Digitalizzazione della Sanità: 500 milioni per progetti innovativi

La misura "Iniziative di ricerca per la salute" è un'opportunità per i gruppi di ricerca e le imprese del settore: ecco in cosa consiste

Alt text

Il Ministero dell’Università e della Ricerca e quello della Salute hanno firmato le linee guida della nuova misura a sostegno del settore sanitario, chiamata “Iniziative di ricerca per la salute“. Grazie al piano complementare al Pnrr , verranno stanziati 500 milioni di euro mirati al finanziamento di programmi di ricerca in ambito sanitario. L’obiettivo è migliorare la diagnosi, il monitoraggio delle patologie e anche le cure grazie alle nuove tecnologie. La trasformazione digitale diventa, così, cruciale anche nel settore sanitario e le imprese o i gruppi di ricerca non possono lasciarsi sfuggire questa occasione e realizzare i propri progetti grazie ai nuovi finanziamenti. Vediamo, nel dettaglio, le caratteristiche della misura.

Iniziative di ricerca per la salute: 4 iniziative

I progetti finanziati dovranno essere focalizzati su quattro campi:

  • robotica e strumenti digitali
  • reingegnerizzazione dei processi
  • data mining
  • monitoraggio a distanza

Ogni iniziativa potrà avere un finanziamento da 75 a 150 milioni di euro. I progetti permetteranno di rafforzare la ricerca biomedica nazionale e metteranno in collegamento le competenze presenti in tutto il territorio nazionale e internazionale. Infatti, potrebbero avere ripercussioni positive non solo nel territorio italiano, ma anche all’estero. Grazie alle risorse economiche sarà quindi possibile intercettare tutte le idee ancora sconosciute, ma ricche di potenzialità e soprattutto trovare le competenze necessarie per rispondere alle attuali esigenze del settore sanitario.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come

Cosa contengono le linee guida

I Ministeri hanno inserito nelle linee guida tutte le procedure da seguire per proporre il proprio progetto e i criteri che porteranno a selezionare le idee finanziabili. Sarà anche un utile punto di riferimento per la creazione dei bandi, che sono ancora in lavorazione. Nonostante, non esistano anche le vere e proprie call, ci sono dei punti importanti che emergono leggendo il documento:

  • il 40% degli investimenti si concentrerà sulle otto regioni del Mezzogiorno
  • le iniziative dovranno coinvolgere giovani
  • si dovranno promuovere le pari opportunità di genere: il 40% del personale assunto dovrà essere donna e il 40% delle borse di dottorato dovrà essere assegnato a ricercatrici

Oltre ai fondi stanziati dall’Unione Europea, il Governo ha destinato 30,6 miliardi per finanziare tutti i progetti che potranno dare impulso alla ripartenza economica dell’Italia dopo l’emergenza Covid.

L’avvio della procedura suggerisce quanto oggi sia importante puntare su strumenti innovativi, anche in ambito sanitario. Le aziende del settore, anche quelle di piccole dimensioni, se hanno un progetto in cantiere, grazie ai bandi potranno sottoporlo per avere un finanziamento. Ma oltre a partecipare ai bandi è comunque importante dotarsi fin da subito di tutti gli strumenti necessari per crescere e rimanere competitivi. Anche chi lavora in ambito sanitario può, per esempio, puntare sulla promozione online. Come? Partendo dallo sviluppo di un sito web professionale che racconti il progetto, l’azienda e i valori che la caratterizzano.

Italiaonline è pronta a supportare le imprese che desiderano aumentare la propria visibilità online in modo da trovare, non solo nuovi clienti, ma anche investitori.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come
Caricamento contenuti...