Home Page Business

Come migliorare l'usabilità del tuo sito web nel 2021

Il nuovo algoritmo di Google parla chiaro: l'usabilità è ormai un fattore utile anche per la SEO. Ecco come rendere il sito usabile nel 2021

Alt text

Questo è l’anno del cambiamento, l’anno in cui anche i siti web devono fare i conti con le nuove regole di Google. La SEO nel 2021 è destinata ad adattarsi, anche se le trasformazioni sono minori di ciò che si pensa. Infatti, se un sito è già responsive, veloce, stabile e si può usare con facilità non dovrà fare grandi stravolgimenti. Tutti gli altri devono adattarsi al più presto, per evitare penalizzazioni.

Infatti, l’obiettivo di Google nel 2021 è proprio quello di trasformare l’usabilità di un sito web in un fattore di ranking. I siti web che garantiscono un’ottima user experience verranno dunque premiati con un migliore posizionamento in SERP. Quindi , accanto alle attività che caratterizzano la cosiddetta “Seo tecnica” bisogna pensare anche a quelle maggiormente legate all’usabilità. Non basta più fare una attenta ricerca delle keyword, usate poi dentro le pagine web, o lavorare sulla link building o altri aspetti spiccatamente SEO perchè l’indicizzazione dipenderà anche da altri fattori. Ma allora come si migliora l’usabilità di un sito web nel 2021?

Migliorare usabilità di un sito web: lavorare sulla velocità di caricamento

Non è certo una novità che la velocità di un sito web sia indispensabile per gli utenti, ma ora assume un peso enorme anche per Google. Secondo diversi studi, l’utente non attende più di 400 millisecondi per il caricamento di una pagina, tempo che corrisponde a un battito di ciglia. Superato ciò, ecco che l’esperienza utente peggiora. Anche se, a dire la verità, molti arrotondano a 3 secondi il tempo accettabile per il caricamento di una pagina. In ogni caso “il tempo è denaro” è oggi più che mai un’espressione valida, anche e soprattutto quando si parla di SEO. Infatti, Google nel 2021 tiene conto del tempo quando decide il posizionamento di un sito web nella SERP.

Quando si lavora con un sito web bisogna fare attenzione alla sua velocità, cercare costantemente di ridurla al minimo. Non solo l’infrastruttura deve risultare snella, ma anche i contenuti caricati devono essere leggeri. Per esempio, quando si carica un’immagine sul blog è utile alleggerirla in modo da permettere al sistema di caricare velocemente la pagina web. Questo è solo un piccolo passo, ma se si lavora con quest’ottica, il sito viaggerà spedito e Google lo premierà.

Ma attenzione, lavorare alle keyword, alla link building, alla Seo tecnica e anche alla velocità non basta per ottenere il massimo risultato. Cos’altro manca per migliorare l’usabilità?

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Migliorare l’usabilità con l’UX Design

L’UX Design o User Experience Design è un’attività – e specializzazione – che comprende tutti i processi pensati per migliorare la soddisfazione dell’utente che naviga in un sito web. L’obiettivo è rendere la navigazione più intuitiva, divertente e accattivante. Questo concetto è espresso molto bene nel libro “Don’t make me think” di Steve Krug, una pietra miliare per tutti gli appassionati e specialisti di usabilità. In pratica, nel manuale, si dice che i siti che funzionano sono quelli che non fanno pensare l’utente, ma lo portano dritti al punto. Pensiamo agli e-commerce che convertono, per esempio. In questo caso, l’utente non si trova in difficoltà quando cerca un prodotto: accede all’e-commerce, magari fa una ricerca interna – nella barra di ricerca ben visibile – trova ciò che vuole, legge le caratteristiche, aggiunge al carrello e paga. Tutto avviene velocemente, senza intoppi e attese.

L’UX Design ha svolto il suo compito alla perfezione. Naturalmente si tratta di un’attività che è legata fortemente al digital marketing, al project management, al neuromarketing, al design e al content marketing. Insomma, per far funzionare un sito web, renderlo usabile, occorrono diversi ingredienti.

Naturalmente, non dobbiamo dimenticare che un sito usabile funziona perfettamente su qualsiasi dispositivo: dal computer allo smartphone, una delle prerogative è che sia Mobile Friendly.

Insomma, dal 2021 questi aspetti non solo saranno importanti ma diventano cruciali per la SEO, ovvero per rendere il sito visibile sui motori di ricerca. Lo conferma il nuovo algoritmo di Google, ma anche tutti gli imprenditori che oggi lavorano grazie a un sito aziendale – o e-commerce – performante. Perciò, dopo aver sviluppato il proprio sito, lavorare sulla SEO è cruciale per renderlo davvero produttivo e fare crescere la propria azienda online.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Caricamento contenuti...