Home Page Business

Vendita abbigliamento seconda mano: quanto vale il mercato

Il mercato dell'abbigliamento di seconda mano avrà un giro d'affari di 77 miliardi di dollari entro il 2030. Ecco perchè è un'opportunità per tutti i venditori

Alt text

In un mondo in cui la riduzione dei rifiuti e la sostenibilità sono ormai delle priorità assolute, il mercato dell’abbigliamento di seconda mano continua a crescere e raddoppierà nei prossimi cinque anni. Secondo gli esperti il suo valore a livello globale arriverà a 77 miliardi di dollari ed entro il 2030 arriverà a costituire un volume doppio rispetto al fast fashion, che oggi è un fenomeno globale ma anche poco sostenibile. In futuro, la vendita di prodotti di seconda mano sarà, non solo vantaggiosa, ma proprio necessaria. Vediamo perchè e quali sono i vantaggi di avere un e-commerce di prodotti usati.

Il mercato dell’abbigliamento: quali sono i problemi

Secondo le stime, ogni anno vengono venduti circa 100 miliardi di prodotti di abbigliamento, il 50% in più rispetto a 15 anni fa. C’è una crescita esponenziale degli acquisti e ciò è dovuto soprattutto al fenomeno del fast fashion, un settore che prevede la vendita a bassissimo costo di capi d’abbigliamento alla moda. Questo modo di produrre e vendere è criticato da tanti, perchè stimola gli acquisti impulsivi e continui di abbigliamento, anche quando non è necessario e quindi favorisce l’accumulamento di prodotti. La maggior parte di questi prodotti viene buttato e finisce in discarica dopo circa un anno.

L’associazione Ellen MacArthur Foundation ha rilevato che l’industria mondiale di abbigliamento produce circa 53 milioni di tonnellate di fibre all’anno. Di questi prodotti, più del 70% diventa un rifiuto, di cui meno dell’1% viene riutilizzato per produrre nuovi capi d’abbigliamento. Questo metodo produttivo non è assolutamente più sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale. Ed ecco che investire sull’abbigliamento di seconda mano, quindi riciclare e rivendere, diventa una grande opportunità.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Mercato dell’abbigliamento di seconda mano: quali sono i vantaggi

Sono sempre più i venditori che si stanno occupando di ricercare e mettere in vendita prodotti di seconda mano. Questi capi di abbigliamento sono preferiti soprattutto dai giovani, che sono più consapevoli di quanto sia importante acquistare in modo sostenibile. Inoltre, molti Governi stanno incentivando queste iniziative anche perchè sono l’ideale per la transizione ecologica.

Vendere prodotti – in particolare quelli legati alla moda – è vantaggioso per un imprenditore. Secondo le stime il mercato continuerà a espandersi nei prossimi anni, avrà un giro d’affari di 77 miliardi di dollari e supererà il fast fashion entro pochi anni.

Molti colossi stanno abbracciando questa filosofia: molti hub hanno al loro interno degli spazi digitali dedicati ad abbigliamento di seconda mano dove i clienti possono rimettere in vendita abiti usati. Negli ultimi anni sono nati molti e-commerce che si dedicano esclusivamente alla vendita di abbigliamento vintage e di seconda mano. Per esempio, Vinted è una delle principali piattaforme di questo tipo mentre Kering e Vestiaire Collective si occupano soprattutto di rivendere prodotti di lusso.

Insomma, i vantaggi sono tanti e anche i piccoli imprenditori possono impegnarsi in questo tipo di attività trovando la propria nicchia di mercato. Chi è interessato a questo tipo di impresa e vuole investire proprio nella vendita online di abbigliamento di seconda mano può affidarsi a Italiaonline: con l’aiuto dei nostri esperti è possibile creare in modo facile e veloce il tuo e-commerce.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...