Scopri sul blog di Italiaonline come creare un piano social media marketing

Scopri sul blog di Italiaonline come creare un piano social media marketing per aumentare le vendite dei tuoi prodotti o servizi.

Alt text

Fare business con i social network è oggi più che possibile, ma per riuscire a trasformare dei semplici account in veri asset per un’attività imprenditoriale è indispensabile elaborare e seguire un preciso piano di social media marketing, dotato di una strategia efficace per raggiungere traguardi ben definiti.

Avere un’idea precisa di quale sia lo scopo e la funzione dei social nel piano generale di marketing è fondamentale per ogni azienda o professionista che desideri trarre vantaggi concreti dalla sua presenza sulle diverse piattaforme. Ogni social media strategy dovrebbe essere costruita su misura per il business che si propone di supportare ed essere sufficientemente dinamica da adattarsi, di volta in volta, alle esigenze del mercato e dell’universo digitale.

Ecco quindi come fare un piano editoriale su Facebook, Instagram, Pinterest e sugli altri social che più in linea con il proprio progetto.

Cos’è un piano di Social Media Marketing?

Si può definire un piano di social media marketing come un riassunto di tutti gli obiettivi che si hanno e di tutte le azioni che si intraprenderanno per raggiungerli. Comprende una selezione ottimizzata dei profili da possedere, una gestione efficace di quelli attivi, un’analisi del target e della concorrenza, la stesura di un vero e proprio calendario di pubblicazione e la creazione di contenuti funzionali agli obiettivi stabiliti.

Più preciso è il piano strategico, migliori saranno i risultati che ci si può aspettare dalla gestione dei profili social. Quali sono gli step principali da seguire, per dare vita a un piano social valido e performante?

Fare ordine tra i profili

Che si parta da zero nella creazione di un business o che si abbiano già all’attivo diversi account sui social network, è indispensabile sedersi a tavolino per studiare a fondo il ruolo di ogni singolo social rispetto agli obiettivi che si desidera perseguire. Se si hanno già profili sui principali social media legati alla propria attività, è un’ottima idea quella di prendersi del tempo per fare un check di ognuno e capire se è davvero funzionale al proprio business.

Che uso se n’è fatto fino ad ora e che risultati questi sforzi hanno prodotto? È importante capire che la tattica vincente non è quella di essere presenti su tutti i social network, ma di scegliere dove focalizzare i propri sforzi, in base alle caratteristiche della singola piattaforma, al pubblico che lo frequenta e dei propri obiettivi.

Ogni profilo dovrebbe infatti avere una precisa missione, uno scopo da raggiungere e una precisa funzionalità. È bene creare o mantenere attivi quindi solamente gli account che hanno davvero un senso rispetto ai propri obiettivi imprenditoriali.

Qual è il target di riferimento?

Per stabilire quali social usare e che compito assegnare a ognuno, è indispensabile conoscere approfonditamente il pubblico al quale ci si vorrebbe rivolgere con una strategia di social media marketing. Quali sono le caratteristiche dell’audience alla quale si vuole parlare a livello demografico, di età, di occupazione, di hobby, preferenze, gusti, abitudini online etc?

Una volta definiti gli utenti-tipo ai quali si vorrebbe parlare, è importante capire qual è il social frequentato proprio da quella fetta di pubblico. Questo permette di incanalare i propri sforzi sul social migliore per intercettare i potenziali clienti del proprio business, senza disperdere tempo e risorse su piattaforme che non porterebbero risultati. Se il proprio messaggio o la propria offerta non incontra le peculiarità del target presente su uno specifico social media, è essenzialmente inutile essere presenti su quella piattaforma.

Crea efficaci campagne su

Facebook e Instagram!

