Home Page Business

Local Pack: cosa sono e come sfruttarli per la SEO

Il Local Pack di Google è un importante strumento messo a disposizione da Big G per le PMI. Ecco come sfruttarlo comparendo nelle ricerche locali e integrandolo alla tua strategia SEO

Alt text

Il digital marketing è una materia di cui senza dubbio dovrebbero interessarsi non solamente i grandi brand ma anche le aziende locali, i professionisti e tutte le piccole imprese attive sul territorio, dai ristoranti, agli artigiani ai gestori di negozi e botteghe di ogni categoria merceologica. Premesso che la strategia migliore, oggi, per conquistare un flusso di clienti quanto più vivo e costante possibile è massimizzare la tua presenza in rete, è intuitivo capire quanto l’ottimizzazione per i motori di ricerca sia uno degli alleati più preziosi su cui tu possa puntare.

In particolare, la local SEO è la branca della Search Engine Optimization che consente ai siti web di essere posizionati online in maniera organica e geolocalizzata, comparendo in modo mirato in corrispondenza di tutte le query locali che gli utenti digitano sui motori di ricerca. SEO e local SEO sono materie ampie e decisamente articolate, ma tra i principali argomenti di cui devi occuparti se desideri costruire una presenza online di valore è il Local Pack di Google: quando il tuo core business si lega ad un territorio fisico di competenza, padroneggiare il funzionamento di questo strumento rientra decisamente nei tuoi interessi.

Cerchiamo di capire quindi cosa sono esattamente i Local Packs, come ottenerli e come possono essere d’aiuto alla massimizzazione della tua visibilità sul web.

Local Pack: cosa sono?

Ogni qualvolta un utente digita su Google una ricerca dall’intento geograficamente localizzato, l’algoritmo del search engine provvede a restituire una SERP adeguata, che vede ai primi posti della pagina i business locali che potrebbero rispondere al meglio alla richiesta del fruitore.

Il Local Pack è proprio il blocco di informazioni localizzate che include tutte quelle attività, nei paraggi dell’utente, in grado di soddisfare in maniera mirata le sue esigenze. Un tempo composto da un numero maggiore di risultati, oggi il Local Pack di Google è anche conosciuto come Local 3-Pack, perché mostra in maniera estesa solamente i primi tre risultati classificati come più pertinenti.

Sei un professionista della casa?
trova nuovi clienti!

Entra gratis in PgCasa

Local Pack: quali sono le tipologie principali?

I Local Pack possono avere design grafici e contenuti differenti e si distinguono principalmente in due categorie: il Local Pack classico e Local Teaser.

Il Local Pack classico è lo snippet più tradizionale e che più spesso compare tra i risultati di ricerca: sotto la mappa di Google Maps sono presenti tre attività commerciali accompagnate da dettagli utili, come il nome dell’attività, il suo indirizzo ed il numero di telefono (in inglese anche detti NAP, Name, Address, Phone number). Possono comparire qui anche dati come valutazioni dei clienti ed orari di apertura. Accanto a questo pacchetto di informazioni sono presenti il link al sito web dell’impresa e quello per attivare la navigazione tramite Maps.

Il Local Teaser invece, anche detto Local Snack Pack, viene utilizzato per le attività rientranti nelle categorie ospitalità, gastronomia ed intrattenimento: in questo caso viene visualizzata una scheda con il nome dell’attività, il suo indirizzo ed eventuali recensioni, nonché una foto dell’azienda, senza però alcun link in uscita. Cliccando sul risultato di interesse, si apre in una nuova pagina una descrizione completa dell’attività, che mostra anche il link per raggiungerne il sito ed una mappa comprendente tutte le imprese simili nella zona geografica di riferimento.

Perché è importante comparire nel Local Pack?

Se ti occupi di un business che ha un forte legame con il territorio in cui è inserito e per il quale la presenza di PDV su strada è essenziale per le vendite, gestire con la massima cura la Local SEO è imprescindibile. L’obiettivo è quello di comparire sempre nelle ricerche locali degli utenti in navigazione e di mostrare inoltre le informazioni più complete e corrette possibili della tua attività.

Quando vengono effettuate ricerche locali, Google privilegia fortemente la restituzione di una SERP che veda in posizione predominante il Local 3-Pack migliore, per soddisfare in pochi click le necessità dei suoi utenti. Considerando l’aumento costante ed esponenziale delle query di ricerca locali e della fruizione da mobile, appare chiaro quanto posizionarsi in testa ai risultati di ricerca di tipo local possa portare enormi vantaggi ad ogni impresa che abbia punti di contatto sul territorio.

Oltre ad aumentare naturalmente il traffico in entrata verso il sito web dell’azienda, il Local Pack è anche in grado di stimolare positivamente le visite nei punti vendita ed il traffico pedonale: quando un potenziale cliente effettua una ricerca Google geolocalizzata è infatti molto probabile che abbia una precisa intenzione di acquisto ed anche l’interesse a interfacciarsi con un negozio, una struttura ricettiva, un locale o un professionista vicino alla sua posizione. Fenomeno che diventa ancora più evidente per le ricerche da smartphone o tablet, effettuate in mobilità e destinate con buone probabilità ad una visita diretta nel PDV.

Come migliorare il tuo Local Pack?

La strutturazione di un Local Pack di successo è parte integrante della tua strategia SEO generale ed in particolare delle tue tattiche legate alla local SEO. Per ottenere un posto privilegiato nel Local Pack serve infatti fornire a Google un insieme di dati essenziali che esso possa elaborare ed inserire nei suoi snippet.

Da dove esattamente Google estrapola tali informazioni? Il funzionamento degli algoritmi di Big G è come sempre in parte oscuro ai più, ma ciò che è certo è che per avere maggiori probabilità di conquistare una posizione del podio del Local 3-Pack è bene cercare di fornire al motore di ricerca dati coerenti attraverso ogni canale possibile.

Un passaggio fondamentale che devi effettuare è quello di attivare e compilare a dovere la tua scheda Google My Business, ottimizzandola con informazioni commerciali precise e meticolose, dettagli inerenti la tua attività, foto aggiornate ed un buon numero di recensioni dei tuoi clienti.

Ma anche il tuo sito web dovrà essere conforme alle best practices SEO: dovrà ad esempio contenere una pagina About ben organizzata, riferimenti e modalità di contatto chiare, orari di apertura, contenuti complessivamente SEO frienly e dati strutturati schema.org che facilitino a Google la scansione del sito stesso.

Unendo questo modus operandi alla gestione oculata anche dei tuoi profili social, permetterai al motore di ricerca di stabilire con precisione la rilevanza della tua attività, la tua autorevolezza e la prossimità con l’utente che ha effettuato la local query, avvicinandoti quindi al risultato sperato: una visibilità ottimale all’interno del Local 3-Pack.

Una strategia SEO completa a 360° insomma, dove nulla viene lasciato al caso.

Sei un professionista della casa?
trova nuovi clienti!

Entra gratis in PgCasa

Caricamento contenuti...