati. Una buona strategia è trasmettere curiosità, offrire una sorpresa che può essere scoperta visitando lo stand o sfruttare tecniche di marketing esperenziale.

Da non sottovalutare uno strumento come la realtà virtuale, una proposta perfetta per una fiera da sponsorizzare. Incorporare la realtà virtuale richiede ovviamente un investimento davvero importante, ma allo stesso tempo può garantire risultati superiori. Essere in grado di effettuare una visita virtuale allo spazio garantirà una migliore esperienza utente. Grazie alla realtà virtuale si possono generare video a 360 ° utilissimi anche per strategie future.

Chatbot

Indispensabile tra le strategie per attirare clienti in una fiera virtuale è anche la creazione di un buon chatbot. In questo modo si offre un servizio clienti sempre disponibile, indipendentemente dall’ora o dal luogo da cui gli utenti si collegano. Un altro vantaggio è che si possono conoscere in tempo reale le opinioni e i comportamenti degli utenti: grazie ad un sistema di Intelligenza Artificiale si potrà adattare meglio la propria strategia alle esigenze e agli interessi raccolti e pianificare successive campagne di marketing data driven.

Cosa fare il giorno della fiera virtuale

Anche in questo caso conta la tempistica, così come per ogni attività collegata alla promozione di una fiera virtuale o per qualsiasi altro evento da creare ed organizzare online. Si deve iniziare la mattina presto con un’ultima chiamata per registrarsi e un promemoria per partecipare. Sui social si deve sempre ricordare agli utenti l’hashtag della fiera virtuale, da Facebook a Linkedin, per invitarli a condividere i loro pensieri.

Caricamento contenuti...