Home Page Business

Creare una campagna di marketing per smart tv

Le smart tv sono il futuro della pubblicità? Secondo molti esperti sì. Per questo, bisogna capire le loro caratteristiche e opportunità per le aziende

Alt text

La diffusione delle piattaforme di streaming e delle smart tv ha rappresentato una vera e propria rivoluzione nella società, pari a quella del boom della televisione a tubo catodico negli anni Trenta-Quaranta. Ormai da qualche anno, i consumatori amano guardare serie tv, film e altri contenuti tramite la propria connessione web. Questo cambiamento ha influenzato anche il mondo della pubblicità e lo farà sempre più anche in futuro. Partiamo proprio dalle caratteristiche delle Connected TV, dei vantaggi legati alla pubblicità su questi canali e come capire da che parte iniziare per creare una campagna ad hoc pensata per questo canale.

Cos’è una Smart TV o Connected TV

La TV rappresenta uno dei dispositivi più usati al mondo, che negli ultimi anni si è diversificato: alcuni continuano a preferire la televisione generalista, mentre un’altra fetta ha iniziato a guardare sempre più la connected tv, cioè quella connessa alla rete.

I due media hanno delle differenze ben marcate: la tv generalista consente di guardare un particolare programma a una determinata ora e trasmette per tutti anche la pubblicità tra una pausa e l’altra, non c’è una reale targetizzazione e personalizzazione del servizio. La smart tv, invece, permette ai consumatori di scegliere quando e cosa guardare. L’aumento dei servizi di streaming ha contribuito ad ampliare in modo incredibile l’offerta e oggi c’è davvero un imbarazzo della scelta sotto questo punto di vista: Netflix, Amazon Prime Video, Disney+ sono solo alcuni esempi. Il consumatore che sceglie cosa guardare, è anche colui che ricerca un’esperienza positiva e personalizzata.

In linea generale, la generazione di adulti e terza età sono più affezionati alla tv generalista, mentre la smart tv è fruita maggiormente dai Millennial e dalla Generazione Z, ovvero da chi ha tra i 45 anni in giù. Questo è un elemento cruciale quando si deve targetizzare una campagna di marketing. Secondo una ricerca di Parks Associates, si è scoperto che in Italia l’86% degli spettatori guarda la smart tv almeno una volta al mese. L’86% ha un’età compresa tra i 18 e i 24 anni. Allo stesso tempo, il numero di consumatori che guarda la pubblicità tradizionale diminuisce.

Dal 2020 ed esattamente dallo scoppio della pandemia, le smart tv e i servizi di intrattenimento in streaming hanno registrato un vero e proprio boom. E infatti, molti esperti vedono in questi canali il futuro del mondo pubblicitario.

Vuoi creare un video professionale per la tua attività o il tuo sito? Affidati ai nostri esperti

Scopri come

Come creare una campagna di marketing sulle Connected TV

Per creare una campagna di marketing per la smart tv occorre prendere in considerazione ciò che si è appena scritto, facendo riferimento anche ad altre ricerche in merito, che possono fornire ulteriori informazioni per creare i propri annunci.

Naturalmente, come per ogni strategia, bisogna stabilire l’obiettivo: perchè si è scelta la Smart TV come canale di promozione? Cosa si vuole ottenere? Come si può misurare per capire se è il canale giusto? In quanto tempo raggiungere l’obiettivo? Queste sono solo alcune domande preliminari a cui rispondere quando si crea la strategia.

Una volta determinato che la Connected TV può essere un canale corretto, si cerca di capire il “come”. Qual è il miglior modo per conquistare il pubblico e raggiungere l’obiettivo? Si può decidere di realizzare un video emozionale che racconti i valori del brand o un tutorial veloce per usare al meglio il nuovo prodotto lanciato sul mercato o anche poche immagini ma incisive per generare attesa. Insomma, dopo l’analisi bisogna scatenare la fantasia e lanciare la campagna di video marketing per i servizi di streaming. Infine, è cruciale monitorarla: capire come il pubblico sta reagendo, se la campagna sta generando conversazioni online e offline, ma anche se sta aumentando il traffico del sito web del brand e così via.

In questo contesto, l’azienda e chi si occupa della pubblicità dovrà anche stare attento ai contenuti a cui viene associato il proprio marchio. Alcuni contenuti potrebbero non essere pertinenti e quindi influenzare negativamente la reputazione del brand. Per esempio, la pubblicità di un marchio di salumi non può certo comparire prima di un documentario sul veganesimo.

Questi sono solo alcuni dei passaggi legati alle smart tv e alle opportunità per il mondo del marketing. Vuoi iniziare a pensare a una strategia di video marketing e creare un filmato davvero accattivante per il tuo pubblico? Italiaonline ha pensato a un servizio pensato proprio per te!

Vuoi creare un video professionale per la tua attività o il tuo sito? Affidati ai nostri esperti

Scopri come

Caricamento contenuti...