Home Page Business

E-commerce: pro e contro di una strategia di video marketing

Vuoi migliorare le performance del tuo e-commerce tramite i video? Prima di buttarti a capofitto in questa attività, valuta bene i pro e i contro

Alt text

Chi ha un e-commerce deve conoscere gli strumenti di marketing a sua disposizione e capire quali potrebbero essere efficaci per la propria azienda. Una buona strategia è come un buon piatto: occorre scegliere bene gli ingredienti e decidere le dosi per ottenere un ottimo risultato.

Allo stesso modo, quando vogliamo promuovere un’azienda non dobbiamo utilizzare tutti gli strumenti senza cognizione, ma sceglierli in base agli obiettivi da raggiungere, al target di riferimento, a ciò che vogliamo comunicare, al budget a disposizione e altri elementi. Il video marketing non è sempre l’alleato migliore, ma bisogna considerare i pro e i contro prima di prendere una decisione. Naturalmente ogni azienda è una realtà a parte, ma possiamo valutare alcuni aspetti importanti per capire se è o meno il contenuto ideale per le proprie esigenze e capacità.

Video Marketing per e-commerce: punti di forza

L’e-commerce è stato il protagonista di un vero e proprio boom durante la pandemia. Le persone che hanno deciso di fare shopping online nel 2020 sono oltre 2 miliardi. Chi vuole avviare un’attività di vendita online, oggi più che mai, può contare su un bacino di potenziali utenti enorme. Ma allo stesso tempo deve fare i conti con la concorrenza sempre più agguerrita. In questo contesto, i video possono essere un utile strumento per incrementare la visibilità dell’e-commerce e aumentare le vendite.

Innanzitutto, però occorre comprendere se possono essere utili per il proprio progetto. Occorre definire:

  • Qual è il loro ruolo all’interno della strategia di marketing, quindi con quale obiettivo li realizziamo
  • Il budget, ovvero le risorse disponibili per questa attività
  • Come integrarli col resto della strategia: pubblicazione nella piattaforma o solo su canali esterni
  • I competitor già li usano? E come? Come differenziarci?

Queste sono solo alcune delle domande da porsi quando si valuta l’adozione dei video nella propria strategia. Iniziamo col dire che i video devono, innanzitutto, comunicare. Per esempio, se l’azienda è ancora poco conosciuta possono essere usati per fare permette di migliorare la brand awareness, ovvero per diffondere il nome del marchio in rete e farlo conoscere soprattutto dai potenziali clienti.

Vuoi creare un video professionale per la tua attività o il tuo sito? Affidati ai nostri esperti

Scopri come

Per raggiungere questo obiettivo ci si può affidare a canali esterni, come Youtube e sui social media. Dove pubblicarli? Questo dipende da quali sono i canali presidiati dal brand e su quanti follower può contare. Se, per esempio, ha un buon numero di seguaci su Instagram si può ipotizzare la creazione di una strategia video pensata per questo canale e, nel caso, declinarla secondariamente su tutti gli altri. Insomma, le opportunità sono davvero tante, l’importante è avere ben chiaro l’obiettivo da raggiungere.

I video hanno numerosi pro. Rappresentano il contenuto più visto al mondo. I video riescono a coinvolgere gli utenti, che si avvicinano man mano al brand e poi diventano clienti dell’e-commerce. Naturalmente questo succede se si costruisce una strategia ad hoc, pensata in ogni particolare.

Infatti, se si lavora bene, non aumenta solo la visibilità del brand ma anche le conversioni nell’e-commerce. I video infatti hanno una forte connotazione persuasiva e possono accompagnare l’utente durante tutto il funnel. Questi sono tutti i punti di forza di un video, che però può trasformarsi in un deterrente per gli acquisti.

Video marketing: quando evitarli

Come abbiamo detto, i video sono contenuti potenti, ma ciò avviene solo quando:

  • sono realizzati in modo professionale
  • viene investito il budget necessario
  • sono davvero utili alla strategia e realizzati con cognizione
  • vengono diffusi adeguatamente

Se non si hanno le risorse economiche a disposizione è meglio non integrare i video nel proprio piano di e-commerce marketing. Quello dei video, infatti, è un progetto che richiede professionalità ben definite e non può essere trascurato. Un video di bassa qualità può rovinare la brand reputation. Ecco perchè se non si ha la possibilità di realizzarli a dovere, si trasformano dal migliore alleato a un vero e proprio auto-gol.

Vuoi creare un video professionale per la tua attività o il tuo sito? Affidati ai nostri esperti

Scopri come

I video sono sconsigliati anche quando l’e-commerce non è al massimo delle sue potenzialità o nel caso in cui non si abbia l’idea giusta per creare un piano davvero efficace. Meglio attendere, analizzare il mercato e raccogliere dati e solo al momento giusto integrare uno o più video nel proprio progetto. La fretta è cattiva consigliera soprattutto in questi casi. E il fatto che tutti facciano i video non significa che questi siano obbligatori. Anzi, uno dei pochi modi per superare la concorrenza è valutare bene quando fare i video e soprattutto creare contenuti davvero efficaci.

Nella valutazione del piano di video marketing è fondamentale fare queste valutazioni e capire anche se è il momento giusto per investire su un video, un contenuto importante che può davvero dare la spinta giusta al proprio brand. Vuoi capire se i video sono il contenuto che fa per la tua azienda? Affidati a un team di esperti che ti permetterà di capire meglio come usarli al meglio per aumentare visibilità e vendite.

Vuoi creare un video professionale per la tua attività o il tuo sito? Affidati ai nostri esperti

Scopri come

Caricamento contenuti...