Home Page Business

Consigli di marketing per un’azienda agricola

Hai un'azienda agricola e vorresti provare a promuoverla online? Solo se lo farai nel modo giusto potrai ottenere più clienti. Ecco qualche utile consiglio

Alt text

Come ogni altra impresa, anche le aziende agricole possono sfruttare le tante risorse che il web offre per farsi conoscere. E per acquisire così nuovi clienti. Anzi: generalmente, l’attività agricola ben si presta allo storytelling, al racconto di storie suggestive capaci di far percepire al (potenziale) cliente il valore di ciò che si vende.

Ma come si stila il piano marketing di un’azienda agricola? Sicuramente, partendo da un business plan.

L’importanza del business plan

Se si vuole partire col piede giusto, se davvero si vuole far conoscere la propria azienda agricola acquisendo nuovi clienti, l’ideale è stilare un business plan. Cosa inserirvi? Parti dalla “business idea”: spiega qual è la tua idea di business, e il motivo per cui la ritieni valida. Descrivi la tua azienda (il cv dei manager e del personale, le scelte strategiche, i risultati recenti), e tutti i prodotti e i servizi che offri.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Un elemento fondamentale da inserire nel tuo business plan è l’analisi SWOT:

  • Strenghts (punti di forza)
  • Weakness (punti deboli)
  • Opportunities (opportunità di mercato da cogliere)
  • Threats (minacce esterne, capaci di inficiare i propri obiettivi)

Solamente mettendo nero su bianco la propria filosofia aziendale, la propria offerta e i propri punti di forza/di debolezza si avrà ben chiaro su cosa puntare per la propria comunicazione con un piano marketing ad hoc. Si saprà come coinvolgere gli utenti, su cosa “spingere” per attirare l’attenzione e – dunque – per acquisire nuovi clienti.

Google My Business e social network

Il primo passo per farsi conoscere è, ovviamente, aprire un sito web. Purché curato: grafica pulita, immagini scattate da un professionista, testi emozionali ma che tengano ben conto delle keywords (e della geolocalizzazione, si si punta a lavorare in ambito locale).

Fondamentale è poi, per le aziende agricole, la scheda Google My Business: gratuita ed estremamente efficace, permette di pubblicare le proprie news e di farsi trovare tramite Google Maps. Non solo: ospita anche le recensioni dei propri clienti e, si sa, il passaparola rimane sempre tra le forme di pubblicità più efficaci.

Anche i social network sono tra gli strumenti di marketing per aziende agricole più efficaci. I migliori? Facebook e Instagram. Sebbene sia consigliabile su entrambi fare di tanto in tanto qualche inserzione, è soprattutto la tipologia di post da pubblicare che va curata: su Instagram si possono pubblicare Instagram Stories che raccontano attimi della vita in azienda (la mungitura, la preparazione del formaggio, la nascita di un agnellino), su Facebook si possono condividere il menù del giorno, i prodotti in offerta (se si vende anche tramite e-commerce), ma anche fonti autorevoli che riguardano il proprio settore.

Prendi in considerazione anche l’idea di un blog: il tuo prodotto deve essere raccontato, affinché il consumatore capisca quanto è diverso mangiare un cibo fresco piuttosto che un alimento confezionato. Perché se ne renda conto, però, serve che glielo si racconti. Magari in modo suggestivo, come se fosse una storia (c’è qualcosa che più si presta ad essere raccontata, che la vita nella natura?).

Il marketing locale

Se non hai un e-commerce e i prodotti della tua azienda agricola li vendi solamente in loco, il marketing locale è fondamentale. Come farlo? Oltre che in modo tradizionale (inserzioni sui giornali locali, volantini, organizzazione di eventi, affissioni), si può sfruttare il web principalmente in due modi:

  • con inserzioni sponsorizzate su Facebook (selezionando un determinato raggio chilometrico)
  • lavorando con la SEO

Quando organizzi un evento, quando vuoi promuovere il menù del tuo ristorante o sponsorizzare i prodotti che produci, sfrutta tutto il potere e tutta la visibilità che Facebook ti offre. Ma, ancora prima, scrivi i contenuti tenendo conto di specifiche parole chiave e geo localizzandoli (es.carne di struzzo a Milano, formaggio fresco a Roma, agriturismo con ristorante a Firenze).

Devi sempre considerare che, l’utente, quando cerca qualcosa si affida a Google: che voglia trovare un agriturismo con ristorante per organizzare il suo pranzo di nozze, un’azienda agricola in cui il tuo bambino possa dare il latte ai vitellini o fare un giro sul pony, o semplicemente un luogo in cui acquistare yogurt e formaggi freschi, è al motore di ricerca per eccellenza che si rivolgerà. Ecco perché, farsi trovare, è fondamentale.

Caricamento contenuti...