Home Page Business

Mercato automobili: entro il 2025 boom di connected car e 5G

Lo studio “Smart automotive” realizzato da Counterpoint prevede un'enorme rivoluzione del settore automobilistico nei prossimi cinque anni. Ecco i dati e le previsioni

Alt text

Il mercato delle automobili ha assorbito positivamente la crisi provocata dal Coronavirus, complice una continua innovazione dei prodotti e gli incentivi concessi dal Governo legati alla mobilità innovativa e sostenibile, pensati per incentivare i consumatori a comprare mezzi di ultima generazione e a ridotto impatto ambientale.

Ne prossimi cinque anni il settore sarà il protagonista di una vera e propria crescita e rivoluzione, che porterà beneficio alle aziende che sapranno sfruttare al meglio la digitalizzazione. Lo studio “Smart automotive” realizzato da Counterpoint si concentra proprio sul settore automobilistico, con particolare riferimento al futuro sempre più smart che lo caratterizzerà. Si prevede la produzione e vendita di oltre 270 milioni di automobili dotate di connettività nativa, cioè integrata nel sistema e non adottata tramite smartphone. Questa previsione mette la base ad un vero e proprio balzo in avanti, che il comparto deve essere in grado di promuovere e proporre efficacemente.

Settore automobilistico e Covid-19

Aman Madhok, analista che si è occupato dello studio, conferma l’imminente crescita del comparto: la vendita delle automobili connesse nel 2020 ha avuto una prima spinta in avanti. Se ne contano circa 7 milioni in giro per il mondo, ma la diffusione aumenterà ulteriormente nei prossimi anni. Madhok ha analizzato il mercato in questo modo:

“Se confrontiamo le vendite con quelle dello stesso periodo del 2019 assistiamo a una crescita, ma nel secondo trimestre le vendite sono comunque scese rispetto al primo a causa del Coronavirus, nonostante una crescita del mercato Cinese che in quel momento stava uscendo dalla prima ondata della pandemia”.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Insomma, sembra proprio che il settore automobilistico sia tra i fortunati ad aver affrontato la crisi senza troppi danni. E il futuro verrà influenzato sempre più dalle nuove tecnologie.

Futuro del settore auto tra connettività e innovazione

La stragrande maggioranza delle automobili con connessione nativa vendute nel 2020, ovvero l’88%, utilizza la tecnologia 4G Lte. Ma la vera novità entrerà in scena l’anno prossimo, quando si prevede la messa in vendita delle prime automobili con il 5G. Nel 2025 1 automobile con connessione nativa su 5 avrà appunto il 5G integrato.

Cina e Stati Uniti traineranno il mercato: in queste due zone del mondo troveremo il 50% delle automobili in 5G ed è quindi opportuno per tutti gli operatori del comparto guardare con attenzione cosa succede in questi due Paesi, veri e propri pionieri dell’innovazione.

Infine, occorre prendere il considerazione quali sono le compagnie automobilistiche che traineranno la produzione: al primo posto troviamo i brand di lusso, come Bmw e Mercedes. Ma accanto a questi spicca anche Gm, Volkswagen e Toyota. Infatti, è una notizia recente che Volkswagen investirà 73 miliardi di euro in progetti per la realizzazione di auto elettriche, ibride e digitalizzate; mentre Toyota ha stipulato un accordo da 400 milioni di euro con KDDI, un operatore telefonico giapponese, per apportare connettività di ultima generazione dei prossimi modelli di automobile.

Non c’è più tempo, davanti ad una crescita costante del mercato e una rivoluzione di questo tipo alle porte, tutti gli operatori, incluse le Pmi che si occupano di promuovere e vendere automobili devono essere al passo coi tempi e abbracciare la digitalizzazione aziendale.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...