Home Page Business

Google Discover: come creare contenuti più performanti

I dati di Google Discover sono preziosi: ecco come utilizzarli per creare contenuti che aiutino ad aumentare il traffico sul proprio sito web

Alt text

Un feed di notizie personalizzate sulle preferenze e le abitudini di lettura degli utenti. Google Discover è servizio offerto dal colosso di Mountain View che seleziona le notizie più interessanti per gli utenti, senza che debbano fare ricerche in rete. Il servizio Discover è sicuramente utile e apprezzato dagli utenti, ma soprattutto rappresenta un’occasione per aumentare il traffico al sito web del proprio brand. Il fatto che questo feed sia completamente personalizzato su interessi, cronologia delle ricerche, posizione e attività degli utenti in altre app, rende molto difficile utilizzarlo in modo strutturato in una strategia di marketing. Questo anche perché per chi utilizza tool come Google Analytics, non c’è modo di sapere se una fonte di referral proviene da Discover o meno. Un report pubblicato sul Search Engine Journal svela però quali sono le tecniche per creare e ottimizzare i contenuti, così da ottenere prestazioni migliori e vederli entrare in Google Discover: ecco alcuni consigli.

Google Discover e Search: non tutto funziona su entrambi

Ciò che appare evidente dai consigli forniti sopra e che emergono dall’esperienza del report del Search Engine Journal è che spesso la strategia SEO per Google Discover è opposta a quella da utilizzare per Google Search. Se per ottimizzare il posizionamento nella pagina dei risultati di ricerca, o SERP, bisogna puntare su contenuti di alto livello, con titoli che siano affidabili e non clickbait, Discover sembra seguire logiche differenti. Questo perché i contenuti che compaiono su Google Discover dipendono dall’interazione dell’utente, che clic dopo cli sul link affina l’algoritmo per una sempre maggiore personalizzazione del feed di notizie.

Google Discover: l’importanza dei titoli

Nel report pubblicato sul Search Engine Journal si sottolinea l’importanza che i titoli hanno affinché i contenuti entrino in Google Discover. Dall’analisi condotta, i titoli che hanno più possibilità di entrare nel feed personalizzato sono quelli carichi di emozioni. Insomma, anche se Google nelle sue linee guida ufficiali dice di evitare i titoli clickbait, per entrare in Discover è necessario trovare il giusto compromesso tra un titolo che catturi l’attenzione, a patto che nel testo dell’articolo vi siano le informazioni promesse dal titolo. Un’altra strategia per ottenere CTR elevati ed entrare su Discover è quella di utilizzare titoli posti sottoforma di domanda. Anche se queste strategie sono entrambe sconsigliate per la SEO, in realtà su Google Discover sembrano avere successo.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Google Discover: sì ai contenuti evergreen

Il servizio Google Discover nasce per fornire agli utenti notizie di attualità, un po’ come già accade per Google News. A volte può accadere che nel feed personalizzato di un utente appaiano articoli dai contenuti evergreen che risalgono a diversi anni prima, anche senza che questi siano stati aggiornati o modificati. Questo rappresenta un vantaggio anche per i brand che non pubblicano spesso contenuti: creando un testo da un topic evergreen che abbia tutte le caratteristiche di competenza e affidabilità che l’algoritmo di Discover cerca, si può ottenere traffico e continuare a generarlo anche a distanza di tempo.

Google Discover: intercetta chi non ti stava cercando

Una delle caratteristiche interessanti di Discover è la capacità di intercettare anche gli utenti che non stavano cercando un certo tipo di contenuto in quel momento. Dato che il feed è personalizzato, un utente potrebbe ritrovarsi un contenuto che non era tra i suoi interessi di ricerca, ma potrebbe comunque trovarlo interessante e cliccarci sopra, portando traffico web. Questo implica che i contenuti dovranno generare emozioni ed essere coinvolgenti, così da poter sfruttare questa potenzialità offerta da Discover.

Google Discover: il potere delle liste

Le liste sono da sempre un argomento dibattuto nelle strategie SEO. Utili o non utili? Questa è la domanda che gli esperti si pongono. Secondo il report, su Google Discover gli utenti sembrano apprezzare i contenuti che contengono le liste, ad esempio “5 consigli per fare lead generation” o “10 consigli per creare il post perfetto”. Pertanto, ci si potrà lasciar andare alla fantasia nella creazione di contenuti che contengano liste di consigli o cose da fare.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Caricamento contenuti...