Home Page Business

Google Hotel Ads: costi e vantaggi per le strutture ricettive

Tutto quello che devi sapere su Google Hotel Ads: strumento di promozione dedicato agli hotel e alle diverse strutture ricettive. Ecco come sfruttare le potenzialità della piattaforma e attirare nuovi clienti.

Alt text

Aiuta il tuo prossimo ospite a trovarti” questo è il titolo della pagina ufficiale di Google Hotel Ads, la piattaforma di Google dedicata alle varie tipologie di strutture ricettive. Il messaggio è chiaro: si tratta di uno strumento volto a facilitare il contatto e la prenotazione di clienti nuovi e di ritorno per alberghi, B&B, residence etc.

Google Hotel Ads: cos’è e a cosa serve

Google Hotel Ads è uno strumento di promozione per alberghi e strutture ricettive, creato da Google con le funzionalità di un metamotore, ovvero selezionando i risultati su una base di ricerca ampliata su più database. Serve quindi a mostrare, sia nella SERP ovvero nella pagina dei risultati, che nella colonna di destra, o ancora su Google Maps quali sono le strutture presenti nella zona che interessa all’utente / cliente.

La ricerca è definita come comparazione dei prezzi a seconda delle date di arrivo e partenza e della geolocalizzazione e segnala anche quali sono i luoghi di interesse e i servizi nei pressi dell’hotel o della struttura scelta.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Si tratta quindi di una piattaforma completa che permette molte funzionalità e conduce l’utente ad un punto di prossimità rispetto alla prenotazione – e quindi alla conversione – che può avvenire o sul sito dell’albergo, con maggiore convenienza per gli operatori turistici, oppure tramite OTA (Online Travel Agency) come Booking.com, Trivago, Expedia etc.

Google Hotel Ads come funziona e perché usarla

Abbiamo detto che Google Hotel Ads funziona come un metamotore che incrocia tutti i dati messi a disposizione dai siti delle strutture ricettive e dalle OTA, mostrando i risultati pertinenti per date, luogo, disponibilità e prezzo. A questo punto, l’utente dopo aver selezionato le opzioni che interessano, esce dalla piattaforma GHA e atterra sulla pagina di prenotazione o del sito della struttura ricettiva, o su quella della OTA. Ed è a questo punto – dopo un processo facile, veloce e soprattutto fruibile su qualsiasi device (p.c., smartphone, tablet etc.) – che si converte il contatto e si genera la revenue.

Richiamiamo l’attenzione su due concetti essenziali per capire come funziona questa piattaforma e per usarla in modo efficace:

  • GHA funziona solo se sono attivate campagne a pagamento sulla piattaforma. Questo significa che se una OTA avrà attivato sulla struttura una campagna promozionale e il proprietario no, sarà la OTA a ricevere i benefici della visibilità: di fatto escludendo la prenotazione diretta dalle opzioni possibili.
  • Se la struttura ricettiva non ha un booking engine e un sistema di prenotazioni interno integrabile con GHA, la prenotazione potrà avvenire solo tramite intermediario.

I vantaggi di Google Hotel Ads per gli operatori turistici del settore accoglienza è nella possibilità di disintermediare. Ovvero, premesso che è impensabile che un albergo o una qualunque struttura ricettiva non sia presente su Booking.com, Tripadvisor, Expedia etc. è comunque possibile porsi in concorrenza con le medesime OTA.

La convenienza economica è tangibile: se il cliente prenota tramite il tuo sito direttamente, eviterai il pagamento delle commissioni che oscillano dal 13% al 30% del prezzo della prenotazione. Inoltre, fattore non trascurabile, essere presente su questa piattaforma è un valido strumento per valorizzare il proprio brand che comparirà nei risultati di ricerca accanto ai grandi colossi del settore delle prenotazioni online.

Google Hotel Ads: costi e gestione

Parlando dei costi di Google Hotel Ads ci preme sottolineare come – per rendere operativa la piattaforma e fare in modo che sia compatibile col book engine locale e il channel manager dell’albergo – sia necessario un corretto set up. Potrebbe rendersi necessario l’intervento di un professionista che segua non solo la fase di impostazione, ma che possa supportare il processo in corso d’opera, come per esempio nella fase di monitoraggio del customer journey: da GHA all’atterraggio sulla pagina di prenotazione sul sito ufficiale della struttura. Per l’avvio della promozione inoltre avrai bisogno di creare una scheda My Business su Google correttamente predisposta e di un database aggiornato con prezzi e disponibilità.

Una volta che le impostazioni sono state settate, si è pronti per creare una campagna Google Hotel Ads. Il principio è lo stesso di Google Ads: si paga in modalità PPC (Pay Per Click) ovvero un tot per ogni click, impostando fin dall’inizio il budget complessivo per l’investimento. Esiste anche un altro modo per pagare le campagne GHA: sostenendo costi di commissione come le OTA, in altre parole pagando una percentuale sui proventi delle prenotazioni.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Caricamento contenuti...