Home Page Business

PNRR e digitale: ecco le professioni che avranno più chance di successo

Grazie ai fondi di ripresa dal Covid, i Governi possono mettere a punto le politiche di rilancio, incluse quelle legate al lavoro: ecco quali saranno le professionisti del futuro

Alt text

Il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) è il testo preparato dal governo italiano per presentare alla Commissione Europea il modo in cui l’Italia vuole utilizzare i fondi comunitari del Next Generation EU. Questo documento ora è stato approvato dalla Commissione e finalmente il nostro Paese deve impegnarsi per approvare una serie di riforme e attuare così i punti del piano. L’obiettivo è superare la crisi sanitaria e socio-economica. Il piano si basa sulle linee guida imposte dalla Commissione, ovvero digitalizzazione, innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale. Tra le questioni centrali del PNRR c’è anche quella relativa alle politiche del lavoro. In particolare, l’obiettivo “inclusione e coesione” prevede il potenziamento di competenze, miglioramento dei centri per l’impiego e supporto dell’imprenditoria femminile. Alla luce di ciò, in futuro alcune professioni saranno più ricercate rispetto ad altre. Le aziende devono, perciò, prepararsi per accogliere nuove figure professionali e diventare, così, sempre più competitive nel mercato di riferimento. Ecco quali sono le professioni che avranno più chance di successo, saranno più utili e influenti nei prossimi anni.

Mestieri legati alla transizione digitale

La prima figura professionale che emergerà nel prossimo futuro è il Responsabile della digitalizzazione delle aziende e, in particolare, della Pubblica Amministrazione. Dovrà coordinare tutte le attività di trasformazione tecnologica, capire quali sono le competenze digitali necessarie in un’organizzazione, trovare le figure e introdurre una nuova cultura improntata sull’innovazione.

Mestieri legati alla transizione green

Se la prima professione era legata al digitale, quella del responsabile della sostenibilità si focalizza sulla transizione ecologica. In particolare, controlla che nelle aziende e nella PA vengano rispettati gli standard green stabiliti dal Governo secondo le linee guida europee.

L’ingegnere energetico si occupa di gestire impianti e realizzare strutture mirate a ridurre l’impatto ambientale delle industrie, ottimizzando l’uso delle risorse naturali. Infine, sarà sempre più importante per istituzione e aziende affidarsi agli educatori ambientali capaci di formare i gruppi sociali al rispetto dell’ambiente e al consumo sostenibile.

Esperti di sicurezza informatica

La cosiddetta cybersecurity è un tema caldissimo che negli ultimi anni è diventato sempre più centrale. Complice la veloce digitalizzazione, l’uso sempre più frequente e immersivo delle nuove tecnologie, oggi è cruciale formare e assumere esperti che possano proteggere i sistemi informatici delle aziende e i dati sensibili dei consumatori. Questa figura professionale è una delle più importanti e lo sarà sempre di più in futuro.

Data Scientist

I dati rappresentano un altro elemento che in futuro diventerà sempre più rilevante per aziende, industrie, PA e realtà di ogni tipo. Già da ora, grazie ai dati si possono effettuare una marea di operazioni in modo automatico e sempre più esatto. Pensiamo, per esempio, alle attività di marketing automation. L’Intelligenza Artificiale riesce a elaborare i dati ed effettuare azioni che fino a qualche decennio fa potevano essere fatte solo da persone in carne ed ossa e nel futuro le nuove tecnologie saranno sempre più avanzate. Ecco perchè è importante affidarsi ad esperti che sappiano raccogliere, archiviare, analizzare e usare i dati in base a obiettivi prefissati. Queste nuove competenze permetteranno alle imprese di prepararsi ad affrontare il futuro in modo efficace.

Crea il tuo sito in autonomia!

Scopri come

Caricamento contenuti...