Home Page Business

Sondaggi online: come crearli e con quali strumenti

I sondaggi online possono fornire importanti informazioni su come i tuoi clienti percepiscono la tua impresa e i tuoi prodotti o servizi. Ecco alcuni strumenti per crearli

Alt text

I sondaggi online, anche detti questionari o poll, sono degli strumenti di web marketing decisamente interessanti che permettono di interagire con gli utenti online in maniera diretta e utile a un ampio range di finalità. La creazione di un sondaggio online è una tattica per coinvolgere in maniera più attiva il pubblico e raccogliere al contempo una serie di dati utili alla propria strategia di marketing.

I questionari sono preziosi alleati per le attività di segmentazione del pubblico, possono essere utili a collezionare dati importanti per programmare le campagne di advertising o studiare specifici obiettivi di fidelizzazione degli utenti già acquisiti. Ma possono essere utilizzati anche per sondare il terreno e comprendere più a fondo il livello di soddisfazione della fascia di clientela che ha già usufruito di determinati prodotti o servizi oppure, al contrario, sfruttati per indagini preliminari di mercato volte al lancio di nuove offerte sul mercato.

Insomma, si tratta di uno strumento facile da utilizzare, rapido da implementare e dalla risposta immediata: un asset indispensabile quindi per il business, in numerose occasioni.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Come creare sondaggi online

Dar vita a questionari online è semplice, a patto di seguire i giusti passaggi e conoscere i migliori software per crearli e inviarli agli utenti. Innanzitutto, il primo step per elaborare un questionario efficace è quello di avere ben chiaro lo scopo del questionario stesso: sembrerebbe un’affermazione scontata ma non lo è. Infatti, creare un questionario che sia veloce e stimolante da compilare per l’utente, ma davvero funzionale alle esigenze di chi lo formula è un’operazione che richiede un’ottima definizione a monte dell’obiettivo da raggiungere con l’uso di questo strumento.

Lo scopo dovrebbe essere uno, semplice e ben definito e tutte le sezioni dell’elenco di domande devono essere strettamente inerenti a tale finalità, nonché in linea con la più generale marketing strategy che si desidera portare avanti. Cosa si desidera ottenere dal poll? Quali risposte si pensa di poter raccogliere e a cosa sarà funzionale poi l’analisi dei dati acquisiti?

Una volta individuato l’obiettivo, è possibile elaborare le singole domande che faranno parte del sondaggio online. Queste dovranno essere il più possibile semplici, comprensibili e lineari per dare agli utenti la possibilità di capirle al 100% e dare risposte veritiere. Il linguaggio con cui scriverle ovviamente dovrà essere basato sul tone of voice generale del brand, dell’azienda o del professionista autore del questionario, nonché sul target di pubblico destinatario. Usare termini più o meno tecnici e un linguaggio più o meno informale è una scelta infatti strettamente legata all’identità di chi propone le domande e alle caratteristiche della sua audience di riferimento.

Da evitare sono i quesiti troppo lunghi ed elaborati, così come quelli troppo generici: è possibile utilizzare in un questionario sia domande aperte che domande chiuse, ma in entrambi i casi le risposte richieste dovranno essere brevi e di facile lavorazione. Ciò che occorre è reperire dati facilmente sfruttabili a livello di marketing, che permettano inoltre di raggruppare il pubblico in precisi clusters in base alle sue risposte.

Creare questionari online gratis

Esistono oggigiorno numerosi strumenti che permettono di creare questionari, accessibili anche da chi non ha dimestichezza con lo sviluppo web o la gestione di complessi software di marketing automation. Tra i più apprezzati tools per la realizzazione di sondaggi ci sono SurveyMonkey, SoGoSurvey e Typeform, ma una delle piattaforme più utilizzate è quella messa a disposizione da Google.

Google Forms, o Google Moduli, è infatti il servizio gratuito che l’azienda offre a chiunque abbia necessità di dar vita a questionari online, per hobby o per lavoro. Il suo funzionamento è semplice ed estremamente intuitivo e, inoltre, Google Forms è completamente gratuito.

A rendere ancora più interessante questo strumento è anche la sua perfetta integrazione con il resto dei programmi della suite Google, come Docs, Drive o Sheets. È possibile quindi usarli in sinergia, sfruttando un ottimo sistema di raccolta ed elaborazione dei dati.

Come incentivare la compilazione di un sondaggio online?

Oltre a creare un sondaggio che risulti interessante e accattivante per l’utente finale, invogliandolo a parteciparvi attivamente, un’ottima idea può anche essere quella di stimolare la partecipazione ai questionari attraverso piccole strategie di ricompensa.

Ad esempio, può essere promesso un semplice reward al termine della compilazione, come un PDF gratuito da consultare o uno sconto su un acquisto successivo dei prodotti o dei servizi dell’azienda. Offrendo qualcosa in cambio, è tendenzialmente molto più probabile che il pubblico spenda parte del suo tempo per rispondere al sondaggio, fornendo quindi al suo autore tutti i dati che gli occorrono per pianificare le future strategie di web marketing.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...