Scopri come

Stabilire gli obiettivi da raggiungere sui social

Una volta compreso il proprio target e il social sul quale trovarlo, è fondamentale stilare una lista di obiettivi chiari per ogni piattaforma. Cosa si desidera ottenere dalla pubblicazione di contenuti su un determinato social? Ogni obiettivo dovrebbe essere creato seguendo lo schema SMART, ossia dovrebbe essere specifico, misurabile, raggiungibile, rilevante e avere infine limiti temporali definiti per essere raggiunto.

La gestione dei social media è decisamente più semplice, quando si riescono a definire traguardi chiari e una road map per arrivare a coprirli. L’attività sui social dovrebbe essere, ovviamente, in linea con la strategia generale di marketing che si sta perseguendo, in modo da coadiuvarla e spingere verso l’ottenimento di finalità condivise. Obiettivi potenziali possono essere un incremento della visibilità online, un miglioramento della reputazione del brand, ma anche un maggior flusso di traffico su un sito web o un aumento delle conversioni.

Ispirazione dalla concorrenza

All’interno di ogni piano di marketing ci dovrebbe essere un momento di analisi della concorrenza, che permetta di stabilire chi sono esattamente i competitor del proprio business, ma anche quali sono i loro punti di forza e di debolezza e le loro strategie per il successo.

Osservare cosa fanno e come si muovono i competitors sui social media, consente di carpire numerose informazioni circa le leve che coinvolgono il target comune, il tone of voice migliore per comunicare con gli utenti, le strategie che funzionano e quelle che non portano risultati. Si può, inoltre, sfruttare come esempio il piano editoriale Instagram o Facebook dei concorrenti, per trovare l’ispirazione giusta nella costruzione del proprio, ma anche capire se si muovono su canali come Tik Tok, Youtube, Pinterest o LinkedIn e come sfruttano ognuno di questi mezzi di comunicazione.

Creare un calendario editoriale

Una volta raccolte le informazioni appena viste, è possibile procedere con l’elaborazione di un vero calendario di pubblicazione, che permetta di sapere sempre quali contenuti pubblicare e quando metterli online.

Un processo di pianificazione efficiente e preciso è fondamentale perché la frequenza di pubblicazione sia costante e la tipologia di post proposti sia sempre aderente con la linea editoriale che si desidera seguire. Soprattutto se esistono più figure coinvolte nella gestione di ogni profilo social, un calendario editoriale è l’unico modo per far sì che le pubblicazioni scorrano fluidamente e senza intoppi e ogni membro del team sappia sempre quali task eseguire e quando.

Sono numerosi gli strumenti di pianificazione oggi a disposizione, per creare un piano editoriale efficace e avere sempre chiara in mente la mappa mentale delle future pubblicazioni.

Creazione dei contenuti

La creazione concreta dei singoli contenuti non è che l’ultimo passaggio della gestione di un piano editoriale professionale. Comprende cioè la costruzione dei singoli post a livello grafico e testuale, in modo che sia allineato con il TOV che si è deciso di usare, con i caratteri del brand e con le preferenze del pubblico target.

Ogni social media, inoltre ha un suo specifico tono di voce, che andrebbe sempre rispettato per ottenere il massimo da ogni profilo. Oltre a creare e pubblicare i post social è possibile anche dedicarsi a capire cos’è il social advertising e quali sono le sue potenzialità all’interno del proprio piano editoriale.

Se crescere organicamente è possibile e funzionale agli obiettivi di crescita costante ed efficace di un brand, sponsorizzare i contenuti può essere una tattica indispensabile quando si desidera ampliare la propria audience e arrivare a un pubblico più esteso, ma sempre ben segmentato, con i propri messaggi.

Test, esperimenti e aggiornamenti

Ogni piano strategico sui social necessita di una fase di monitoraggio dei risultati che possa rendere chiaro l’andamento di ogni campagna o pubblicazione. Il rendimento di ogni profilo è infatti misurabile in ogni suo aspetto, grazie ai dati analitici che le piattaforme social mettono a disposizione.

Una valida strategia di digital marketing è costantemente in divenire e si basa proprio sui report analitici per prendere nuove e più efficaci direzioni.

Caricamento contenuti...