Marketing fai-da-te: ti conviene davvero?

Fare pubblicità fai-da-te senza il supporto di un consulenze può portare risultati? La risposta è sì, ma bisogna fare attenzione ad alcuni dettagli

Alt text

Il mondo del marketing online oggi offre davvero tante opportunità ed è praticamente impossibile non trovare la soluzione adatta alle proprie esigenze: esistono i liberi professionisti che possono aiutare le aziende a lavorare su un particolare campo del business online, dal sito alla SEO fino ai social; ci sono invece i consulenti che danno indicazioni strategiche generali ma non si occupano di operatività; esistono i team strutturati, ideali per progetti più complessi e così via. Ognuno può trovare la persona giusta a cui affidare la strategia di marketing della propria azienda. Ma se un imprenditore o un professionista volesse fare pubblicità in modo autonomo? Anche questo è possibile, ma prima di mettersi all’opera occorre capire se è un’idea vantaggiosa e cosa serve per raggiungere il successo.

Pubblicità fai-da-te: quando farla

Partiamo dal presupposto che tutti potrebbero impegnarsi per fare pubblicità in modo autonomo, senza l’aiuto e la guida di un consulente. Non esistono vincoli e divieti di alcun genere. Ma sicuramente, prima di lanciarsi in un’attività di questo tipo, è meglio avere un paracadute. In altre parole, ci sono alcuni accorgimenti da effettuare per evitare completi disastri. Innanzitutto, questa è un’ottima idea per tutti gli imprenditori e i professionisti che conoscono il mondo online e che hanno già fatto esperienza con le varie piattaforme di advertising. Ma potrebbe essere una buona soluzione per chi vuole sperimentare le proprie conoscenze poichè – eventualmente – ha appena terminato un corso specifico.

In secondo luogo, è opportuno affidarsi a una realtà che offre soluzioni che permettono di fare pubblicità fai-da-te, ma che al bisogno possano offrire informazioni e delucidazioni grazie a un team di consulenti specializzati. E a tal proposito, Italiaonline ha creato una piattaforma molto facile da utilizzare che consente di fare pubblicità fai da te multicanale. I clienti possono comunque chiedere anche un servizio di consulenza, in modo da capire se stanno procedendo al meglio. Si procede in modo autonomo, ma non si è mai soli. Senza contare che la piattaforma nasce appositamente per rendere la gestione semplice e intuitiva.

:

Crea la tua
campagna pubblicitaria online!

Scopri come

L’interfaccia permette di creare inserzioni pubblicitarie su Google, Facebook e Instagram e grazie agli strumenti di Analytics messi a disposizione dell’utente è possibile monitorare in ogni momento i risultati delle campagne. Anche il budget da investire è personalizzabile e si deve impostare in base alle aspettative. Per esempio, agli inizi è meglio impostare un costo basso, per poi aumentare il budget nel caso in cui i risultati corrispondano alle aspettative. Ma la pubblicità fai da te è solo l’ultimo: l’attività deve avere fondamenta solide.

Pubblicità fai-da-te: da cosa partire

L’analisi e l’impostazione degli obiettivi è cruciale non solo quando si parla di marketing online, ma in ogni ambito della vita. Per esempio, quando vogliamo fare un dolce non prendiamo ingredienti ad occhi chiusi e li mischiamo a caso, ma scegliamo la ricetta in base a ciò che desideriamo preparare e da quel momento acquistiamo gli ingredienti, li dosiamo e seguiamo il procedimento segnalato in modo da raggiungere un risultato predefinito.

Il marketing senza analisi e strategia non porterà ad alcun risultato, ma sarà solo uno spreco di tempo e denaro. Per questo motivo, prima di procedere con l’operatività della pubblicità fai-da-te occorre analizzare nel dettaglio una serie di fattori. Innanzitutto, bisogna conoscere il proprio pubblico di riferimento. Uno dei punti di forza di una campagna pubblicitaria online è proprio la segmentazione del pubblico. L’obiettivo di questa attività è mostrare il messaggio ai clienti-tipo dell’azienda, coloro che potrebbero davvero trovarlo interessante. Il pubblico di una campagna pubblicitaria si può costruire su misura scegliendo l’età, il genere, la provenienza, le preferenze e gli interessi.

L’analisi del target assume, così, un’importanza strategica enorme. In questo modo si capisce meglio anche lo strumento da utilizzare, per esempio se si vuol avviare una campagna destinata a un target giovane, sicuramente Instagram sarà uno dei canali di comunicazione da preferire. Inoltre, bisogna anche studiare il contesto, ovvero cosa accade nel mercato di riferimento e cosa fanno i competitor, da cui si potrebbero avere utili spunti per la realizzazione del messaggio pubblicitario. C’è poi lo studio delle parole chiave migliori per raggiungere il proprio cliente-tipo.

Dedicarsi al marketing online in modo autonomo può essere quindi un’ottima soluzione ma, alla base, ci deve sempre essere un’analisi. Chi desidera investire in questo tipo di attività può affidarsi alla piattaforma per la Pubblicità fai-da-te di taliaonline.

:

Crea la tua
campagna pubblicitaria online!

Scopri come

Caricamento contenuti...