Home Page Business

TikTok for Business: le novità per usarlo in azienda

TikTok for Business è la piattaforma di TikTok riservata alle aziende. Ecco i dati e le novità da conoscere per integrarlo al meglio nella tua attività.

Alt text

Social network cinese nato nel 2016, TikTok ha subito preso piede nel mondo. E tanti sono i TikToker (l’equivalente degli influencer su Instagram) che, attraverso la app, si sono fatti conoscere diventando delle vere e proprie star.

Come funziona TikTok? In sostanza, è il “social dei video”: gli utenti caricano clip video e musicali molto brevi, tra i 15 e i 60 secondi, con la possibilità di modificare la velocità, di aggiungere filtri ed effetti speciali, canzoni, suoni, voci da doppiare.

Al di là del proprio uso personale, TikTok può essere utilizzato anche per la propria azienda. O, meglio, si può utilizzare TikTok for Business che – lanciata la grido di “Non fare annunci, fai TikToks” è una nuova piattaforma globale pensata proprio per permettere alle aziende di fare marketing attraverso il social.

Realizza le migliori campagne
su Facebook e Instagram

Scopri come

Cos’è e come funziona TikTok for Business

TikTok for Business è la scelta ideale se la propria azienda ha come cliente tipo i cosiddetti Millennials e la Generazione Z, i principali fruitori del social: attraverso video immediati, clip divertenti e il lancio di vere e proprie challenge, è possibile raggiungere una vasta utenza con un linguaggio semplice, immediatamente comprensibile e vicino alle nuove generazioni. Nuove generazioni che, talvolta, sui social “tradizionali” non si trovano: basti pensare che un quarto degli TikToker non ha neppure un profilo su Facebook.

Se inizialmente i brand potevano al massimo coinvolgere i TikToker più seguiti secondo la logica dell’influencer marketing, o “tentare la fortuna” creando un proprio profilo, ora grazie alle nuove funzionalità possono trasformare TikTok in uno straordinario strumento di marketing. Un nuovo modo di fare pubblicità o, per meglio dire, annunci pubblicitari. Sempre tenendo a mente l’essenza del social: creare contenuti coinvolgenti, divertenti, con un’alta componente di sfida e studiati ad hoc per diventare virali. O quantomeno per provarci.

Poche settimane dopo il suo lancio, TikTok for Business è stato integrato con diversi tool. Uno tra i più funzionali, e da subito amati, è Gamified Branded Effect: l’azienda può personalizzare oltre venti template e arricchire il tema scelto con elementi brandizzati, dando vita a dei “videogames”. In sostanza, le espressioni e i movimenti del corpo del TikToker vengono utilizzati per compiere determinate azioni (dal manovrare un sottomarino allo spostare una palla) che fanno del video una sorta di “spot”, sicuramente meno autoreferenziale ma più avventuroso e dunque memorabile.

Come ha dichiarato Adriano Accardo, Managing Director per l’Europa Meridionale: “I brand di successo su TikTok non fanno pubblicità ma connettono, ispirano, co-creano e soprattutto intrattengono le persone. Le aziende dunque devono ripensare al concetto di creatività, coniugandolo con l’essere autentici e reali”.

TikTok Business, quali strumenti utilizzare

La parola chiave da tenere a mente è “autenticità”: è questo che gli utenti di TikTok chiedono ad un brand. Un obiettivo che l’azienda può perseguire attingendo a specifici strumenti:

  • Branded Hashtag Challenge, sfide che propongono un hashtag e chiedono agli utenti di realizzare video utilizzandolo

  • Annunci video integrati, annunci a video intero contenenti una call-to-action, che vengono visualizzati tra i contenuti degli utenti

  • Annunci di acquisizione, opzione full video screen che dura 24 ore e che mira a catturare l’attenzione degli utenti quando accedono alla piattaforma (la call-to-action può rimandare ad una landing page oppure ad una Branded Hashtag Challenge)

  • Branded Sticker, sticker proposti agli utenti per i loro contenuti su TikTok (un’opzione che richiede un cospicuo budget, dato che presuppone la collaborazione con la piattaforma stessa)

Quali aziende stanno utilizzando con successo TikTok for Business? Tra gli account più seguiti vi è quello di Sephora, che non si limita a presentare nuovi prodotti ma insegna anche ad utilizzarli con divertenti e coinvolgenti tutorial. Crocs, per lanciare il suo profilo, ha invece organizzato un concorso con la collaborazione del rapper statunitense Post Malone: la sua canzone “I’m Gonna Be” nomina infatti le celebri calzature. Gli utenti sono stati invitati a creare video con l’hashtag #ThousandDollarCrocs, per raccontare le loro ipotetiche Crocs da mille dollari.

Sulle celebrities ha puntato anche Calvin Klein che, con la complicità di Shawn Mendes, Kendall Jenner, Noah Centineo e A$AP Rocky, ha lanciato proprio su TikTok la sua campagna primaverile (l’hashtag era #mycalvins). E poi Red Bull, con la sua #givesyouwings, campagna che mostrava sportivi famosi intenti a fare pericolose ed esilaranti acrobazie. Idee da copiare, adattandole al proprio core business.

Realizza le migliori campagne
su Facebook e Instagram

Scopri come

Tags:
Caricamento contenuti...