Home Page Business

Bonus pagamenti elettronici: Consiglio di Stato approva il Piano Cashback

Via libera al decreto ministeriale del Mef mirato all'incentivazione dei pagamenti elettronici. Prevede un rimborso del 10% sugli acquisti in base a specifici parametri. Ecco i dettagli

Alt text

Il Consiglio di Stato è un organo ausiliare del Governo previsto dalla Costituzione e si occupa di offrire una consulenza giuridico-amministrativa sulle proposte dei Ministeri. Il suo ruolo è quindi fondamentale nella prosecuzione delle decisioni del Governo.

Nei giorni scorsi ha espresso parere positivo sul Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che include il Cashback, progetto nato per gestire i bonus e le agevolazioni da concedere a chi usa i pagamenti elettronici. Si tratta di un passo importante, anche perchè ormai la sperimentazione del piano è alle porte: si dovrebbe iniziare a dicembre, momento dell’anno in cui i consumatori spendono di più in vista delle festività natalizie. Inoltre, questo è un periodo delicato e l’incentivazione dei pagamenti elettronici potrebbe aiutare l’economia del Paese, danneggiata a causa del Covid-19. L’iniziativa è stata annunciata dal Presidente del Consiglio e ora, l’ok della Sezione consultiva per gli atti normativi è un’ulteriore passo verso la sua applicazione in via sperimentale.

Piano Cashback: in cosa consiste

Il Piano Cashback nasce per ridurre l’uso del contante e incentivare quello di strumenti innovativi, come le carte o le applicazioni varie.

Per sostenere la crescita dei metodi digitali, il piano permetterà ai consumatori di riavere il 10% dell’importo speso fino a un massimo di 1.500 euro per semestre. I consumatori per avere il rimborso dovranno effettuare una spesa presso un punto vendita e registrarsi ad una apposita app che conteggia gli importi e calcola il bonus. Per ottenere l’agevolazione occorre effettuare almeno 50 transazioni digitali.

Le attività inizieranno in via sperimentale a dicembre, in vista delle festività natalizie.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Approvazione del Consiglio di Stato

L’organo ausiliario nel dare l’approvazione ha preso come riferimento la posizione del Garante Privacy e ha specificato la necessità della ratifica da parte del Collegio del Garante, che dovrà arrivare entro 30 giorni.

Il sistema utilizzato per tracciare le spese e usare l’agevolazione sarà l’app IO che è già stata approvata dal Garante per la privacy il 13 ottobre 2020. A tal proposito, il Consiglio di Stato ha sottolineato che il parere è stato “formulato unicamente in relazione all’utilizzo dell’App Io e dell’insieme dei sistemi e delle componenti tecnologiche messe a disposizione da PagoPa, ai fini della realizzazione del Sistema Cashback”.

Il Consiglio di Stato ha chiesto che il ministero indichi qual è il soggetto che si occuperà di controllare la valenza degli acquisti e approvarli. Inoltre, ha chiesto di specificare alcuni punti del programma che appaiono oggi poco chiari. Per esempio, bisogna chiarire cosa si intende per “singolo acquisto”: uno scontrino unico o l’acquisto di un prodotto?

In ogni caso, i lavori sul piano sono ormai a buon punto e a dicembre si potrebbe trovare una soluzione definitiva per iniziare a concedere e gestire le agevolazioni.

Il programma fa parte di una strategia ancora più ampia del Governo, in cui troviamo anche la lotteria degli scontrini che inizierà il 21 gennaio 2021.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...