E-commerce: quali sono gli impatti dell'inflazione nei primi mesi del 2022

Negli ultimi due anni gli acquisti online continuano a crescere ma cambiano i prodotti di consumo. In crescita i beni di prima necessità

Alt text

Secondo il report di Trovaprezzi.it, le abitudini degli Italiani in termini di acquisti online sono cambiate molto nei primi mesi del 2022.

A fronte di un generale aumento dei consumi rispetto ai due anni precedenti infatti, sono cambiate le tipologie dei prodotti e servizi acquistati, cambiamento influenzato anche da diversi accadimenti sociopolitici come i conflitti in est Europa e l’emergenza sanitaria.

Cresce il settore e-commerce nel 2022

Cioè che emerge dallo studio di Trovaprezzi.it, che ha confrontato i dati relativi al periodo compreso tra Gennaio e Aprile 2022 con lo stesso periodo degli ultimi due anni, è che gli acquisti online in Italia sono in costante crescita, con un +14% rispetto all’anno precedente e una spesa totale di quasi 46 miliardi di euro, sia per il settore dei servizi (+28%), sia per i prodotti (+10%) rispetto al 2021.

Gli utenti che acquistano online sono in media i più giovani, nel 23% dei casi di età compresa tra i 35 e i 44 anni, mentre nel 22% tra i 25 ed i 34 anni. La fascia over 45 è in leggero aumento, mentre calano i giovanissimi che raggiungono solo il 14%.

Si confermano i dispositivi mobile (ovvero smartphone e tablet) tra gli strumenti più utilizzati per lo shopping su e-commerce, con il 69,5% delle ricerche effettuato tramite smartphone, sempre secondo il report di Trovaprezzi.it.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

L’inflazione influenza le abitudini di acquisto online

L’emergenza sanitaria ancora in corso e gli aumenti dei costi relativi alla fornitura di energia stanno influenzando invece le abitudini di acquisto degli Italiani, causando uno spostamento in termini di ricerche e interesse verso beni di prima necessità, in particolare salute, farmaci da banco e metodi di riscaldamento alternativi, come le stufe.

In particolare gli integratori alimentari hanno raggiunto un volume di ricerche che si assesta attorno all’8% (a fronte del 5% del 2019), mentre segnano una battuta di arresto la telefonia e l’elettronica.

Anche i prezzi medi sono in crescita: considerando il carrello medio infatti il settore degli smartphone registra un +10,5% rispetto al 2021 e un +27% rispetto al 2020, così come altri beni di elettronica, come lavatrici e asciugatrici (+4% rispetto al 2021), frigoriferi (+10%) e stufe (+16%).

Malgrado questi aumenti dovuti all’inflazione, lo shopping online rimane un trend importante e in crescita in Italia, in particolare per chi fa acquisti da mobile; per questo motivo è molto importante investire in piattaforme e-commerce ottimizzate, funzionali e piacevoli da usare per gli utenti.

Ora più che mai è importante affidarsi a un tema di esperti che supporti nella realizzazione di uno shop online performante. Il team di Italiaonline è pronto a sostenere le aziende in questo percorso: offriamo soluzioni su misura a seconda delle necessità, curate nei minimi dettagli, facili da tenere aggiornate con l’aggiunta di nuovi prodotti e servizi e ottimizzate per mobile, nonché lo sviluppo di App ad hoc per gli e-commerce.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Tags:
Caricamento contenuti...